La Valchiria

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Frontespizio della partitura vocale di un'edizione del 1899 de Die Walküre

La Valchiria (Die Walküre), seconda delle quattro opere che costituiscono – assieme a L'oro del Reno, Sigfrido e Il crepuscolo degli dei – la tetralogia L'anello del Nibelungo, di Richard Wagner.

  • Wotan: Chiedi al tuo gesto;
    ti sarà chiara la colpa. (atto III, dalla rappresentazione al Teatro alla Scala del 7 dicembre 2010)
  • Wotan: Ecco si allontana
    il dio da te,
    e ti prende
    con un bacio l'immortalità. (atto III, dalla rappresentazione al Teatro alla Scala del 7 dicembre 2010)

Olimpio Cescatti[modifica]

  • Wotan: Nulla impareresti
    s'io ti volessi insegnare
    quel che mai puoi conoscere,
    prima che l'azione si compia.
  • Wotan: Presi me stesso
    nel mio laccio: -
    io di tutti il meno libero!
  • Wotan: Quel che tu fosti un tempo,
    ti disse Wotan:
    quel che adesso sei,
    dillo a te stessa!
    Non sei più figlia del mio desiderio;
    Valchiria sei stata:
    d'ora in poi sii
    quel che ancora tu sei!

[Richard Wagner, La Valchiria (Die Walküre), da Franco Manfriani, Das Rheingold, Der Ring des Nibelungen, traduzione di Olimpio Cescatti, Edizioni Pendragon, Bologna 2007. ISBN 978-88-8342-559-2]

Altri progetti[modifica]