La tata

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

La tata

Serie TV

Questa voce non contiene l'immagine della fiction televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

The Nanny

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno

1993-1999

Genere sit-com
Stagioni 6
Episodi 146
Ideatore Fran Drescher, Peter Marc Jacobson
Rete televisiva CBS
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La tata, serie televisiva statunitense trasmessa dal 1993 al 1999.

Indice

Stagione 1[modifica]

Episodio 1, Il miliardario e la bambinaia[modifica]

Episodio 2, Saranno fumosi[modifica]

  • [...] ma i pozzi puzzano e se vivi in pizzo ai pozzi puzzi per un pezzo. (Francesca)

Episodio 4, La prima cotta[modifica]

  • Che lagna voi uomini, non sopportate il dolore, vi spaventa; mai un uomo che partorisca! (Francesca)

Episodio 7, L'amica immaginaria[modifica]

  • C'è chi c'è e chi non c'è; lei c'è, Gwen[1] non c'è; che problema c'è? Ma non è meglio un mondo in cui Gwen c'è e Grace non c'è. (Brighton)
  • Francesca: Ha provato a telefonare alla strizzacervelli?
    Maxwell: Era uscita... era dal suo psicanalista.
  • Psicologa: Tu lo sai quale è la vera ragione per cui non hai bisogno di Gwen[1]?
    Grace: Che adesso ho Francesca.
    Francesca: Oooh, mi lasci senza parole.
    Maxwell: Questo è un miracolo.
    Psicologa: No, sono cose che accadono spesso in psicologia.
    Maxwell: No, il miracolo è che sia senza parole.

Episodio 12, Lo spettacolo va avanti[modifica]

  • Brighton: Neils, questa bistecca è un po' dura!
    Niles: E la vita anche... e poi si crepa.
  • Francesca: Ho dato il mio primo ordine da regista.
    Niles: Potrò dire: "Io c'ero!".
  • Bambina: Mamma, quando si mangia qui?
    Mamma: Hai già mangiato ieri!

Episodio 13, La signora di vent'anni fa [modifica]

  • Maggie: Sai cosa è lo yoga?
    Francesca: L'orso?... Ma non si chiama Yoghi?

Stagione 2[modifica]

Episodio 7, Fallimento fallito[modifica]

  • Maxwell: Romeo e Giulietta l'abbiamo fatto al college
    C.C.: Oh tu sarai stato uno splendido Romeo
    Maxwell: No in verità facevo padre Lorenzo... guai ad essere in classe con un nipote di Laurenc Olivier
  • Brighton: Sono Dracula e ora ti succhierò tutto il sangue come da un biberon
    Grace: Non mi fai paura
    Brighton: Ah sì? Sono C.C il mostro, tra poco sposerò tuo padre e tu finirai in un collegio in Svizzera
    Grace: AHHHH!!!

Episodio 9, Investimenti incauti[modifica]

  • No, no, io non credo affatto che tu sappia con chi stai parlando! Io ho gli avvocati, io ho i soldi, e ho il tuo indirizzo. So dove sei andata ad abitare. Tu maledirai il giorno in cui hai conosciuto C.C. Babcock. Ciao mamma, baci baci! (C.C.)

Episodio 17, Una dieta rigorosa[modifica]

  • C.C. [entrando in cucina con una tazza]: Niles, ancora del tè. [Niles taglia le verdure e la ignora] Io vorrei ancora un po' di tè, Niles. [Niles la ignora ancora. C.C. si spazientisce] Lei è un domestico? Allora serva!
    Niles [vedendo entrare il signor Sheffield]: Gradisce un po' di tè, signorina Babcock?
    C.C. [urlando]: Lei lo sa benissimo che voglio ancora un po' di tè, vecchio imbecille! Me lo versi!
    Maxwell: C.C.! Non parlare a Niles in quel modo, poverino, non può leggerti nel pensiero!
    Niles: Oh, non fa niente, signore, forse il mio udito non è più quello di una volta. [a C.C.] Mi perdoni!

Episodio 21, Scampato pericolo[modifica]

  • Francesca: Indovinate chi ha trovato un lavoro
    C.C.: [euforica] Oh che notizia cara Francesca, non deve neanche dare il preavviso, se ne vada subito... tenga, questo in segno della mia gratitudine [le dà un orologio d'argento]
    Francesca: Oh signorina Babcock, non so cosa dire... anzi sì, non è mio quel lavoro, è per Maggie
  • Maggie: Non so Francesca, penso che papà avesse ragione
    Francesca Tesoro, primo non dire mai cose del genere

Episodio 22, Quando il maggiordomo canta[modifica]

  • Comincia il primo tempo con una stupenda ballata cantata da Niles... [esitando] Niles maggiord...Niles De' Maggiordomis, signore e signori. (C.C.)
  • [a Maxwell] Non preoccuparti. Adesso aggiusto tutto con discrezione. [urlando] Adesso l'ammazzo! (C.C.)
  • Maxwell: Mi ascolti! Non ho parole per ciò che ha fatto! È l'episodio più vergognoso, più imbecille, più insultante che mi sia capitato!
    Francesca: Non ha detto che non aveva parole?
    C.C.: [brandendo un candeliere] Tieni, Maxwell: picchiala! Spaccale quella testa tutta capelli!

