Giuseppe Beccadelli di Bologna

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Giuseppe Beccadelli di Bologna e Gravina, VI principe di Camporeale, V marchese della Sambuca (1726 – 1813), diplomatico e politico italiano, segretario di Stato del Regno di Napoli.

Citazioni su Giuseppe Beccadelli di Bologna[modifica]

  • Gravi furono le conseguenze, che derivarono dal fatto che il governo metteva la mano e la falce nel campo ecclesiastico. In quella maniera si seminarono i germi dell'insubordinazione negli ordini regolari, del disordine nelle chiese, della scontentezza ne' popoli, e dello scotimento di quel rispetto per le autorità costituite, il quale quando venga meno porta seco irreparabili danni. Né è punto esagerazione l'asserire fin d'ora, che sotto il governo del marchese della Sambuca, le cose ecclesiastiche del regno di Napoli erano incamminate per la via dello scisma: gran parte dei vescovi, o per paura, o per interesse, parteggiavano per i regii ministri e ne secondavano le leggi antiecclesiastiche; negli ordini regolari molti religiosi erano contenti della separazione da Roma, ed alcuni di essi, stoltamente protetti dall'alto, si resero rei persino di gravissimi delitti. (Ilario Rinieri)

Altri progetti[modifica]