Interceptor - Il guerriero della strada

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Interceptor - Il guerriero della strada

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Mad Max 2: The Road Warrior

Lingua originale inglese
Paese Australia
Anno 1981
Genere Fantascienza, drammatico, azione
Regia George Miller
Sceneggiatura Terry Hayes, George Miller, Brian Hannant
Produttore Byron Kennedy
Interpreti e personaggi

Interceptor – Il guerriero della strada, film australiano del 1981 con Mel Gibson, regia di George Miller.

Incipit[modifica]

La mia vita si spegne e la vista si oscura. Mi restano soltanto alcuni ricordi di un caos immane: i sogni infranti delle terre perdute. E l'ossessione di un uomo sempre in lotta: Max.
Era figlio dei tempi in cui l'uomo viveva sotto il dominio dell'oro nero. E i deserti brillavano per le fiamme delle gigantesche torri che estraevano il petrolio.
Ora tutto è distrutto, scomparso; come e perché non lo ricorda più nessuno, ma è certo che un immane conflitto annientò due grandi potenze. Senza il petrolio l'uomo tornò alle sue origini primitive e tutte le sue macchine favolose andarono in rovina. Tutti i popoli tentarono di raggiungere un accordo, ma nessuno riuscì a fermare la valanga del caos. Nel terrore dei saccheggi e nelle fiamme della violenza il mondo scoppiò. E tutte le sue città crollarono una dopo l'altra.
L'uomo si nutrì di carni umane per sopravvivere.
Su tutte le strade vincevano coloro che avevano la forza e i mezzi per piombare sulle vittime e depredarle, anche dell'ultimo respiro; niente aveva più valore di una piccola tanica di benzina.
I deboli scomparivano senza lasciare neanche il segno di una croce su delle misere pietre.
Nel ruggito di un motore, quelli come Max si difendevano dai demoni del passato e dalle inutili speranze di un futuro svuotati di ogni sentimento umano, condannati a inseguire ogni piccola traccia di vita nelle Terre Perdute.
E alla luce di quei giorni desolati, Max imparò a dominare il suo destino. (Kid anziano)

Frasi[modifica]

  • Non ho mai visto nessuno afferrare un serpente come fai tu... Chi sei? Eh? Riflessi pronti, i tuoi s-sono prontissimi! Ah ah! ...Io però sono molto più intelligente di te! (Capitano Gyro)
  • Guarda là... Che ti avevo detto? Li ho scoperti quattro giorni fa, sono rimasto fra i serpenti, giorno e notte! A spiarli. A scervellarmi su come sarei riuscito ad arrivare fino a loro e prendere la benzina che mi serve. E le pompe vanno avanti, giorno e notte, e tirano fuori petrolio... Che brucia. Che uccide. Che sostiene il loro potere. Hanno tutto. Loro sì che hanno tutto! Sono in trenta laddentro, hanno arpioni, lanciafiamme, mitra... Non entrerebbe vivo neanche un serpente, figurarsi un uomo. E poi sono arrivati quei vermi, li hanno cominciato ad attaccare, impazziti dall'odore della benzina, accecati dalla rabbia di non riuscire a entrare e mettere le mani su quel rimorchio-cisterna, perché la benzina sta lì dentro e ce ne tanta, molta più di quanto tu ne voglia... Ecco la cisterna! La vedi? È già quasi piena. Ma lì dentro riuscirai ad entrare solo tu... Io resto fra i serpenti! (Capitano Gyro)
  • Io di questo non mi fido, non dargli niente! (Guerriera)
  • Uccidete il cane! Almeno il cane! (Membro della Tribù del Nord)
  • Ascoltate il nostro signore, Lord Humungus! L'eroe delle Terre Perdute! ...L'ayatollah di tutti gli ultimi guerrieri! (Toadie)
  • Sono altamente contrariato... Mi avete obbligato ancora una volta a scatenare i miei mastini. Guardate che cosa resta delle vostre truppe. Perché vi ostinate egoisticamente a non voler condividere la benzina con noi. Ascoltatemi, gli uomini che ho catturato mi hanno detto che volete lasciare per sempre le Terre Perdute. Li avete mandati a cercare una motrice per portare via la cisterna con tutta la benzina... Che miserabile piano! Guardatevi intorno... Questa è la valle della morte! (Lord Humungus)
  • La vita degli Humungus è troppo preziosa e non voglio rischiare altre perdite. Perciò vi offro un compromesso onorevole: andatevene, non danneggiate quello che avete lì dentro e lasciatemi tutto intatto, vi risparmierò la vita! Io vi permetterò di raggiungere i confini delle Terre Perdute, soltanto così avranno fine per voi i giorni dell'orrore... Aspetto una vostra risposta, e vi do un giorno per decidervi! (Lord Humungus)
  • Ammesso pure che mantenga la sua parola... E ce ne andiamo di qui sani e salvi... E poi? Vaghiamo nelle Terre Perdute per finire come loro! Dei selvaggi! (Pappagallo)
  • Due giorni fa ho visto una motrice che può rimorchiare la cisterna. Se volete andarvene, parlate con me! (Max)
  • Tu! Non mi sfuggirai! Io ti ucciderò! (Wez)
  • Io... Ti ho giudicato male. Scusami. (Guerriera)
  • Avete osato sfidarmi! La mia vendetta sarà terribile, non avete più scampo! Nessuno di voi uscirà vivo! Nessuno! Io, Lord Humungus, vi bagnerò nel vostro sangue! Wez! Tu avrai la tua vendetta! Ammazzateli tutti! Fate tremare tutta la terra! Piombate su di loro come falchi e squartate i loro fetidi corpi! Impalateli con le vostre lance, cavategli gli occhi! Questa notte sarà il nostro trionfo! Squarceremo le tenebre con la nostra forza! (Lord Humungus)
  • Io guiderò la motrice. O riesco a passare, o salto in aria. Ormai loro vogliono soltanto la cisterna con la benzina, perciò attaccheranno tutti me, e voi dovete approfittarne. Non perderanno tempo ad inseguire voi, non esitate, appena fuori sparpagliatevi in piccoli gruppi e dirigetevi a Nord. A duecento miglia da qui sempre a Nord c'è un ponte distrutto su un fiume in secca, ci ritroveremo lì. E se al tramonto non mi vedete arrivare, proseguite e non fermatevi mai più. (Pappagallo)

