Ho sposato uno sbirro

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Ho sposato uno sbirro

Serie TV
Questa voce non contiene l'immagine della serie televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Paese Italia
Anno 2008-2010
Genere commedia poliziesca
Stagioni 2
Episodi/Puntate 34
Ideatore Carlo Mazzotta
Attori
Note
Il primo episodio andò in onda su Rai 1 il 13 aprile 2008

Ho sposato uno sbirro, serie televisiva prodotta da Lux Vide per Rai Fiction.

Episodi sconosciuti[modifica]

 Se conosci il titolo dell'episodio di una di queste citazioni, inseriscilo, grazie Se conosci il titolo dell'episodio di una di queste citazioni, inseriscilo, grazie

  • Stella, ma tutte 'ste mutande c'hai? (Erminia)
  • Aiutati che il ciel ti aiuta! (Diego Santamaria)
  • Lojacono: C'è di nuovo un ritmo partita.
    Diego Santamaria: E io me devo rimettere a fare l'arbitro.

Stagione 1[modifica]

Episodio 2, Il custode della memoria[modifica]

  • Ero da solo che facevo con l'assolo, e dalle con l'assolo... E me sentivo solo! (Diego)
  • Vabbè vuol dire che faremo la dieta... a lui certamente male non fa. (Clarissa)
  • Diego: Com'è 'sto pistacchio?
    Stella: È... fine a se stesso.
    Diego: A ragazzì!
    Stella: Ma che è niente niente sei geloso?
  • Diego: Secondo te quanto me potrebbero dà?
    Stella: Perché?
    Diego: No dico de galera- Otto, nove anni. Già me vedo i giornali 'Commissario uccide suocera, la polizia lo promuove.'
  • Diego: Dimmi che pensi.
    Stella: Promettimi che noi non diventeremo mai come loro.
  • Diego: C'hai il fiatone?
    Stella: Un poco.
    Diego: Io all'età tua non ce l'avevo.

Episodio 4, Per un figlio[modifica]

  • Erminia: Provateci con la luna piena.
    Diego: Sì, così ce nasce un bel lupo mannaro.

Episodio 8, Segreto di famiglia[modifica]

  • Stella: Sarebbe meglio avere due lavandini gemelli.
    Diego: No tesoro, no. Io me ne intendo. No! Eh no, perché si comincia coi lavandini separati, poi si passa agli armadi separati, poi si arriva ai letti separati, poi arriva uno al commissariato che dice 'Oh Stella e Diego?', se so separati. No lavandino unico. Uno per due.

Episodio 9, Questione di fiducia[modifica]

  • Diego: Tutto sta nel sposarsi la donna giusta.
    Stella: Come hai fatto tu!
  • Diego: Oh ma tu ti fidi di me? Si o no?
    Stella: E tu ti fidi di me? Io dico di no, perché se ti fidavi di me tu me ne parlavi di quella pistola.

Episodio 10, La sposa etrusca[modifica]

  • Diego: È tutto un gigantesco equivoco.
    Stella: Sì, è un equivoco... quello tra te e me.
  • Lorenza: Non dirmi che è ancora arrabbiata per quel bacio.
    Diego: Tu non lo saresti?
  • Clarissa: Dimmi una cosa tesoro, tu sai cosa vuoi da Diego?
    Stella: A parte che mi ami e che mi sia fedele? [Guarda la foto di lei da piccolissima in braccio alla mamma] Si! Lo so, cosa voglio. Ma non credo sia la stessa cosa che vuole lui.
  • Lorenza: Cos'è che ho sbagliato?
    Diego: Lorenza, non c'è giusto o sbagliato, in queste cose c'è che... è che io amo Stella!
  • Diego: Pronto tesoro... ciao tesoro, so io, vabbé volevo parlà con te, però c'è la segreteria, parlo con la... non è la stessa cosa, meglio di niente... e no volevo dirti lo so che è un momento un po' che... poi tu non mi credi che magari io ti sembro... però io... cioè sono anche.. no? E lo sai.. e no più che altro ho telefonato perché, insomma io voglio dirti... io sono felice con te, cioè son felice di averti sposato, perché... a me mi piace tutto di te, come cammini, come mangi, come ridi, mi piaci pure quando non ridi eh, non è che.. pure se stai col muso... mi piaci, tutto... quando, ecco, quando me prendi in giro, quando sei gelosa, o quando fai i casini che io poi devo far finta che m'arrabbio perché se non m'arrabbio io poi... guarda, addirittura mi piaci quando sbagli regali, vabbè che poi sbagliare i regali, cioè la chitarra che mi hai regalato.. chi è che non vorrebbe una chitarra in regalo, anch'io che volevo una tromba, però per quanto anche la... ha un suo perché anche la chitarra e... è che ti amo, Stella. Ecco questo volevo dire, che ti amo. Vabbé buonanotte, ciao tesoro.

