Francesca Guadagno

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Francesca Guadagno (1967 – vivente), doppiatrice italiana.

Citazioni di Francesca Guadagno[modifica]

  • Essere famosa all'età di otto anni e mezzo con la gente che come ti vede, ti circonda è stata un'esperienza a volte difficile da superare. Renditi conto che, quando la mia mamma mi portava al parco a giocare, venivo accerchiata dai miei coetanei, senza rendermi conto che era un gesto di popolarità.[1]
  • Io avevo [...] otto anni, e per volere di Modugno cantavamo sempre dal vivo questa canzone [Piange il telefono] perché a lui faceva piacere. Mi ricordo di una volta a Sanremo, dove lui mi raccomandava che nell'ipotesi avessi sbagliato, non avrei dovuto mettermi a piangere in quanto lui, essendo vicino a me, mi avrebbe aiutato a riprendere la canzone. Quando siamo andati in diretta per cantare, a sbagliare fu lui. Confuse un pezzo con un altro, ed io invece incurante di questo errore riuscii a cantare bene la canzone. Finita la nostra esibizione, ricordo che Mimmo mi disse scherzando: "Sei un mostro, sei riuscita a non sbagliare tu, ma ho sbagliato io". Solamente adesso, mi rendo conto dell'occasione che ho avuto da bambina, ma che all'epoca, vista la mia piccolissima età, non ho saputo sfruttare appieno.[1]
  • Mimmo è stato per me come un secondo papà, ho un ricordo molto bello di quel periodo. Volle a tutti i costi insegnarmi le sue canzoni che non conoscevo, e ricordo che quando cantavamo in diretta era terrorizzato che io sbagliassi.[2]
  • Per recitare bisogna usare la fantasia... è reinventarsi in ogni ruolo che ci viene proposto. È divertente interpretare una regina, o credersi di essere Cameron Diaz, o Marisa Tomei per qualche ora e poi tornare alla propria vita di tutti i giorni.[2]
  • Se [il voler essere un doppiatore] è una passione, un sogno bisogna continuare a rincorrerlo fino a cento anni. Non esistono limiti di età ma soltanto di testa. Purtroppo molte persone si avvicinano a questo mondo pensando solo ad essere riconosciuti per strada o pensando ai soldi. Beh, sappiate che per uno conosciuto ce ne sono mille che fanno la fame e sappiate anche che questo è un mestiere, che va fatta la gavetta, che bisogna essere umili e se c'è talento alla lunga verrà fuori.[2]
  • [Su Tutti pazzi per Mary] Tante le risate che ci siamo fatti durante il doppiaggio, ci fecero fermare fino a quando non ci passò questa ventata d'allegria.[1]
  • Tutti pazzi per Mary è un film geniale e le risate quando lo doppiammo non finivano mai. Sicuramente la scena del "gel" sui capelli... fu la più divertente anche perché non la vedemmo e la incidemmo direttamente, la sorpresa fu tanta che dovemmo interrompere l'incisione e aspettare alcuni minuti che ci passò la ridarella.[2]

Doppiaggio[modifica]

Film[modifica]

Film di animazione[modifica]

Film TV e miniserie[modifica]

Telefilm[modifica]

Anime[modifica]

Note[modifica]

  1. a b c Da Intervista a Francesca Guadagno, AntonioGenna.net, febbraio 2006.
  2. a b c d Da Intervista esclusiva a Francesca Guadagno, Supereva.it.

Altri progetti[modifica]