Malcolm (prima stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Malcolm.

Malcolm, prima stagione.

Episodio 1, Il piccolo genio[modifica]

Frasi[modifica]

  • Sapete qual è la cosa migliore dell'infanzia? Che a un certo punto finisce. (Malcolm)
  • Farai amicizia con quel ragazzo, che ti piaccia o no. (Lois)
  • Non mollate Dewey per nessun motivo: non voglio che venga rapito! (Lois)
  • Papà, so già cosa dirai e – credimi – sono pienamente d'accordo con te. Non ci sono scuse per quello che ho fatto: è una cosa idiota, e immatura, e totalmente sconsiderata. Quindi vorrei chiederti scusa. E spero tanto – ma non ho molte speranze – che mi darai un'altra possibilità, che – lo ammetto – non mi merito; ma se solo tu potessi riuscire a perdonarmi un'ultima volta so che potrei riguadagnarmi la tua fiducia. (Francis)
  • Ti spiego come funziona: o chiedi pietà sdraiato sulla pancia, o lecchi la suola delle mie scarpe, oppure prendi le botte. Ne devi scegliere almeno due; ma c'è un però. Se ne scegli tre sarai lasciato in pace per due settimane. (Dave Spath)
  • [Dopo aver guardato una fotografia] L'ombra dell'uomo è dalla parte sbagliata; il volante è dalla parte sbagliata; non c'è il freno; le parole nello specchio dovrebbero essere al contrario; l'orologio dell'uomo segna mezzogiorno e invece è il tramonto, e io ho della tempera rossa spalmata sul sedere! Proprio così: tempera rossa spalmata sul mio sedere! (Malcolm)
  • Due possono mangiare un pezzo di pizza per pranzo, e l'altro può mangiare... non so: credo che siano piselli. (Lois)
  • Malcolm speciale? Da chi credi abbia preso? (Hal)
  • Non è mica una vergogna essere un ragazzo in gamba, e non è grave essere tagliati fuori dal gregge. Sarai come il bufalo che sta in disparte mentre gli indiani buttano il branco dal precipizio. (Lois)
  • All'apparenza Malcolm non sembra diverso da tutti noi, e invece lo è. È molto, molto diverso. È diverso dentro la testa. (Insegnante)
  • È un bene che siate amici [Malcolm e Stevie], così ti presterà la sedie a rotelle. (Dave Spath)

Dialoghi[modifica]

  • Reese: Aspettalo tu. [Dewey]
    Malcolm: Io l'ho già fatto ieri! E anche l'altro ieri!
    Reese: Io l'ho fatto quando se l'è fatta addosso!
  • Malcolm: Che fai se ti acchiappa? [Spath, il bullo della scuola]
    Dewey: Mi arrotolo a palla.
    Malcolm: E se ti prende a calci?
    Dewey: Resto a palla.
  • Malcolm: Non potete costringermi! Se non mi va di andarci perché dovrei farlo?!
    Lois: Perché tu non hai nessuna voce in capitolo!

Episodio 2, L'unione fa la forza[modifica]

Frasi[modifica]

  • Il bello di essere intelligenti è che ti ricordi tutti i numeri di telefono a memoria. Il brutto invece è che nessun altro si prende mai la briga di ricordarsi qualcosa. (Malcolm)
  • [Dentro un bagno, rivolto a un signore che l'ha ignorato] Bastardo borioso! Le toilette dovrebbero mettere tutti sullo stesso piano. Guardi che anche il re sembra uno stupido quando risponde al richiamo della natura! (Hal)

Dialoghi[modifica]

  • Lois: Esigo una risposta chiara: chi diavolo è stato?
    Reese: È stato Malcolm!
    Malcolm: È stato Reese!
    Reese: Non sono stato io!
    Malcolm: Non sono stato io!
    Dewey: Andiamo dal dentista, mamma?
  • Malcolm: Tu picchi la gente perché mi chiama strampalato?
    Reese: L'ultimo ragazzino era più strampalato di te: non poteva assolutamente permettersi di parlare.

