Garcilaso de la Vega

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Garcilaso de la Vega

Garcilaso Inca de la Vega, nato Gómez Suárez de Figueroa (1539 – 1616), scrittore peruviano.

Incipit di Il racconto dell'Inca[modifica]

Per narrare, risalendo alle origini, la storia degli Incas, re del Perù, mi basterà semplicemente riferire ciò che ho sentito raccontare mille volte nella mia infanzia da mia madre, dai miei fratelli e da altri parenti.[1]

Citazioni su Garcilaso de la Vega[modifica]

  • Cultore delle latine eleganze, ammiratissimo dal Bembo, fu pure Garcilaso de la Vega, prode e leggiadro guerriero e gentile poeta, morto a Nizza di soli trentatre anni, colpito da una pietra intanto ch'ei voleva dare la scalata ad una torre presso Fréjus. [...]. Certo la pietà di una morte in così giovine età, crescendo il compianto, crebbe pure la gloria di Garcilaso, nel quale sono, senza dubbio, qualità poetiche insigni, un sentimento affettuoso, un vivo amor della natura, un'armonia di linguaggio che accarezza; ma egli è non di rado prolisso, e più che una volta artificioso (Angelo De Gubernatis).

Note[modifica]

  1. Citato in Giacomo Papi, Federica Presutto, Riccardo Renzi, Antonio Stella, Incipit, Skira, 2018. ISBN 9788857238937

Altri progetti[modifica]