Invictus - L'invincibile

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Invictus - L'invincibile

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Invictus

Lingua originale inglese, afrikaans
Paese USA
Anno 2009
Genere drammatico, biografico
Regia Clint Eastwood
Soggetto John Carlin
Sceneggiatura Anthony Peckham
Produttore José Ortega, Daniel Muñoz, Gamboa, Mace Neufeld, Clint Eastwood
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Invictus – L'invincibile, film statunitense del 2009 con Morgan Freeman e Matt Damon di Clint Eastwood.

Frasi[modifica]

  • [guardando una partita di rugby] Tutti i bianchi tifano per il Sud Africa. Tutti i neri tifano per l'Inghilterra. Questo deve cambiare. (Nelson Mandela)
  • Fratelli, sorelle, questo è il momento di costruire la nostra nazione! (Nelson Mandela)
  • Il giorno in cui avrò paura di rischiare, non sarò più adatto a fare il leader. (Nelson Mandela)
  • I tempi cambiano; e dobbiamo cambiare anche noi. (François Pienaar alla sua squadra)
  • Noi dobbiamo provare a non essere quello che essi temono. Noi dobbiamo sorprenderli con la compassione. (Nelson Mandela)
  • Se io non so cambiare quando le circostanze lo impongono come posso chiedere agli altri di cambiare? (Nelson Mandela)
  • Come ha fatto a passare trent'anni in una minuscola cella e a perdonare quelli che ce l'avevano con lei? (François Pienaar a Mandela)
  • Sono io il padrone del mio destino, il capitano della mia anima. (Nelson Mandela)
  • Il passato è passato. Noi guardiamo al futuro, adesso. Ci serve il vostro aiuto. Vogliamo il vostro aiuto. Se vi andasse di restare, voi rendereste al vostro paese un grande servizio. Tutto ciò che vi chiedo, è di fare il vostro lavoro col massimo dell'impegno e con partecipazione. Io prometto di fare lo stesso. Se riusciremo a fare questo... il nostro paese sarà una grande luce nel mondo. (Nelson Mandela)
  • Il perdono libera l'anima e cancella la paura. (Nelson Mandela)

Dialoghi[modifica]

  • Feyder: Sai cosa dicono del calcio? Che è un gioco da gentiluomini giocato da selvaggi. Invece il rugby è un gioco da selvaggi giocato da gentiluomini.
    Linga: Sì, sì, l'ho già sentita questa, e non faceva ridere neanche la prima volta.
  • Nelson Mandela: Qual è la tua filosofia della leadership? Tu come ispiri la tua squadra a dare il meglio?
    François Pienaar: Con l'esempio. Ho sempre dato l'esempio per guidarli.
    Nelson Mandela: Oh, questo è giusto, sì. Questo è sacrosanto. Ma come fare a renderli migliori di quanto loro credano di essere? È questo che io trovo difficile. Con l'ispirazione è possibile. Ma come facciamo a ispirarci alla grandezza quando niente di meno ci può bastare? Come facciamo a ispirare quelli che ci circondano? A volte io credo che la risposta sia nel lavoro di altri.
  • Nerine [riferendosi a Mandela]: Allora? Che voleva?
    François Pienaar: ...Credo che voglia che vinciamo la coppa del mondo.
  • Uomo: Secondo gli esperti, arriveremo ai quarti di finale e non oltre.
    Nelson Mandela: Secondo gli esperti, tu ed io dovremmo essere ancora in cella.

Poesia[modifica]

  • [Mandela in prigione, nella visione di François Pienaar]
    Dalla notte che mi avvolge,
    nera come la fossa dell'Inferno,
    rendo grazie a qualunque Dio ci sia
    per la mia anima invincibile.
    La morsa feroce degli eventi
    non m'ha tratto smorfia o grido.
    Sferzata a sangue dalla sorte
    non s'è piegata la mia testa.
    Di là da questo luogo d'ira e di lacrime
    si staglia solo l'orrore della fine.
    Ma in faccia agli anni che minacciano,
    sono e sarò sempre imperturbato.
    Non importa quanto angusta sia la porta,
    quanto impietosa la sentenza,
    io sono il padrone del mio destino,
    il capitano della mia anima.

Altri progetti[modifica]