João Goulart

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Goulart nel 1961

João Belchior Marques Goulart (1918 – 1976), avvocato e politico brasiliano.

Citazioni di João Goulart[modifica]

  • Non ho alcun desiderio di veder accoppiare una guerra civile e dal più profondo del cuore desidero che l'ordine sia ristabilito.[1]
  • Bisogna stringere la cinghia e resistere; solo così possiamo salvare il nostro Paese.[2]
  • Il Brasile ha già superato la fase peggiore. Ma non possiamo riposare sugli allori: ora abbiamo bisogno della fiducia del mondo. Tutto dipenderà dalle riforme che riusciremo a realizzare a breve scadenza, riforme che daranno certamente un nuovo volto al nostro Paese.[3]
  • Falsi difensori dell'ordine e agitatori di professione cospirano contro il Brasile. [...] La Nazione esige che si colpiscano i responsabili e che si ponga termine all'intollerabile provocazione contro la nostra organizzazione democratica.[4]
  • Senza una riforma della Costituzione ogni riforma agraria in Brasile non sarà altro che un affare d'oro per i proprietari di terre, che intascheranno più danaro di quello che le loro terre valgono.[5]
  • Se il sangue dovesse scorrere, ne sarebbero responsabili le minoranze reazionarie che vogliono difendere con tutti i mezzi certi privilegi inammissibili.[5]
  • [Dopo il colpo di Stato in Brasile del 1964] È bastato che io firmassi il decreto regolante l'esportazione delle valute, è bastato che espropriassi alcune raffinerie private di petrolio, è bastato in una parola, che io prendessi concretamente la difesa dei poveri e cercassi di costruire un Brasile nuovo e veramente indipendente che subito gli agenti dei "trusts" internazionali hanno scatenato contro di me una campagna della quale voi vedete ora gli amari frutti.[6]
  • [Dopo il colpo di Stato in Brasile del 1964] Brasiliani! Abbiate fiducia nelle libere istituzioni! Prima o poi, avremo l'ultima parola![6]
  • [Dopo il colpo di Stato in Brasile del 1964] Cercare di soffocare con la forza le aspirazioni popolari è insensato, perché tali aspirazioni sono profonde e non certo nate oggi.[7]

Citazioni su João Goulart[modifica]

Ferdinando Vegas[modifica]

  • Goulart aveva accentuato i toni di sinistra, urtando così contro l'opposizione moderata e conservatrice per la quale simpatizzavano i militari. Furono queste forze ad abbatterlo.
  • Goulart, che gli avversari dipingono come un pericoloso sovversivo di estrema sinistra, è in realtà un tipico esponente di un certo generico programma brasiliano: sincero indubbiamente, ma molto più capace di parole che non dei fatti, duri e severi, che sarebbero necessari per dominare la crisi di crescenza del Brasile.
  • L'ultimo presidente legittimo, Goulart, passava per un pericoloso uomo di sinistra; tacciato di filo-comunismo; era invece un tipico politicante della vecchia scuola di Vargas, tra nazionalista e progressista. Bastò che tentasse una modesta riforma agraria perché l'«oligarchia» reagisse violentemente.

Note[modifica]

  1. Citato in Goulart in viaggio per il Brasile "Voglio evitare la guerra civile", La Stampa, 31 agosto 1961
  2. Citato in Il presidente del Brasile invita all'austerità per "salvare il paese, La Stampa, 24 gennaio 1963
  3. Citato in Il Presidente del Brasile oggi in visita al Quirinale, La Stampa, 30 giugno 1963
  4. Citato in "Agitatori di professione cospirano contro il Brasile", La Stampa, 4 ottobre 1963
  5. a b Citato in Il Brasile va a sinistra, L'Unità, 20 marzo 1964
  6. a b Citato in Goulart fuggito a Porto Alegre lancia un appello alla resistenza, La Stampa, 2 aprile 1964
  7. Citato in Il peso dei generali, La Stampa, 3 aprile 1964

Altri progetti[modifica]