Episodio 3, Un week-end difficile[modifica]

Frasi[modifica]

  • Secondo una statistica la nostra famiglia trascorre una cena piacevole insieme ogni quattordici cene virgola quattro. (Malcolm)
  • Ho segnato il livello delle bottiglie di liquori; ho criptato i canali per soli adulti; ho contato i sigari di vostro padre; ho controllato il contachilometri; so esattamente quanto abbiamo sul conto corrente delle carte di credito. E non dimenticate che Dewey ci racconterà tutto quello che farete. (Lois)
  • Ora vi faccio vedere una cosa che non avete mai visto. Portatemi della benzina, dei fiammiferi e uno degli animali di pezza di Dewey. Il più peloso. (Francis)
  • Avete visto quando Circus ha preso a testate quel vaso? È stato un esempio di costanza: le prime volte non si è rotto, ma lui si è arreso? Nossignore! (Francis)

Dialoghi[modifica]

  • Francis: Sinceramente non credo proprio che il mio futuro dipenderà soltanto da come mi comporto questo fine settimana. Sarebbe arbitrario e irragionevole.
    Malcolm: Cioè da mamma!
    Francis: OK: mettiamo a posto!
  • Hal [a un matrimonio]: Chi era quello?
    Lois: È lo sposo, Hal.
    Hal: Ah. Dovrebbe mettersi un cartellino per farsi riconoscere.
  • [Al telefono] Lois: Ciao. È tutto a posto? Fammi parlare con Francis.
    Dewey: Ehm... Francis è in bagno.
    Lois: Allora passami Malcolm.
    Dewey: Anche lui è in bagno.
    Lois: Ci sono andati insieme? E che stanno facendo?
    Dewey: Devo andare in bagno.

Episodio 4, Sensi di colpa[modifica]

Frasi[modifica]

  • [Leggendo una nota di Malcolm] "Sopraffattore", "violento"... cavolo: "manesco"! Io non ho mai preso un "manesco" in vita mia. È come prendere l'Oscar! (Reese)
  • Sapete cos'è che mi piace? Il fatto che quando pesti qualcuno il giorno dopo ti fanno ancora male le nocche. È una sensazione fantastica! (Reese)
  • Non sono io l'unico strano: c'è qualcosa che non va in tutta la famiglia. (Malcolm)

Dialoghi[modifica]

  • Malcolm: Non può avere soltanto sette anni: è il doppio di me!
    Infermiera: Fa la seconda elementare! Oddio mio, quanto sangue.
    Malcolm: Quello non è sangue: è pomodoro! Be', un po'.
  • Ed: Siamo i vostri vicini e come minimo avreste dovuto chiederci se eravamo d'accordo.
    Lois: Ma piantatela! Per dieci anni avete tagliato l'erba del prato di notte per non doverci rivolgere la parola e adesso venite a farci la predica?
  • Fratello di Kevin: E così a tuo figlio piace picchiare i bambini di sette anni?
    Hal: Be', non direi che gli piace, ma a quanto pare gli riesce bene.

Episodio 5, L'amara sorpresa[modifica]

Frasi[modifica]

  • I robot, figliolo, sono peggio del Diavolo. Westworld, Terminator, quella viscida cameriera de I Jetson... Quante prove scientifiche vuoi? (Hal)
  • Te lo dico io quanto [ti pagheranno]: meno di quel che vali, ma abbastanza per tornare strisciando. (Lois)
  • Così finiscono le discussioni nella nostra famiglia: io chiedo e loro mi rispondono no. Poi papà ci rivela di quale nuovo cartone animato ha paura. (Malcolm)
  • È strano: forse mi sta per venire un crampo; ogni muscolo facciale si è messo a pulsare. O forse sono felice! (Malcolm)
  • Perché dovrei dire quello che non penso? (Hal)
  • Ecco la cosa più importante: la mia famiglia può essere incivile, chiassosa, volgare e non provare mai vergogna di niente, ma d'altra parte con loro sai chi hai di fronte. E quando uno ha un problema ti sono vicini. (Malcolm)

Dialoghi[modifica]