Stagione 2[modifica]

Episodio 1, Una dolce vita[modifica]

  • Ladro: Sta per nascere il mio sesto figlio.
    Diego Santamaria: Te devi rubbà 'na televisione, non l'auto!
  • Trova un posto alla Castello, ma sbrigati, altrimenti ti frega il tuo. (Diego Santamaria)

Episodio 9, Intrighi e veleni[modifica]

  • Sono proprio le persone che ci sono più vicine che ci danno le più grandi delusioni. (Stella)
  • Nicolas: Io ancora nun ho capito com'è a stare senza un padre. Tu lo sai?
    Diego: È dura! Però se ce l'ho fatta io figurati se non ce la fa uno gagliardo come te.
  • Nicolas: Comunque non ti preoccupà, delle gemelle me prendo cura io.
    Diego: Ah cioè noi partiamo e le gemelle, insomma, le tieni tu. Ce pensi tu?
    Nicolas: Esatto!
    Diego: Ho capito, va bene. E quanto me costa?
    Nicolas: Il conto te lo faccio domani e se sei bravo te faccio pure lo sconto.
    Diego: Grazie.
  • Stella: E tu 'acqua' lo scrivi così? A – ci – ci – u – a? Dov'è l'errore?
    Nicolas: Ah ho capito, a – ci – ci – qu – u – u – a.
    Diego: Allora? Lo vinciamo 'sto Nobel per la letteratura?
    Stella: Se togliamo qualche 'ci' e qualche 'qu'.
  • Diego: Sai che facciamo? Ce lo giochiamo?
    Stella: Ce lo giochiamo?
    Diego: A testa o croce.
    Stella: Questo è un passo matura?
    Diego: Sisi, certo. Allora, testa lo teniamo noi, croce rimane dov'è. Capito? Testa noi, croce...
    Stella: Sisi.
    Diego: Sei pronta?
    Stella: Vai...
    Diego: Eheh testa! Il bambino viene con noi. Annamo va.
    Stella: Amore..
    Diego: Eh.
    Stella: Era croce vero?
    Diego: Mmmmmh, si!
    Stella: Io ti adoro.
  • Diego: Uno, due, tre.
    Stella: Stella!
  • Stella: Se non mi portavi qui, non lo so proprio come andava a finire il nostro matrimonio.
    Diego: Oh ma che stai a dì?! Ho capito non sarà proprio un viaggio di nozze, ma guarda dove t'ho portato. Anniversario dopo anniversario recupereremo.
    Stella: Nonono. Il viaggio di nozze me lo devi sempre.
    Diego: E va bene faremo anche il viaggio di nozze. Ti porterò sul lago de Bolzano.
    [Ridono entrambi.]
    Diego: Come mai una donna così bella balla da sola?
    Stella: Aspetto un cavaliere.
    Diego: Il cavaliere è arrivato.

Episodio 10, Condominio[modifica]

  • Stella. Ma te lo ricordi questo?
    Diego: E che non me lo ricordo.
    Stella: Madonna da quanto che non me lo metto.
    Diego: E mettitelo stasera no?
    Stella: Mi porti fuori?
    Diego: Sì, sul terrazzo, apparecchiamo, mangiamo fuori, dai.
    Stella: Simpatico papà.
    Diego: A parte gli scherzi, mettitelo.
    Stella: E che me lo metto a fare? Per farmi fare un rigurgito da Chiara o Camilla.
    Diego: Tu sei bellissima anche rigurgitata.
  • Ce l'hai un trapano biologico? (Diego)
  • Stella. Me la dici una cosa, ma come fanno le altre mamma ad avere tutte st'energie?
    Diego: Lo zucchero. Mettono tanto zucchero.
  • Prego, prego signora. Spazzi pure, tanto so già sposato. (Diego)
  • Diego: Tesoro aspetta un bambino.
    Stella: E allora?
    Diego. Lo aspetta a casa.
  • Lorenza: Peccato che abbiate rinunciato al mio invito, seratina con i bambini?
    Stella: No! Cena da amici.
    Diego Sì, ci diamo alla pazza gioia, olé.
    Lorenza: Non fate le ore piccole allora, che non siete più abituati.
  • Erminia: Mangiate a bocca chiusa e parlate a voce bassa, mi raccomando.
    Diego: Signora maestra posso fare una domanda?
    Erminia: Sì.
    Diego: Se mangiamo a bocca chiusa, il cibo da dove passa?
  • Erminia: Mamma mia, sembri Diego da piccolo.
    Nicolas: Non è possibile. Io sono bello.
  • Diego: Cos'è?
    Stella: Mimosa ai frutti di bosco.
    Diego: Ahah in italiano la fa pure mia madre.
  • Chi cerca trova, e chi ruba va in galera. (Diego)
  • Stella: Mi sa che stavolta c'ho visto giusto.
    Diego: C'hai visto giusto anche quando hai scelto marito.
  • Io a te t'adolo, davvero. (Diego, a Nicolas)
  • Viste da lontano le vite degli altri sembrano meglio, ma viste da vicino, alla fine, le grane ci sono per tutti, dia retta a me. (Lojacono)
  • Stella: Allora che dici?
    Diego: Tesoro, allora che dico...
    Insieme: Adoloooo.
    [Si baciano.]