Stagione 3[modifica]

Episodio 7, Non perdiamo la calma[modifica]

  • C.C: Guarda qui Maxwell, Andrew Lloyd Webber è la soluzione del rebus di oggi
    Maxwell: Cosa? Perché non usano il mio nome per i loro giochi, ho anche prodotto più musical di lui
    Francesca: Ha ragione e i suoi sono molto più comodi, per quelli i biglietti si trovano subito per gli altri a volte si deve aspettare un anno
  • Maxwell: Ho una notizia buona e una bruttina Francesca, quella brutta è che si è incastrata
    Francesca: E quella buona?
    Maxwell: La sua crema per rassodare le cosce ha funzionato

Episodio 10, Scusi, mi aiuta a fare un figlio?[modifica]

  • Maxwell: Francesca ho il timore di averla trascurata troppo e di non averle detto abbastanza che ottimo lavoro sta svolgendo quì, le ho preso un buono per un regalo che che sceglierà da sucks; per scegliere con più calma si prenda la giornata libera
    Francesca: Aspetta una persona famosa, è chiaro
  • C.C: Senta servetto ah ah ah, non c'è qualcosa a cui deve togliere la polvere?
    Niles: Sì tutto il lato sinistro del suo letto
  • zia Assunta: Ma tu lo sai cosa vuol dire per un bambino crescere senza un padre?
    Francesca: Sì avevo un padre maestro elementare a Frosinone che aveva scuola e amante a Brescia
  • Guardi io le capisco e le ammiro quelle che hanno un figlio da sole però alla fine della giornata io aspetterò che il suo papà ritorni gli metterò tra le braccia il piccolino e gli dirò: tieni... cuccatelo tu io ho la canasta (Francesca)

Episodio 15, Francesca va a Broadway[modifica]

  • Brighton: Papà, Francesca lavora quì da 2 anni e ancora non hai imparato? Sta a sentire: Questo vestito mi ingrassa? No; Mi stanno bene i capelli? Sì; Il mio sedere si nota più del solito? Non c'è risposta sicura.
  • Maggie: Scusa se sapessi che Francesca ti ammazzerà per una cosa che le hai fatto e che l'ha molto danneggiata... tu glielo diresti o cercheresti di nasconderglielo?
    Maxwell: Andiamo Maggi, non ti ho forse insegnato che li devi affrontare i tuoi problemi? Che cosa puoi aver fatto a Francesca di così terribile?
    Maggie: Oh non io, tu!
    Maxwell: Niles la macchina io me ne vado al club

Episodio 18, Bruttina però tanto cretina[modifica]

  • Maxwell: Devo ricordarti, C.C., che io avevo già prodotto sette spettacoli in Inghilterra, prima che ti assumessi come segretaria!
    C.C.: Oh, li avevo quasi dimenticati, quei tuoi sette spettacoli. I critici come li chiamavano? Scemolo, Pisolo, Caccolo e Schifosolo

Episodio 21, Una perla in taxi[modifica]

  • [rivolgendosi a Elizabeth Taylor, molto emozionato]: Oh, il té è tronto, tignora Saylor. Sono il daggiormomo. [a Francesca] L'ho detto male, vero? (Niles)

Episodio 24, L'unto del Signore si può smacchiare?[modifica]

  • C.C.: Il nostro protagonista è andato sotto un autobus!
    Maxwell: [...] Oh mio Dio, questo è il disastro completo. Cioè, no...per fortuna abbiamo il sostituto.
    C.C.: Maxwell, [...] quel sostituto fa schifo!
    Maxwell [sentendo cantare Gary, il fidanzato di Francesca al pianoforte] Tu sai cosa facciamo ora, noi due?
    C.C. [equivocando, languida]: Ma certo. Un uomo è morto... la vita è così breve. Noi due andiamo nel tuo studio...
    Maxwell: Ci andiamo con Gary.
    C.C.: Io, te e Gary? A farlo in tre? Oh... tu parli del musical.

Stagione 4[modifica]

Episodio 1, Ritratto di un ritrattore[modifica]

  • C.C.: Oh, Maxwell, che paura avrai avuto! Lo sai che non riesco a immaginare niente di più terrificante?
    Niles [mostrandole uno specchio]: E perché? Guardi qua.