  • Malcolm: Perché non andiamo in un bell'albergo?
    Lois: Perché dobbiamo pagare i disinfestatori, così andranno loro in albergo.
  • Lois: Craig, grazie per averci prestato la tua roulotte.
    Craig: Oh, sono molto felice che qualcuno la usi. La comprai quindici anni fa per andare in luna di miele.
    Lois: Eri sposato?
    Craig: No, ma mi piace sperare.
  • [Leggendo la targhetta di uno scheletro umano] Francis: "Lester"... forse era il custode. Da quanto tempo pensi che sia qui?
    Stanley [assapora lo scheletro]: Direi dal maggio dell'85.
    Francis: L'hai capito dal sapore?
    Stanley: No, dalla data sul giornale.
    Francis: Allora perché l'hai assaggiato?
    Stanley: Quando potrò riassaggiare una mummia?
  • Francis: Dovremmo informare qualcuno.
    Stanley: No: non possiamo farlo. Il comandante scoprirebbe della chiave e ti punirebbe. E poi punirebbe me. E subito dopo io dovrei punire te.

Episodio 6, Una serata speciale[modifica]

Frasi[modifica]

  • Dewey, vieni via di lì: non è la tua famiglia. (Lois)
  • Non devi partire! Tu devi proteggermi! So che non abbiamo un accordo formale o cose del genere, ma il mio atto di coraggio era legato al tuo ruolo di mia guardia del corpo. (Francis)

Dialoghi[modifica]

  • Kitty: È un coltello a serramanico?
    Malcolm: Veramente è un taglierino. Serve per dividere i pezzi. Lo uso tutte le volte.
    Kitty: Oh, santo cielo! Lo mettiamo sotto chiave con le forbici.

Episodio 7, Innamorato follemente[modifica]

Frasi[modifica]

  • [La cena di pollo e maiale] È incredibile; puoi inserirlo nel tuo libro di ricette. Si può chiamare... maiollo! (Hal)
  • Col maiollo nella pancia piacerò di più ai mostri? (Dewey)
  • BeeBee non è simpatica, non è intelligente, è una ladra e non è neanche tanto bella. E... oh! Sai la novità? Per lei sei spazzatura! (Malcolm)
  • Siete giovani, carine e vi piace far girare la testa ai sedicenni finché diventano pazzi di voi. Prima vi divertite, poi ve ne andate e non vi importa se li fate soffrire. Voglio dirti una cosa, signorina: i cuori sono una cosa preziosa; bisogna trattarli con cura. (Lois)

Dialoghi[modifica]

  • Francis: BeeBee, non puoi immaginare quanto mi manchi. È come sentire un coltello arroventato che mi brucia in mezzo al petto. La sola cosa che mi fa andare avanti è il pensiero di stringerti, di carezzarti i capelli e vivere con te un attimo di pura perfezione.
    BeeBee: Ah, sì. Sento anch'io tanto caldo.
    Francis: Oh, sono così... stai guardando Buffy?
    BeeBee: Ascolto tutti e due.
  • Stevie: Spiffera tutto. Dillo a tua madre.
    Malcolm: Non posso farlo: è mio fratello. Gliel'ho promesso; non posso dirlo a nessuno.
    Stevie: L'hai detto a me.
    Malcolm: Sì, ma quando tu riuscirai a dirlo lui sarà molto lontano.
    Stevie: Touché.
  • Dewey: E poi il mostro si è messo a grugnire, allora gli ho tirato le pietre e l'ho ammazzato. Lui si è messo a volare con gli stivali e io volavo sulla sua testa, e così adesso siamo amici. E... abbiamo mangiato tanti slurpy.
    Reese: Non è vero niente: sei solo un bugiardo!
    Hal: Reese, se tuo fratello dice che l'ha ammazzato noi gli dobbiamo credere.
    Reese: E a me che sono arrivato all'ultimo livello di Mortal Kombat?
    Hal: Perché la cosa è impensabile: nessuno batte Sub-Zero!
  • Francis: Come hai fatto a trovarmi?
    Hal: Me l'ha detto Malcolm. Affidare a lui i tuoi segreti: credo che dovresti ripensarci.
    Francis: Quanto è furiosa la mamma?
    Hal: Be', forse sarebbe meglio lasciarci dietro un paio di Stati prima di andare a chiederglielo.

