Giovanni Bianconi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Giovanni Bianconi (1960 – vivente), giornalista italiano.

Ragazzi di malavita[modifica]

Incipit[modifica]

Le ultime azioni da uomo libero del duca Massimiliano Grazioli Lante della Rovere furono quelle di salire sulla sua Bmw 320 grigia metallizzata, accendere il motore e percorrere qualche centinaio di metri. Era buio, le diciotto e trenta di lunedì 7 novembre 1977.

Citazioni[modifica]

  • «Roma è nelle nostre mani», si dicevano l'un l'altro i nuovi boss, spavaldi e col sorriso sulle labbra, interessati solo ad allargare il controllo sulla città e a entrare in nuovi affari, incuranti di chi ci fosse dietro. La droga poteva arrivare e andare indifferentemente a uomini della mafia, della camorra, della 'ndrangheta, dell'eversione nera, di organizzazioni mediorientali. Agli ex rapinatori cresciuti nelle batterie di quartiere, passati al giro più grosso delle bische e delle scommesse clandestine e diventati in pochi anni impresari di morte attraverso il traffico di droga, non interessava servire ed essere serviti da questa o quella banda.

[Giovanni Bianconi, Ragazzi di malavita – Fatti e misfatti della Banda della Magliana, Baldini Castoldi Dalai, Milano 2005. ISBN 8884905168]

Film[modifica]

Altri progetti[modifica]