Episodio 2, Un sinistro all'orecchio sinistro[modifica]

  • Maxwell: Guardate quei due, un trentenne che bacia una ragazzina... avrà più o meno l'età di Maggie, ma dico dov'è suo padre-
    Francesca: Ciao Maggie!!
    Maxwell: Maggie? Somiglia tanto a Maggie o è Maggie?
  • Maxwell: Ma chi ti ha detto di chiamare il medico?
    Niles: La tata
    Maxwell: Scusa ma da quando comanda lei in casa?
    Niles: Sono 3 anni a Settembre

Episodio 3, Tutti i nidi vengono al pettine[modifica]

  • C.C.: Maxwell, scusami tanto per il ritardo, ho dovuto radunare tutta la roba. Disinfestano il mio appartamento.
    Niles: Fatica inutile, se poi lei torna a casa.
    C.C.: E fra l'altro, mi sarà molto difficile trovare un albergo dove accettano cani.
    Niles: Ma lei, vestita così, sembra una donna.
  • Niles: Qual è il suo segreto?
    Francesca: Io gliel'ho già detto, Niles. Lunghi capelli e gonne corte. È così che Mel Gibson ha preso l'Oscar. [riferimento a Braveheart - Cuore impavido]

Episodio 5, Mambo fatale[modifica]

  • Cos'è questa fregola di trovarti un marito subito? Chi, nella nostra famiglia, ti ha messo in testa questa scemenza assurda? (Zia Assunta)

Episodio 6, Indovina chi viene a cena?[modifica]

  • Brighton: Francesca devo lasciare queste lezioni di danza, sono piene di bei ragazzi muscolosi certo anche loro in cerca di pupe.
    Francesca: Non... necessariamente caro
  • Zia Assunta: Ah mi sento svenire... datemi qualcosa
    Niles: Le porto subito dell'acqua
    Zia Assunta: Nah, un bistecca, ha più proteine

Episodio 7, Su tasse e fedeltà mai la verità[modifica]

  • Francesca: Maggie! Cos'è quella roba che ti sei messa addosso? Non ti posso far uscire con quel top, è terribilmente indecente
    Niles: Ma il signor Sheffield è già uscito
    Francesca: È una favola! Attenta non macchiarlo così poi me lo presti.
  • [rivolto a castagna, il cane di C.C] Ma perché torni sempre? Non potevi cercarti una padrona più affettuosa e meno idiota? Niles

Episodio 9, Tatuaggio Osé[modifica]

  • Francesca: Fra un po' è in arrivo un lungo ponte dove vogliamo andare?
    Maggie: Dagli Hempton?
    Brighton: A sciare
    Grace: In un ranch, a cavallo
    Francesca: Le Bermuda d'accordo!!
  • Grace: Aspetta, fuori casa non dormo mai, puoi dormire con me?
    Francesca: Cavolo, le parole giuste dalla Sheffield sbagliata

Episodio 13, Marito vietato[modifica]

  • Niles: Mi scusi, signora Assunta, ha detto che voleva le frittelle o le cialde?
    Zia Assunta: "E". Ho detto "e".
  • Lalla: Questa volta tocca a me offrire, me lo permette?
    C.C.: Grazie, Lalla.
    Lalla: Conosce il mio nome?
    C.C.: Ma certo che lo conosco.
    Lalla: Però non mi ha mai chiamato "Lalla", prima. Pensavo che fosse per disprezzo. benché tutti mi dicessero che non era vero.
    C.C.: Non dia retta alla gente. Aveva ragione lei!
  • Tu tieniti lontana da mio marito, splendida donna dal corpo perfetto e statuario. [rivolta al pubblico] Ma chi è che scrive questi dialoghi? (C.C.) [in una visione di Francesca dove imitano i personaggi di Dynasty]

Episodio 16, Rapina a San Valentino[modifica]

  • Maxwell: Guarda io vado lì a dare una mano
    Niles: Oh certo, la squadra anti rapine e l'fbi che farebbero senza il produttore di "Baciami sul collo Vampiraccia"?
  • Maxwell: Come stanno Francesca e sua zia?
    Lalla: Guardi per il momento tutto tace
    Maxwell: O mio dio le hanno uccise!

Episodio 17, Fumetti e follia con la tata in giuria[modifica]

  • Giurato: A lei piacciono le persone sensibili?
    C.C.: Sì. Mi fanno tanto ridere.

Episodio 18, Serial killer in casa Sheffield[modifica]

  • Lalla: Francesca, com'è possibile che tu viva con Niles da 4 anni e sappia così poco di lui, non ci sei mai entrata in camera sua?
    Francesca: Guarda non è in quella camera da letto che mi interessa entrare

Episodio 20, Tata e miliardario, scoop straordinario[modifica]

  • C.C. : Qual è il vestito che più mi valorizza?
    Niles: Le fasce di Tutankhamon?