Episodio 8, Il picnic[modifica]

Frasi[modifica]

  • Fatti trovare nuda quando ritorno. (Hal)
  • Non ci sarà l'erba perché metà della classe è allergica. E non vi aspettate nemmeno la carne, perché tutti hanno votato di non servire cose che abbiano avuto una madre. (Malcolm)
  • Ci faremo vedere per circa quindici minuti: facciamo un atto di presenza. Poi saltiamo la recinzione, come al matrimonio della nonna. (Francis)
  • La differenza tra una fialetta puzzolente e l'inquinamento tossico di terzo grado sono due gocce in più di triossido di zolfo. Farò causa a quel sito internet! (Malcolm)
  • Ti informo che userò tutti i mezzi a disposizione perché tu non faccia mai parte di un comitato scolastico, abbia una carica o metta piede in una riunione insegnanti-genitori finché ne avrò la forza! (Dorene)

Dialoghi[modifica]

  • Lois: Ecco la torta al cioccolato.
    Dorene: Oh, grazie! Sei così cara e gentile... Quelle sono noci?
    Lois: Nocciole.
    Dorene: Oh, peccato. Non possiamo mangiarla: alcuni dei bambini sono gravemente allergici alle nocciole.
    Lois: Oh, santo cielo! Non ne avevo idea. Il figlio di chi è allergico?
    Dorene: Be', nessuno in particolare nella nostra classe, ma non si è mai troppo cauti.

Episodio 9, Momenti brutti[modifica]

Frasi[modifica]

  • Detesto i miei fratelli. Adoro soltanto me. (Dewey)
  • Se fai una cosa brutta non la confessare. (Dewey)
  • Non ce la faccio ad andare avanti così! Tutto quello che voglio non lo posso mai avere! Tutto quello che è bello non lo posso fare! Tutti al mondo riescono a fare quello che vogliono eccetto me! Sì, sì, sì, sì: lo so che c'è gente che sta molto peggio, ma sai che ti dico? Non me ne frega niente! Sono stufo di venire a scuola ogni giorno e puzzare di piedi! Io odio essere povero, OK? Però non è mica colpa mia! Perché deve essere visto da tutti come un difetto? Che colpa ne ho se siamo poveri? (Malcolm)
  • Guarda nello spioncino: se sono degli uomini con dei camion non aprire. (Lois)
  • Lo so quanto è difficile, ma purtroppo la vita non è una passeggiata. A volte gli onesti lavoratori vengono maltrattati senza motivo, eppure devono asciugarsi gli occhi e andare avanti. Le cose cambieranno. (Lois)
  • Credo che sia sbagliato che lei metta la sua firma su rapporti vendite che non ha scritto; è sbagliato che abbia un sacchetto di erba nel suo cassetto in basso a sinistra; ed è sbagliato che lei vada a letto con la moglie del suo direttore. Ma sa che le dico? Che può dormire sonni tranquilli, perché credo anche che sia sbagliato spifferare questo genere di cose. (Lois)
  • Sapete? Forse sono un po' troppo materialista, ma... ma il denaro è importante. (Malcolm)
  • Noi non siamo più poveri, quindi non voglio più la tua stupida pietà, OK? (Malcolm)

Dialoghi[modifica]

  • Hal: Ce la possiamo fare. Abbiamo già economizzato in passato: quando la nonna è finita con l'auto nel salotto o l'anno scorso, quando risparmiavamo per andare a Disneyland.
    Dewey: Torniamo a Disneyland?
    Hal: No, ma risparmieremo. Stavolta però sarà per tenerci la casa.

Episodio 10, La gara di corse[modifica]

Frasi[modifica]

  • Quando [i genitori] fanno i gentili è peggio. (Malcolm)
  • Mamma ha ragione: per me è un vero piacere mettermi nei guai. (Francis)
  • Non scriverebbero mai "proibito" se non ci fosse qualcosa di favoloso oltre la porta. (Reese)

Dialoghi[modifica]

  • Lois: Malcolm, cos'è questa robaccia da parte della tua insegnante? Ogni giorno manda a casa due o tre suggerimenti.
    Malcolm: Vuole che i genitori partecipino il più possibile alla vita dei figli.
    Lois: A scuola? È l'unica pausa che ho!
  • Lois: Devi spedire queste fatture.
    Hal: Due scadute e due no: è un progresso.
  • Spangler: Figliolo, in quindici anni non ho mai visto un cadetto tanto ostile alle istituzioni quanto lei. È come se provasse piacere a infrangere ogni regola, ogni convenzione. Non resisterà a lungo qui, o nelle forze armate, o in un altro posto. Io non sono stato così fortunato da andare in battaglia, ma so bene cos'è indispensabile a un buon soldato. Guardi questo cane: è cattivo, è ingrato, eppure persino lui sa quanto sia necessario e importante saper obbedire. Ha capito quello che ho detto, Francis?
    Francis: Sì, signore: cercherò di assomigliare a un Jack Terrier, signore.
  • Hal: Cosa ti ho detto a proposito del fare la spia?
    Dewey: Di fare la spia solo quando me lo chiedono.

