Iain Chambers

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Iain Michael Chambers (1949 – vivente), antropologo e sociologo britannico.

Citazioni di Iain Chambers[modifica]

  • Nel suo aperto rifiuto della socialità, il walkman riafferma tuttavia la partecipazione a un ambiente condiviso. Esso prende parte direttamente alla trasformazione nell'orizzonte della percezione che caratterizza la fine del ventesimo secolo e ci presenta un mondo che si frantuma in seguito alla crescente accumulazione nei media di segni, di suoni e di immagini che si intersecano. [...] Ogni ascoltatore e/o esecutore seleziona e riadatta il contesto sonoro circostante e, costruendo un dialogo con esso, lascia una traccia nell'ambiente. Il walkman, come la radio a transistor, il computer portatile, il telefonino e, soprattutto, la carta di credito, è uno degli oggetti privilegiati del nomadismo contemporaneo. Tuttavia, mentre il computer e la disponibilità di credito globale trasmettono la persona attraverso uno spazio atopico in una realtà virtuale più che corporea, dove il tempo è "fatale" e lo spazio incidentale, il walkman riporta invece il mondo alla persona, riafferma il corpo e segnala laconicamente un'identità diasporica transitoriamente messa insieme. Come nella descrizione di Walter Benjamin gli archi di Parigi gettano luce sugli interni, il walkman porta il mondo esterno nell'architettura interna delle identità.[1]

Note[modifica]

  1. Da Paesaggi migratori: cultura e identità nell'epoca postcoloniale, Meltemi, Milano, 2018, p. 51. ISBN 9788883539497

Altri progetti[modifica]