Episodio 22, Quando la musa sbatte il muso[modifica]

Francesca: Ma scusi se la signora apprezza i contatti con le privazioni e le sofferenze... avanti la accompagno a casa mia

Stagione 5[modifica]

Episodio 1, Amore clandestino sul lettino[modifica]

  • Francesca: [entra portando molti oggetti in mano] Salve!
    Maxwell: No, Francesca, non deve portare tutto quel peso da sola. Niles!
    Niles: Margaret!
    Maggie: Brighton!
    Brighton: Grace!
    Grace: Francesca!
    Francesca: State seduti, grazie!

Episodio 4, Yetta, marito e cane rapito[modifica]

  • [Il cane di C.C., Castagna è scomparso]
    Francesca: Oh, signorina Babcock, devo dirle qualcosa che le dispiacerà molto, e che per lei non sarà facile da accettare!
    C.C. [urlando, a Maxwell]: Che cos'hai fatto? Dì, le hai offerto di sposarla? Dieci anni della mia vita buttati all'aria! Traditore, vigliacco!
    Maxwell: No, C.C., zitta, Francesca ha perso Castagna a Central Par.
    C.C.: Oh, cavolo... [a Francesca, tranquillizzata] lo sa che mi ha quasi spaventata a morte?
  • Dovrò dirle ciò che dissi al mio povero zio malatissimo che poteva salvarsi con un'operazione: nessuno riuscirà a strappare neanche un centesimo a C.C. Babcock! (C.C.)

Episodio 13, Papà: che problema[modifica]

  • Maxwell: Niles, non capisco mai cosa vuole quella donna da me. Che cosa dovrei fare, secondo te?
    Niles: Posso parlare con franchezza?
    Maxwell: Sì, certo, amico mio.
    Niles: Io sono arcistufo di sentire sempre le stesse parole. "Niles, cosa devo fare? Le dico che la amo, o meglio di no? Ma ho paura di impegnarmi, ho paura per i ragazzi". [prendendolo per il collo, scuotendolo] Per l'amor di Dio, si decida! Faccia qualcosa! Cosa aspetta ancora a dirglielo? Le manda una lettera dal paradiso o dall'inferno? [esce dallo studio e incontra C.C.]
    C.C.: Cos'è successo, lì dentro?
    Niles: Finalmente l'ho fatto! Ho cercato di convincerlo a licenziare Francesca, e trovarsi una moglie giusta per lui!
    C.C.: [entra correndo nello studio] Sono d'accordo con Niles! Cosa aspetti? Devi farlo! Devi! Devi! Devi!

Episodio 17, Il rap di Sam[modifica]

  • Maxwell, vuoi giocarti la reputazione sulla cultura letteraria di una che crede che L'idiota di Dostoevskij sia una biografia del Principe Carlo, e Le mosche di Sartre il lancio di un insetticida in polvere? (C.C.)

Stagione 6[modifica]

Episodio 1, Luna di miele senza ukulele[modifica]

  • [Fuori da casa Sheffield, C.C. sta venendo intervistata in seguito alla scomparsa in mare di Maxwell e Francesca]
    Giornalista: È passata una settimana, avete ricevuto segnalazioni dalla guardia costiera?
    C.C.: Purtroppo no, però sono sicura che Maxwell Sheffield è ancora in vita.
    Niles [camuffato da giornalista]: Signorina Babcock, non è forse vero che era innamorata pazza di lui, e avrebbe voluto essere la sua mogliettina?
    C.C.: Oh, no!
    Niles: [camuffato da giornalista (donna)] Mi scusi, cara, non è forse vero che era talmente arrabbiata che avrebbe voluto vederli dilaniati dalle fauci di un branco di squali?
    C.C.: No!
    Niles: [camuffato da prete] Dì la verità, pecorella bionda, e la verità renderà pura e vergine la tua lana.
    C.C.: D'accordo! È vero! È così! Volevo che morissero, volevo che finissero in pasto ai pesci!

Episodio 10, Una Tata miracolosa[modifica]

  • Niles: Mi raccomando, quando è a Boston, si copra bene il collo con la sciarpa.
    C.C.: Non fa tanto freddo.
    Niles: No, ma fa tanto senso.

Citazioni su La tata[modifica]

  • Nemmeno il terribile e oltraggioso adattamento italiano della serie (nell'originale Francesca Cacace è Fran Fine, giovane ebrea dalla famiglia ingombrante) è stato in grado di rovinare la comicità spontanea e innocente di questa serie, caposaldo tra le sitcom dei dorati anni '90. (Il Morandini)

Note[modifica]

  1. a b Gwen è l'amica immaginaria.

Altri progetti[modifica]