Licofrone

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Licòfrone di Calcide (IV secolo a.C.), poeta greco.

Citazioni su Licofrone[modifica]

  • Licofrone si presenta nettamente come un autore oscuro e, grazie a lui, possiamo sapere una volta per sempre come questo genere di scrittori intendesse il compito del lettore. Egli proclama all'inizio della sua Cassandra: «Sentirete, principe, ciò che ho custodito nella mia memoria; usando la vostra sagacia, dovrete seguire la traccia dei miei enigmi e scoprire per quale via un sapiente cammino conduce alla verità che è nell'ombra. Per conto mio, avendo preso le mosse nello stadio, entro nella lizza dei discorsi oscuri, slanciandomi verso la prima mèta come un agile corsiero». È esattamente la frase di Mallarmé a Edmond de Goncourt «Un poema è un mistero di cui il lettore deve cercare la chiave». [...] La sua arte si è perpetuata a Roma. Anche Ovidio, Tibullo, Properzio fanno ricorso all'enigma. Si parla persino di un maestro di retorica, loro contemporaneo, che insegnava ai giovani a «gettare dell'ombra», come dirà Mallarmé, su tutto ciò che scrivevano e, a guisa di ritornello, usava ripetere loro in greco: «Oscurate». (Julien Benda)

Altri progetti[modifica]