Genocidio del Ruanda

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Teschi umani al Nyamata Genocide Memorial

Citazioni sul genocidio del Ruanda.

Citazioni[modifica]

  • Quando la gente, cari telespettatori, mi chiede "perché odi i Tutsi?" io rispondo: "leggete la nostra storia", i Tutsi erano collaboratori dei coloni belgi, avevano preso le nostre terre e ci avevano presi a frustate... ora, questi ribelli Tutsi, sono tornati... e sono scarafaggi... sono assassini... il Ruanda è terra degli Hutu... noi siamo la maggioranza, loro sono la minoranza di traditori e invasori... disinfesteremo il Ruanda, stermineremo i ribelli dal fronte patriottico... questa è "radio RTLM", voce del potere Hutu, state allerta... attenti al nostro vicino. (Hotel Rwanda)
  • Questa è "radio RTLM"... ho una drammatica notizia! una ferale notizia! Il nostro caro presidente Juvénal è stato assassinato dagli scarafaggi Tutsi! Lo hanno tradito, convincendolo a firmare quel trattato di pace, hanno abbattuto il suo aereo in volo! È giunto il momento di estirpare le erbacce fratelli hutu del Ruanda... è giunto il momento di tagliare gli alberi alti! Tagliate gli alberi alti, adesso! (Hotel Rwanda)
  • Mentre nei sistemi hitleriani e staliniani la morte era inferta da carnefici di istituzioni specializzate come le SS o l'Nkvd e il delitto era affidato ad apposite formazioni operanti in luoghi segreti, in Ruanda si voleva che la morte venisse inferta da tutti, che il crimine fosse il prodotto di un'iniziativa di massa e, per così dire, popolare; un cataclisma naturale collettivo dove tutte le mani indistintamente si immergessero nel sangue di gente considerata nemica dal regime. (Ryszard Kapuściński)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]