Dialoghi[modifica]

  • Capitano Gyro: La benzina io lo so dov'è, e ce n'è quanta ne vuoi!
    Max: Dove?
    Capitano Gyro: A venti miglia da qui, la estraggono e la raffinano! [Imita i rumori della petroliera] Hanno un grosso serbatoio già pieno!
    Max: Balle! [Fa per ucciderlo]
    Capitano Gyro: No no no no no!!! È vero, è vero!! Ma non è un self service, questo no... Almeno non per me, ma per uno come te... Sì, molto facile!
    Max: Dove, dove, dove??
    Capitano Gyro: Se mi uccidi non saprai mai dov'è...
  • Capitano Gyro: L'accordo era che io ti portavo alla benzina e tu mi lasciavi andare!
    Max: L'accordo era che non ti avrei ucciso.
    Capitano Gyro: Dopo tutto quello che ho fatto per te?! [Max lo afferra]
    Max: ...Hai fatto un affare, di che ti lamenti?
  • Nathan: Grazie... Oh, grazie!
    Max: Di niente, l'ho fatto soltanto per la benzina.
    Nathan [ultime parole]: Quanta ne vuoi? Se mi riporti lì dentro...
  • Pappagallo: Chi sei? Come sei riuscito a passare? ...Tu devi rispondermi! Dove hai trovato Nathan?
    Max: A circa tre miglia da qui, incatenato. E abbiamo fatto un patto.
    Pappaggallo: E le altre tre macchine dei nostri, le hai viste?
    Max: Si dirigevano a Sud, ma le stavano già inseguendo. Lui mi ha promesso che se lo riportavo qui mi davate la benzina, vorrei andarmene.
  • Wez: No... Basta con le parole! Assaliamoli! E uccidiamoli tutti! Uccidiamoli! Uccidiamoli!
    Lord Humungus: Calmati!
    Wez: Uccidiamoli! Uccidiamoli! [Humungus lo afferra]
    Lord Humungus: Calmati... [Si mette a stringerlo forte fra le sue braccia] Calmati, non resistergli!
    Wez: Uccidiamoli..! Uccidiamoli... [Inizia a soffocare]
    Lord Humungus: Fermati, mia belva prediletta... Capisco il tuo strazio... Tutti noi abbiamo perso qualcuno che amavamo. Ma tu farai come dico io!
    Wez: Voglio il loro sangue...!
    Lord Humungus: Farai come dico io! ...Il loro terrore è il nostro alleato. La benzina sarà nostra. E dopo avrai la tua vendetta. [Wez perde i sensi] Portatelo via!
  • Max: La mia proposta è questa... Io vi porterò quella motrice, voi mi ridate la mia macchina e tutta la benzina che riesco a caricare.
    Difensore: Abbiamo perso altri otto uomini, stamattina. Sentiamo cosa farebbe lui.
    Max: Mi servono soltanto venti litri di gasolio e due di cherosene... Consideratelo un acconto.
    Guerriera: Dopodiché non lo rivediamo mai più!
    Curmudgeon: Tornerà, invece! Per la sua macchina.
    Guerriera: ...Allora accettiamo, il rischio è soltanto suo.
    Pappagallo: D'accordo, vai pure.
  • Capitano Gyro: Sai cosa mi manca più di ogni altra cosa? Una donna lavata... Profumata... Elegante... L'odore dei salotti, i cocktail...
    Max: Sta' zitto!
    Capitano Gyro: Caviale e champagne...
    Max: Zitto!
