I''s

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da I"s)
Jump to navigation Jump to search

I"s

Manga

Immagine Is logo.jpg.
Titolo originale

アイズ
Aizu

Lingua originale Giapponese
Paese Giappone
Genere Shōnen, Sentimentale
Autore Masakazu Katsura
Testi italiani Ryeko Fukuda (testi)
Mario Rivelli (adattamento)
Editore Shueisha
Pubblicazione 1997 - 1999
Editore italiano Star Comics, collana Express n. 28;30;32;34;36;
38;40;42;44;46;
48;50;52;54;56
Pubblicazione italiana ottobre 2000 - febbraio 2003

I"s, manga di Masakazu Katsura pubblicato in Giappone dal 1997 al 1999.

Citazioni[modifica]

Capitolo 5, Il coraggio[modifica]

[I capitoli del manga sono indicati solo con il titolo; il numero riportato accanto al titolo indica la progressione all'interno dell'opera]

  • Soltanto al principe azzurro delle favole... non interessano le donne nude! (Ichitaka)

Capitolo 13, La camera vuota[modifica]

  • Più si litiga più si fa la pace... vero? (Iori)

Capitolo 44, La perdita della fiducia[modifica]

  • I sentimenti degli uomini non sono mai chiari come la matematica. (Ichitaka)

Capitolo 51, Un cuore in inverno[modifica]

  • Sono un pessimo elemento! Scontroso e così poco solare... Il mio cuore è sempre in inverno... al gelo dell'inverno... (Ichitaka)
  • Senti, Ichitaka. Non solo non si capiscono con chiarezza i sentimenti degli altri, ma molto spesso neanche i propri. [...] Prima o poi tutti si tormentano per amore e forse questa è l'unica strada per crescere. Nel frattempo ripeteranno sempre lo stesso errore. Se ti fermi a crogiolarti nel tuo tormento, per te non cambierà mai niente. (Teratani[1])

Capitolo 66, Izumi Isozaki[modifica]

  • Izumi: Adesso che conosciamo i nostri nomi non credi che possiamo vederci di nuovo?
    Ichitaka: Eh? [...]
    Izumi: Hai detto qualcosa? Be', che ne pensi... sono stata troppo invadente?
    Ichitaka: Mh... ecco io...
    Izumi: Non mi dire che non hai mai sentito questo detto! «Se conosci il suo nome puoi sempre chiamarla e incontrarla ancora...»
    Ichitaka: Ma dove l'hai sentito?
    Izumi: In un libro di magia che ho letto quand'ero alle elementari. [...] Comunque ci credo.

Capitolo 92, Intuizione acuta[modifica]

  • Se pensi male di ogni cosa, anche la fortuna prima o poi ti molla, sappilo! (Teratani)

Capitolo 114, In viaggio verso casa[modifica]

  • Amare qualcuno è un gioco libero... Anche se ha la ragazza fissa, chi lo cattura vince. (Izumi, rivolta a Ichitaka)
  • Quando andavo alle elementari, la maestra, salutandoci, ci diceva "In viaggio fino a casa"... che significava dirigersi verso casa come fosse una meta, senza distrarsi e stando attenti alle macchine... [...] Gli altri ragazzi vedono la meta e vanno con i piedi per terra... invece, io non vedo niente... e alla fine non me ne va bene una... (Ichitaka)

Capitolo 140, I giorni che passano, il tempo che non ritorna[modifica]

  • Cosa resta del proprio sogno, se per realizzarlo si devono calpestare i sentimenti degli altri? (Teratani)

Capitolo 143, Prendere il sogno nelle proprie mani[modifica]

  • Può darsi che... tu non ti sia ancora accorto del tuo sogno... Il motivo per cui ero attratta da te, che in fondo sei uno stupido e un buono a nulla... era solo ed esclusivamente questo... Ricordi che tu ce la mettevi tutta per Iori? Questo significa... [...] che volevi renderla felice... Volevi essere felice insieme alla persona che ami, vero? È il sogno di chi pensa a chi ama e non a se stesso. Ma questo sogno è solo per pochi... perciò io sono molto felice! Perché sono diventata come te! (Itsuki, dal video a Ichitaka dove gli confida di aver trovato una persona che ama)

Note[modifica]

  1. Per il personaggio dell'amico di Ichitaka, che viene chiamato sempre per cognome, si usa l'indicazione Tearatani al posto del nome proprio Yasumasa.

Bibliografia[modifica]

  • Masakazu Katsura, I"s, traduzione di Ryeko Fukuda (testi) / Mario Rivelli (adattamento) sotto la supervisione della Shueisha, Star Comics – collana Express volumi 28, 30, 32, 34, 36, 38, 40, 42, 44, 46, 48, 50, 52, 54, 56, Perugia, ottobre 2000 – febbraio 2003

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]