Al 2019 le opere di un autore italiano morto prima del 1949 sono di pubblico dominio in Italia. PD

Leonardo Salviati

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Lionardo Salviati)
Jump to navigation Jump to search

Leonardo Salviati (1540 – 1589), umanista, filologo e scrittore italiano.

  • Così chi d'oltraggiar diletto prende, | Spesso con l'armi sue se stesso offende. (da Canto degli Ermafroditi, vv. 7-8)
  • Gli ornamenti nella favella non istanno bene ad ogni ora; e talvolta il mostrar negligenza su alcuna leggiera cosa, e il non dir sempre nel miglior modo tutto ciò che nel miglior modo forse sempre dir si potrebbe, per rendere il parlar vario, o per altro cotal riguardo, spesse fiate merita commendazione. (da Avvertimenti della lingua sopra il Dccamerone, Lib. lI, Cap. 9; citato in prefazione a Vincenzo Monti, Iliade, II edizione, 1812)

Orazioni[modifica]

  • Nella fama in due diversi modi si può esser offeso; o disonoratamente morendo, o quando da troppo acerba morte n'è il corso impedito della futura gloria. (da Orazione II, p. 33, in Opere, Vol. V)
  • Il fine adunque di tutti gli uomini è la felicità. A questa per'altra via non si può mai pervenire, che per la sola delle virtù, perciocché in nulla altro consiste, secondo i più savj è migliori, che nel continovare dell' opere virtuose, e del mettere in atto ciascheduna virtù. (da Orazione III, In lode della fiorentina lingua, p. 59, aprile 1564)

Bibliografia[modifica]

  • Leonardo Salviati, Opere, Vol. V, Società Tipografica dei Classici Italiani, Milano 1810.

Altri progetti[modifica]