Episodio 11, La zia Helen[modifica]

Frasi[modifica]

  • Prima che tu apra bocca ricordati che sei il mio migliore amico e che quella sedia a rotelle non mi impedirebbe di prenderti a calci. (Malcolm)
  • Mamma, odio mettermi i vestiti che erano di Reese. Guarda qua: gelatina nelle tasche, la lampo non si chiude e puzzo di cane bagnato! (Malcolm)
  • Preferisco fissare prima l'impegno e poi pensare al piano: penso meglio sotto pressione. O... quando si allenta la pressione? Oh, be': ormai è fatta! (Malcolm)

Dialoghi[modifica]

  • Lois [a una domanda di Dewey]: Cosa succede quando si muore? Sei morto. Tutto qui.
    Hal: Tesoro, non è proprio così. [Rivolto a Dewey] In realtà dopo la morte il tuo corpo subisce un'affascinante serie di mutamenti: prima si gonfia come un pallone, poi si rinsecchisce come un'uvetta, poi dei microbi che neanche si vedono ma che sono già dentro di te cominciano a divorare la carne e a trasformare tutto ciò che era il tuo corpo in polvere. Be', alcuni ti diranno che i capelli continuano a crescere, ma è una favola: in realtà è la tua testa che si ritira.
  • Francis [al telefono]: Ciao, mamma. Volevo avvertirti che ti chiamerà uno che finge di essere il comandante; invece è un ragazzo dell'ultimo anno. Tu fa' finta di credergli. È semplicemente uno scherzo!
    Lois: Francis, adesso non ho tempo di ascoltarti: stiamo andando al funerale della zia Helen.
    Francis: La zia Helen è morta?
    Lois: Lo spero proprio visto che andiamo al suo funerale.
    Francis: Ma quando è morta?! Mamma, perché non me lo avete detto?!
    Lois: Be', tesoro, non volevamo farti preoccupare per niente.
    Francis: Per niente? È morta! Come l'ha presa zio Fred?
    Lois: Non l'ha presa in nessun modo: è morto circa due mesi fa.
    Francis: Cosa?!
  • Lois: Tu puoi indossare uno dei vestiti che ti ha lasciato lo zio Fred.
    Reese: Oh, mamma! Il vestito di un morto... forte: il vestito di un morto!
  • Francis [al telefono]: Come è morta?
    Dewey: Gatti mangiato la faccia.
    Francis: Dewey, credo che tu abbia confuso. Parlo della zia Helen.
    Dewey: Gatti mangiato la faccia.
    Francis: Dewey, mi passi la mamma o il papà?
    Hal: Pronto?
    Francis: Papà, che cosa è successo alla zia Helen?
    Hal: Dei gatti le hanno mangiato la faccia. Aspetta in linea: Dewey ne sa più di me.

Episodio 12, Il primo amore[modifica]

Frasi[modifica]

  • Non capisco perché mamma mi svegli alle otto. Le lezioni a scuola iniziano alle otto e un quarto! (Malcolm)
  • Ho cercato di aiutarlo, di farlo ragionare; gli ho detto che sta sbagliando. Mi resta da fare solo una cosa: rilassarmi e godermi lo spettacolo alle sue spalle. (Malcolm)
  • Oh, mio Dio! Sono un secchione con un fratello cheerleader. Non c'è niente da fare: la reputazione della mia famiglia è spacciata! (Malcolm)

Dialoghi[modifica]

  • Francis: È importante per me sapere che se ne ho bisogno posso parlare con lei.
    Spangler: La familiarità provoca il disprezzo!

