Jean Bertaut

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Jean Bertaut (1552 – 1611), poeta francese.

Citato in Dictionary of quotation by Thomas Benfield Arbottle and Colonel Philip Hugh Dalbiac[modifica]

  • Salvare una città vale più che fondarla.
Sauver una ville est plus que la fonder.[1] (p. 205)
  • (Perché) la donna è comne una città: | quando ne è così facile la presa, | è difficile da tenere.[2]
(Car) la femme est comme une ville: | quand la prise en est si facile, | elle est difficile à garder. (p. 105)
  • La memoria dei morti serve loro come una seconda vita.
La mémoire des morts leur sert d'une autre vie.[3] (p. 110)
  • Sopporta un male necessario, e pensa che non si può | sfidare meglio il destino che volendo ciò che esso vuole.
Souffre un mal nécessaire, et pense qu'on ne peut | braver mieux le destin qu'en voulant ce qu'il veut.[4] (p. 211)
  • Spesso cercare troppo fa anche trovare troppo.
Souvent trop chercher fait aussi trop trouver.[5] (p. 211)

Note[modifica]

  1. Da Au Roi. Pour le convier de revenir a Paris (Al Re. Per invitarlo a ritornare a Parigi.), Edizione 1891, p. 38.
  2. Da Chanson, Edizione 1891, p. 370.
  3. Da Discurs Funèbre sur la mort de Lysis (Discorso funebre sulla morte di Lysis), Edizione 1891, p. 144.
  4. Da Sur le Trépas de Monsieur de Ronsard, (Sulla morte del Signor de Ronsard), Edizione 1891, p. 127.
  5. Da Timandre, Edizione 1891, p. 226.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]