Fronte dell'Uomo Qualunque

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da L'Uomo Qualunque)
Jump to navigation Jump to search
Fronte dell'Uomo Qualunque

Fronte dell'Uomo Qualunque, partito politico italiano fondato nel 1946 e dissolto nel 1949.

Citazioni sul Fronte dell'Uomo Qualunque[modifica]

  • Grillo mi fa pensare all'Uomo Qualunque della mia giovinezza, capace di parlare agli scontenti, ma senza una vera idea. (Valentino Parlato)
  • Il Fronte dell'Uomo Qualunque, nell'Italia degli anni Quaranta, sembrava destinato a un successo travolgente. Ci ha lasciato solo qualche aneddoto e il termine qualunquismo. (Beppe Severgnini)
  • Il prototipo dell'uomo qualunque era mio padre, che valeva cinquanta volte più di me ed era cinquanta volte più povero. Comprai la casa a lui e a mia madre, ma loro vi morirono. Quando gli diedi la casa morirono, proprio come l'uomo qualunque morì quando gli diedi la poltrona di deputato. (Guglielmo Giannini)
  • L'Uomo qualunque è un movimento che costituisce al tempo stesso una sopravvivenza e un'anticipazione del fascismo [...] i suoi dirigenti [...] sono tristi speculatori delle sventure d'Italia, torbidi giocolieri che tentano di riesumare il fascismo vestendolo da pagliaccio. (Velio Spano)
  • Nel dopoguerra non c'era chi | urlava nei comizi più di un Cherokee. | Non c'erano tv colme di Nembo Kid, | né radio attive come nubi a Chernobyl. | C'era l'uomo qualunque, | sostenuto dal Fronte dell'Uomo Qualunque. | Nella schiena dei partiti | affondò le unghie: | "io non sono di destra | né di sinistra, | sono un uomo qualunque! | E lo stato è demagogo, | nel sistema bipolare non mi ci ritrovo..." | Ooh, | ferma tutto! | Devo aver avuto un herpes, | dato che questo sfogo non mi è nuovo. (Caparezza)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]