Hand Maid May

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Hand Maid May

Anime

Immagine Hand Maid May logo.jpg.
Titolo originale

HAND MAID メイ
HAND MAID Mei

Paese Giappone
Anno

2000

Genere commedia, fantascienza
Episodi 10 +1 episodio speciale
Regia Shinichiro Kimura
Doppiatori italiani

Hand Maid May, serie anime del 2000.

Citazioni tratte dalla serie[modifica]

Episodio 2, Ma sarò veramente utile?[modifica]

  • Kotaro: Hai uno strano accento.
    Sara: Lo so, mi viene quando mi agito. Sai, io sono una cinese nata a Hiroshima, non c'è nulla di cui stupirsi.

Episodio 3, Ora che facciamo?[modifica]

  • Kazuya [Lena ha creato un ingorgo all'incrocio truccando i semafori per salvare May]: Non so se mi capisci, ma io credo che non dovremmo mai recare dispiacere agli altri con le nostre azioni. Questo vale per gli uomini come per le cyberdolls, non credi?
    Lena: Questo... questo... [...] questo... Lena questo non lo capisce, Kazuya ti odio! [fugge in lacrime]
  • Lena: [Ikarya l'ha appena sporcata lanciandole l'inchiostro]: Che cosa pensi di fare Ikarya!
    Ikarya: Che cosa vuoi da me, mi stavo solo divertendo giocando a inseguire May!
    Lena: E Lena che cosa ha a che fare con tutto questo? Dimmi, perché hai spruzzato Lena con il tuo inchiostro? [Lena comprende le parole di Kazuya e si stupisce] Perché ora Lena sta dicendo tutto... [Lena si calma e si commuove] Stammi a sentire Ikarya: [...] va bene divertirsi, ma non bisogna arrecare dispiacere agli altri per questo. Ikarya è buono e lo capisce, vero?
    Ikarya: Capisco...
  • Kasumi [si offre di ospitare Lena, che voleva rimanere da Kazuya]: Kazuya, qui insieme a te ci vive già May: lo sai che cosa potrebbero pensare gli altri?
    Kazuya: Ho capito.
    May: Io invece no...

Episodio 4, Non guardare![modifica]

  • Non ti preoccupare dell'orario: è il tempo che si preoccupa di stare dietro a Nanbara, non il contrario. (Kotaro)
  • Lena [May sospira ripetutamente]: Non fai altro che sospirare oggi, May.
    May: Davvero? [sospira di nuovo]
    Lena: Hai visto, un altro! Proprio come una ragazzina innamorata. [May trasalisce] Uhm, allora nel caso di May si tratta del primo amore...
    May [imbarazzata]: Che cosa? Che significa? Amore? Cos'è, non capisco di cosa tu stia parlando.
    Lena: Scherzavo! [sulla testa di May cade un peso da 10 tonnellate]
  • Kay Ispezioniamo May insieme.
    Kazuya: Non mi interessa. Nessuna verifica del programma interno di May.
    Kay: È strano, eppure dovresti essere interessato.
    Kazuya: Sì, è vero, hai ragione. Ma sei io fossi May non mi piacerebbe che qualcuno mi guardasse dentro al cuore, perciò non voglio assolutamente farle una cosa del genere.

Episodio 6, Sempre di più![modifica]

  • Sara: È una cosa inutile cercare di aiutare una cyberdoll, c'è solo da perderci.
    Kazuya: Al contrario, è tutto guadagnato. Aiutarsi è importante, è inutile fare distinzioni fra umani e cyberdoll.
Un teru teru bōzu appeso
  • Kazuya: Da piccolo li costruivo anch'io.
    May: Di cosa stai parlando, Kazuya?
    Kazuya: Sto parlando dei teru teru bōzu,[3] ci mettevo dentro tutto quanto il mio impegno. Pregavo perché ci fosse il sole, credo che fossero il mio sogno realizzato, quello che avrei voluto fare per me.
    May: Kazuya...
    Kazuya: Poi crescendo il sogno si è fatto più complesso, doveva fare più cose: muoversi, parlare, pensare, e così sono cambiato anch'io. Ho cercato di migliorarmi, di evolvermi, ogni giorno sempre un po' di più: tutto nel tentativo di realizzare il mio sogno, e un giorno forse...
    May: Ce la farai sicuramente, May ne è certa, ti stai impegnando così tanto Kazuya!

Episodio 8, Ne voglio molti![modifica]

  • Senti May, quello che tu vuoi non è certo la scala, credimi, non è proprio quello. Tu vuoi poter dire "Oggi ho fatto questo", o "Ieri ho visto quella cosa"... insomma tu vuoi dei ricordi. [...] Vedi May, i ricordi non sono una stupida scala: sono quando lui ti ha aspettato con l'ombrello o quando hai dato tutta te stessa per un amico, i momenti del tuo passato, le piccole cose di ogni giorno. Lo sai May, quando ti guardo i miei occhi non vedono un robot: io vedo una persona, non certo meno umana di me. (Kasumi, dopo che May le ha detto che avrebbe voluto la scala che unisce la camera di Kasumi con quella di Kazuya)

Episodio 10, Con tutta me stessa![modifica]

  • May custodiva i suoi ricordi nascosti fra le pieghe del suo sistema: il loro incontro, i giorni insieme, curandoli come il più prezioso dei tesori perché non sparissero, perché non andasse perso neanche un istante di quegli irripetibili attimi. (Mami)
  • Lo vedi, ci sono tantissime persone che vogliono che tu torni al più presto con loro: vedrai, i tuoi nuovi ricordi saranno mille volte meglio di quelli vecchi! (Kasumi. a May che sta per recuperare la memoria)
  • Eccolo qua il tuo sogno, Kazuya: sei contento? Forse il segreto sta tutto nell'amare il proprio sogno, curarlo e formarlo con le proprie mani, mettendo tutto il proprio impegno finché non si realizza, ricordandosi che tutto si può avverare quando si può contare su qualcuno, perché noi non siamo soli, mai. (Takuya Saotome)

Episodio 11, Non mi arrenderò![modifica]

[4]

  • Kazuya: Tu che cosa hai fatto di male, Ikarya?
    Ikarya: Sono nato, credo...
  • A tutte le donne piacciono i bebè: quando si occuperanno dei loro figli allora li ameranno anche di più. (Mami)

Note[modifica]

  1. Nell'anime viene pronunciato Kei. I DVD editi da Dynit riportano per questo personaggio una doppia grafia: Kay nei sottotitoli e nei titoli di coda degli episodi, Kei sulle copertine dei DVD.
  2. Come indicato nei titoli di coda del 10º episodio.
  3. Un pupazzo che, secondo il folklore giapponese, ha la capacità di allontanare la pioggia. Per approfondire vedi la voce corrispondente su Wikipedia.
  4. Questo è l'episodio speciale, la sua numerazione però segue quella della serie principale: nel cartello a inizio episodio viene indicato come "11/10".

Altri progetti[modifica]