    Capitano Gyro: Le mutandine di pizzo, te lo ricordi il pizzo? E le calze nere? [Vede la sua vipera] ...Ah ah ah! Lo sapevo che avrebbe fatto buona guardia! Letali, letali questi serpenti! Nati per uccidere... [Il cane di Max cerca di strappargli la vipera dalle mani] No! No! Il serpente è mio! L'ho addomesticato io e ora lo mangerò io, vattene a trovare un altro! Vattene, vattene! Questo è mio, capito?! Io... Ho una ricetta per cucinare i serpenti! Deliziosi! Arrostiti nella loro... Pelle! Ha ha! Conservano tutta la fragranza, ricchi di proteine, sali minerali, ehm, vitamine, nutrono e mantengono la linea! L'intelletto umano è condizionato da ciò che mangia il corpo! [Il cane continua a tormentarlo] E vattene!! Voi due dovreste guardarvi allo specchio qualche volta, sembrate due bestie... [Vede che Max carica il suo fucile] ...Era scarica! Allora era sempre stata scarica! Mi hai imbrogliato... Che disonesto! Sei un porco!
    Max: Voglio dare un'occhiata al tuo elicottero.
    Capitano Gyro: E se nascondesse una trappola?
    Max: [Gli punta il fucile in faccia] Lo scoprirò!
    Capitano Gyro: Calma, calma..! Devi prima afferrare qualche nozione di aerodinamica per guidare un coso come quello...
    Max: Sta' zitto.
  • Pappagallo: Non ho tempo per lunghi discorsi, ma voglio che sia tu a guidare la motrice.
    Max: Spiacente. Il patto era chiaro. E io il mio lavoro l'ho fatto.
    Pappaggallo: Cosa vuoi di più? Dimmelo.
    Max: ...Ho già tutto quello che voglio.
    Pappagallo: Ma non hai un futuro. Io potrei offrirti una vita nuova, Max. E l'avrai, se verrai con noi.
    Curmudgeon: E poi non hai altra scelta. Guarda dove andiamo. [Mostrando un pacchetto pieghevole di cartoline di una località balneare] Che paradiso! A duemila miglia da qui, il mare, i fiumi e tanta roba da mangiare... Niente lavoro! Dovrai soltanto respirare...
    Max: No, grazie.
    Pappagallo: Ma allora tu che vuoi? Che cosa cerchi? È chiaro, Max, che tu non sei un uomo che non vuole niente! O ti basta così poco? Eh? Sprecare un giorno dopo l'altro... Come uno sciacallo! Non devi farlo. Non puoi vivere della carogna di un mondo che non esiste più! Qual è stata la tua tragedia, avanti, dimmela! Che ti è successo? Ne hai ammazzati troppi? O ne hai visti morire tanti? Hai perso la tua famiglia?! Ah, è così? Hai perso la tua famiglia e ora ti senti un dannato? Non sei una vittima?! [Max sferra un pugno a Pappagallo, che viene scaraventato a terra e ritorna in piedi dolorante] ...E se anche fosse così non sei l'unico. Qui tutti hanno perso tutto, ma nessuno si è arreso. Perché abbiamo ancora la dignità degli esseri umani. Ma tu, se vivrai come loro, non sarai niente!
  • Max: Se ancora vi sta bene, guido io la motrice.
    Pappagallo: Non ci interessa più. Troppo tardi.
    Max: Ma io vi chiedo soltanto di guidarla.
    Pappagallo: E come mai? Ti offri di farlo gratis?
    Max: Ormai non ho altra scelta!

Explicit[modifica]

E continuammo il nostro viaggio verso il nord, per arrivare al mare, dove saremmo stati liberi. Il pilota dell'elicottero divenne il nuovo capo, e come aveva previsto il capitano Valiant, riuscimmo a sfuggire per sempre agli Humungus, perché avevamo nascosto tutta la benzina nelle nostre macchine. Nella cisterna c'era soltanto sabbia. Io divenni un uomo, ed un giorno fui io ad essere eletto capo della grande Tribù del Nord. E Max? Nessuno lo vide più. Ormai egli vive soltanto nei nostri ricordi. (Kid anziano)

Altri progetti[modifica]