Al 2019 le opere di un autore italiano morto prima del 1949 sono di pubblico dominio in Italia. PD

Leonardo Giustinian

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Leonardo Giustinian (1388 – 1446), poeta, politico e umanista italiano.

  • Sia benedetta tu sempre da Dio: | quando farai contento lo cor mio? (da Sia benedetto il giorno che nascesti)
  • Quando nascesti li anzoli ci venne; | quando nascesti, colorito ziglio, | tutti li santi furno a quel consiglio. (da Se li arbori sapessen favellare)
  • Sì, t'adoro, e poi dico: chiara stella, | quando farai contento lo cor mio? || Bàsote poi e stringo con dolcezza; poscia mi parto, e vòmen'a la messa. (da I' t'ho dipinta in su una carticella)
  • Non ti ricordi quando me dicevi | che tu m'amavi sì perfettamente? | Se stavi un giorno che non me vedevi, | con gli occhi mi cercavi fra la gente. | [...] E mo' mi vedi, e par non me conosci, | come tuo servo stato mai non fossi. (da Non ti ricordi quando me dicevi)

[Leonardo Giustinian, Strambotti, Letteratura Italiana, Fratelli Fabbri Editori, Milano 1965]

Contrasto[modifica]

Incipit[modifica]

[Donna]: Amante, a sta freddura, | perché sei qui venuto? | Ben cognosciuto | e t'azo in el spudare
[Amante]: Ora che è notte scura, | donna, vegno a parlarte | e dimandarte | adiuto al mio pensiero.

Citazioni[modifica]

  • [Donna]: El carneval si vene, | tempo è da festa, e non da penitenza. | Omo de coscienza, | che vene a predicarme | per alazzarme, | ahi, quanto mal tu fai!
    [Amante]: Donna, pur mi dispiace | perdere el tempo e la fatica mia | ma, poi ch'el non ti piace | darme la zoia che 'l mio cor desia...
  • [Donna]: Amante, ben m'avvedo, | che sei di lupo diventato agnello; ma certo io non te credo....
    [Amante]: Donna, io voglio al tutto | veder la fin de questo mio tormento. | Ormai io son passuto | de aver parole e frasche in pagamento.
  • [Amante]: Làsseme in casa entrare, | ché, stendo qui de fora, | convén che ancora | se abbi desonore.
    [Donna]: Tu predichi al deserto, | amante bello, e fiato non perdere. | come t'avessi aperto, cadène e zippi 'n te porria tenere.

[Leonardo Giustinian, Contrasto, Letteratura Italiana, Fratelli Fabbri Editori, Milano 1965]

Altri progetti[modifica]