Italo Moscati

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Italo Moscati

Italo Moscati (1937 – vivente), scrittore, sceneggiatore, regista, critico televisivo, critico teatrale e critico cinematografico italiano.

Citazioni di Italo Moscati[modifica]

  • [Su '1200 kilometri di bellezza'] Invece di fare la denuncia di quello che non va, perché lo sappiamo, ho cercato di far vedere che cos'è la bellezza del nostro paese, senza compiacimenti.[1]
  • L'intrattenimento è una grande potenza artistico-culturale. Se pensiamo che basta una canzone, una piccola canzone, per muovere le memorie delle persone che l'hanno anche ascoltata al fronte.[2]
  • [Su Paolo Sorrentino] Nessuno come lui, da anni ormai, è riuscito a catalizzare attenzione, suscitare polemiche, controversie, rancori, interesse. Senza fare nulla per segnalarsi – non è ancora un "ragazzo prodigio" –, se non lavorare sodo, creare, cogliere le occasioni che gli si presentano.[3]
  • Senza forse, basandosi sulle sue parole, si può arrivare a dire che Fellini diventò regista per corteggiare e possedere i volti, le facce; e naturalmente i corpi. Li ha così amati da non volerli abbandonare e da affidare loro il compito di essere i suoi testimoni. [...] Spettatori. Una folla. Che cercava i suoi film e li cerca ancora. Mi piace immaginare che Fellini stia disegnando facce e sagome, come gli piaceva fare [4]
  • [Su Generazioni d'amore di Ottavio Rosati] Un canto d'amore sommesso e potente. Complimenti, tutto molto bello e curioso. Meglio sentirlo e dimenticarlo quando torna il coraggio di quel che sei stato e sei. [...] Uccidi la gattoparda: la principessa avvelenata verso il mondo, verso di te, colpisci presto, con un colpo netto, con decisione, definitivamente. [5]
  • [Su Sergio Leone] Un talento che metteva insieme le emozioni dell'infanzia, gli occhi sgranati di un salgariano che vive nelle montagne, una sua capacità di vivere le emozioni [...] È un cinema violento? In realtà è un cinema poetico in cui anche la violenza, i personaggi sono trattati con quello humour, quella sensibilità che fa di Sergio Leone non un semplice regista ma un poeta.[6]

Note[modifica]

  1. Sul documentario 1.200 kilometri di bellezza, Istituto Luce, Roma, 2016. [1] disponibile su Youtube.com.
  2. Dall'intervista sul libro Così amavamo così ameremo, Rai Eri, 2013. [2] disponibile su Youtube.com.
  3. Da The young Sorrentino: Il ragazzo vissuto su una panchina, Castelvecchi, 2017, p. 42. ISBN 978-88-328-2065-2
  4. Da Federico Fellini - cent'anni: amori, film, marmi, Castelvecchi, Roma, 2019
  5. Citato in Recensioni a 4 decenni, Plays.it.
  6. Dall'intervista C'era una volta Sergio Leone TV2000it, 28 aprile 2015. Video disponibile su Youtube.com.

Filmografia[modifica]

Altri progetti[modifica]