Vai al contenuto

Francesco de Bourcard

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Francesco de Bourcard, frontespizio del secondo volume di Usi e costumi di Napoli, edizione 1866

Francesco de Bourcard (... – ...), editore e letterato italiano di origine svizzera del XIX secolo.

Citazioni su Francesco de Bourcard[modifica]

  • È questi napoletano quanti altri mai di sentimenti non men che di nascita, ma oriundo, se ben rammento, di Svizzera, e questa circostanza avrebbe ben potuto contribuire a quella mirabile tenacità di proposito ch'egli ha mostrata nel condurre a fine la sua bella intrapresa [l'opera Usi e costumi di Napoli e contorni descritti e dipinti] attraverso una bagatella di diciotto anni di cure, di ricerche, di lotte e di spese. Tantae molis erat non più il fondare la gente romana ma solamente descrivere la napoletana! Ma chi non si è mai trovato a condurre di siffatte imprese, specialmente in Italia, e soprattutto poi a Napoli, non può farsene la pur menoma idea. Figuriamoci un povero galantuomo a lottare ogni giorno con una schiera di scrittori giustamente svogliati di un mestiere in cui c'era ben poco da guadagnare e moltissimo da perdere per un nonnulla che sonasse male alle orecchie dei padroni; con gli stampatori poco disposti a scrupoleggiare in un'arte a mala pena tenuta per lecita; co' modelli da raccattare tra le ultime file del popolo; con gli artisti bisbetici e bizzarri per professione; con incisori non frenati da sufficiente concorrenza; soprattutto poi con la propria borsa insofferente di uno smungimento quotidiano; ed avremo appena un'immagine de' tormenti volontariamente sofferti da questo povero martire. (Raffaele Andreoli)

Altri progetti[modifica]