Episodio 11, Il ritorno dell'ex[modifica]

  • Diego: Le donne passano, le bici restano.
    Stella: E io?
    Diego: Tu resti.
    Stella: E allora sono una bicicletta.
  • Diego: Sei bellissima. [Imitando Giovanni] E pure questo chi l'ha invitato?
    Stella: L'ho invitato io. Ha litigato con la fidanzata, poverino è tanto depresso.
    Diego: E quindi?
    Stella: E quindi bisogno aiutare gli altri, soprattutto gli ex. No?
    Diego: Certo! Oh, aspetta ex che cosa? Dove? Quando ex?
    Stella. È stata solo una cotta estiva.
    Clarissa: Purtroppo.
    Diego. Ah rottermaier... Vieni qua, perché non me l'hai mai detto prima?
    Stella: Eravamo solo ragazzini, e poi tanto tu m'hai sposato, no?
  • Diego: Volete una pizzetta?
    Nicolas: Ci lasci soli?
  • Stefano: A te prima di sposarti non t'è venuta paura?
    Diego: Veramente a me la paura m'è venuta dopo.
  • Lascia fa, la moglie se fece rubà. (Diego)
  • Amore se dopo essermi messa questo vestito così corto e questi tacchi così alti tu non mi avessi seguita, io ti avrei ammazzato. (Stella)

Episodio 12, Testimoni di nozze[modifica]

  • Stella: Lavorare insieme può diventare un inferno, secondo te noi due ce la faremo sempre a separare il lavoro dalla vita privata... ti prego amore promettimi che non ci lasceremo mai per.
    Diego: [Con il ciuccio in bocca] Te lo prometto, non ci lasceremo mai.
    Stella. Piuttosto mi dici ora dove lo andiamo a trovare questo ragazzo alto, bello e moro.
    Diego: Beata te.
    Stella: Perché?
    Diego: Tu già l'hai trovato.
    Stella: Alto?
  • Stella: Guarda che potrei stupirti.
    Diego: Ma dai.
    Stella: Potrei prendere il libro di ricette di Frigeri, togliergli il cellphane e...
    Diego: E tirarlo nel camino.
    Stella: Stupido.
  • La gelosia è una brutta bestia, a volte può generare degli effetti a catena. (Lorenza)
  • Oh tesoro, poi un giorno, quando saremo anziani davanti al camino, mi spiegherai perché ogni volta che litighiamo la macchina la prendi sempre tu, e io vado sempre a piedi. (Diego)
  • Stella nonostante tutti i suoi difetti a me m'ha cambiato la vita. (Diego)

Episodio 24, Giù la maschera[modifica]

  • Lojacono: Dottò lei sta sta Stellizzando!
    Diego: Cioè?
    Lojacono: Si comporta come Stella!
  • Diego: Me manca.
    Lojacono: L'ha detto?
    Diego: Si! Sei contento?
    Lojacono: Però...
    Diego: Mia moglie me manca, me stramanca, me manca da morire, sei contento? Però non l'ho convinta io ad andarsene, è lei che ha cambiato lavoro, l'ha deciso lei, va bene? Ha deciso lei Stella. Per quanto, te posso dì 'na cosa? A me mica me dispiace che abbia scelto un lavoro normale, sereno, tranquillo, dove non se rischia la pelle tutti i giorni, perché oh te faccio una domanda: tu a tua moglie gliè faresti fa la poliziotta così a cuor leggero?
    Lojacono: Mia moglie, la poliziotta, che c'entra dottore?
    Diego: Rispondi a me, non sta a fà lo spiritoso, allora se tu chiami al cellulare tua moglie una, due, tre quattro volte e lei non te risponde tu al massimo che pensi? Vabbè starà al supermercato e nu sente il telefono oppure l'ha scordato a casa, io quando telefono a mij moglie, quando chiamo Stella e lei nu me risponde a me me vié paura. Lo so è il nostro mestiere, lo so quello che me vuoi dire: e il rischio e il coso e il rischio sta nel prezzo e tatata. Quando se tratta de mia moglie... a me me vié paura. Io c'ho paura. Va bene?
  • Erminia: Lei ha paura che non la ami più.
    Diego: Ma come non la amo più? Ah... ah io...
  • È stato bello lavorare insieme per l'ultima volta. (Biglietto di Stella per Diego)
  • ‎Io per la paura di perderti, ti sto perdendo veramente. (Diego)
  • Diego: Amore, quando tu non ci sei... se non ci sei tu.. io non sono più io. Io ti amo, questa è la verità. Ti amo Stella. Non te ne andare.
    Stella. Anch'io ti amo.
  • Diego: Tesoro dimmi una cosa, al toto scommesse, quanto mo dai il maschio rispetto alla femmina? Che percentuale?
    Stella: Femmina.
    Diego: N'altra?
    Stella: 90 per cento.
    Diego: N'altra volta?
    Stella: Una se ti va bene.
    Diego: Nooo! Stavo a scherzà. Va bene, va bene sarò l'emito del Colosseo, tutte donne tranne me.

Altri progetti[modifica]