La febbre del sabato sera

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

La febbre del sabato sera

Immagine Disco ball4.jpg.
Titolo originale

Saturday Night Fever

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1977
Genere musicale, drammatico, sentimentale
Regia John Badham
Sceneggiatura Norman Wexler e Nik Cohn
Produttore Robert Stigwood
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Doppiaggio originale (1978)

Ridoppiaggio (2002)

La febbre del sabato sera (Saturday Night Fever), film musicale del 1977 con John Travolta, regia di John Badham.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Guarda Tony, il futuro non si fa fottere, il futuro casomai fotte te! Quello t'aspetta sempre e se non sei preparato, ti fotte. (Dan)
  • È la prima volta che faccio entrare uno stupratore in casa mia. (Stephanie)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Tony: Voi la tenete da parte la roba con un acconto?
    Negoziante di abbigliamento: Basta che finisci di pagarla non oltre i vent'anni.
  • Frank: Non puoi saltare la cena.
    Tony: Ho messo la camicia pulita.
    Frank: E allora?
    Tony: E allora non mi voglio sbrodolare, tutto qui.
    Frank: Ah, se per questo non avere paura. Il sugo di tua madre non sporca, non sa di niente e non sporca.
  • Flo: Tony, mi accompagni in chiesa più tardi?
    Tony: Ma non ci sei andata già oggi?
    Flo: Sì, a confessarmi. Ma devo pregare per una cosa.
    Tony: Per cosa?
    Flo: Perché padre Frank Junior mi telefoni.
    Linda: E perché non lo chiami tu?
    Flo: Deve essere lui a chiamarmi, è il figlio che deve telefonare alla madre.
    Tony: Ma come sarebbe? Tu vai in chiesa perché Dio ti faccia chiamare da Frank Junior?
    Flo: Certo.
    Tony: La fine del mondo. Tu stai scambiando Dio per un centralinista.
  • Stephanie: Io sto crescendo, sto crescendo. Sto crescendo anche come persona. Io sto crescendo, capisci? Tu non hai neppure idea di quanto sto crescendo.
    Tony: Mettiti le scarpe basse!
  • Stephanie: Lavori in un negozio di vernici, e magari vivi in famiglia, vai in giro con gli amici e il sabato sera spendi tutti i tuoi soldi all'Odissea 2000. Dico bene?
    Tony: Dici bene, sì.
    Stephanie: Tu sei uno fatto in serie. Non sei nessuno. E non arriverai da nessuna parte.
    Tony: E tu chi cazzo sarai mai, la principessa sul pisello?
    Stephanie: Sì, può darsi. Faccio un corso serale alla New School e il prossimo trimestre ne farò due. Tu scommetto che non sei andato neanche al College.
    Tony: No, infatti.
    Stephanie: Ma ci hai pensato ad andare al College?
    Tony: No.
    Stephanie: Mai, mai?
    Tony: No, e tu?
    Stephanie: A quei tempi no, ma...
    Tony: E allora perché cazzo rompi tanto le palle?
    Stephanie: Ma perché non hai mai desiderato ad andare al College?
    Tony: Te ne vai a fare in culo? Non l'ho mai desiderato. E Allora? Cristo Santo, che è, un delitto?

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]