Jean Mitry

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Jean Mitry (1907 – 1988), critico cinematografico e regista francese.

  • Con Nosferatu, gli esterni reali riprendono importanza. Se il regista gira nelle cittadine medioevali sulle rive del Reno o vicino al Baltico, lo fa soltanto per ritrovare nelle strane facciate delle case o nelle lande deserte il senso del bizzarro, l'aspetto sinistro delle cose, un universo di solitudine e di desolazione; per animare il mondo inorganico, dissolvere i corpi nelle tenebre; per esprimere insomma il sovrannaturale per mezzo della natura stessa. Non si tratta più del fantastico di un ambiente strano, dello sdoppiamento dell''io', del peso delle ombre; non si tratta più di Hoffmann o Chamisso, ma di Hölderlin, Novalis o Jean Paul; della notte dell'anima, dell'angoscia metafisica nel suo potente orrore. ( daStoria del cinema sperimentale, Milano, Mazzotta, 1971[1])

Note[modifica]

  1. Citato in Antologia critica, IlCinemaRitrovato.it.

Altri progetti[modifica]