Episodio 13, Lezioni di pattinaggio[modifica]

Frasi[modifica]

  • Mio padre è un vero fanatico del pattinaggio; per lui non è solo uno sport, ma soprattutto una filosofia di vita. Francis e Reese non si sono più ripresi dalle sue lezioni. (Malcolm)
  • I tuoi pattini sono qui dentro. [Indica la testa] (Hal)
  • Io proprio non riesco a capire. Per lui sono sempre stato il genitore buono; io sono quello bravo. Tu sei quella cattiva! Non può funzionare con due poliziotti cattivi! (Hal)
  • Malcolm è sempre stato diverso; non somiglia per niente ai suoi fratelli. Reese mi ha dato un pugno; anche Francis se è per questo. Ma sai come reagire: li blocchi, li metti a terra, li lasci senza respiro e finisce lì! (Hal)

Dialoghi[modifica]

  • Malcolm: Stai andando a giocare a hockey?
    Reese: Sì, certo. Ci vediamo lì... tra un mese o due.

Episodio 14, Il robot killer[modifica]

Frasi[modifica]

  • È da quando sono venuto al mondo che mia madre mi tortura con i sensi di colpa. Non sono mai riuscito a reagire, ma stavolta è perfetto: il suo primogenito sta per morire a centinaia di miglia da casa ed è stata lei a mandarmi qui. Non può negare la verità; non può arrabbiarsi; non può rivoltare la frittata e dare la colpa a me. È bellissimo! (Francis)

Dialoghi[modifica]

  • Malcolm: Però quei cosi devono essere molto costosi.
    Dabney: Non c'è problema: mio padre sta cercando di comprare il mio amore.
  • Lois: Grazie a voi quattro mi sono fatta centododici ore di travaglio, di cui la metà solo per te.
    Francis: Mi dispiace di essere uscito podalico, mamma.
    Lois: Non fa niente. Ti ho perdonato tanti anni fa.

Episodio 15, La spia[modifica]

Frasi[modifica]

  • La mamma uccide la maggior parte dei microbi, ma se uno riesce a passare la lotta è dura. (Malcolm)

Dialoghi[modifica]

  • Finanziere: Signore, posso farle una domanda? Il suo lavoro è veramente così importante da non poterle permettere nemmeno cinque minuti di piacere?
    Hal: Non ho una risposta a questa domanda.
  • Malcolm: Siamo bloccati in casa senza niente da fare.
    Francis: Dovreste andare al luna park di Hiltrest: il gestore ha una visione molto illuminata sul diritto a scegliersi le ore scolastiche.
  • Reese: Io sono stato adottato, è vero?
    Lois: No, tu sei nostro e noi ti amiamo.
    Reese: Maledizione!
  • Malcolm: Sai, Francis? Non abbiamo mai avuto intenzione di dare la lettera a mamma. Volevamo solo spaventarti.
    Francis: Sì, lo so. Voi non me l'avreste mai fatto.
    Malcolm: Vedi, se lei ha avuto la lettera è stato solo un incidente, capisci?
    Francis: Sì, ma Richie ha la lettera. Ti prego: dimmi che ce l'ha Richie.
    Malcolm: Richie ha i buoni sconto. Mamma ha la lettera. Ma come ti ho detto è stato solo un incidente. Te lo giuro!
    Francis: Quindi quello che è tutto il giorno che minacciate di fare ma che non volevate fare l'avete fatto, ma non volevate.

Episodio 16, Una giornata di relax[modifica]

Frasi[modifica]

  • Tu credi che noi siamo gente ricca?! Tu credi che noi siamo ricchi?! I ricchi hanno auto eleganti; i ricchi comprano pasta fresca. Forse noi facciamo una di queste cose?! No! I ricchi possono farsi rovinare le vacanze; non è grave: partono e ne fanno un'altra! Tuo padre e io abbiamo lavorato sodo e lavoriamo da tanti anni! Che cosa vi prende oggi a voi due?! Siete forse dei selvaggi?! Ogni volta che mi giro sento qualcuno che grida e litiga, e prego Dio che siano i figli di qualcun altro! Ma no: siete sempre voi! I bambini sani apprezzerebbero questo, ma voi dovete continuare a saltarvi addosso a vicenda come un paio di scimmie rabbiose! E non è sufficiente che lo facciate tutti i giorni; dovete anche farmi soffrire, perciò aiutatemi! (Lois)

Dialoghi[modifica]

  • Joe: Sembra che ti stia allenando duramente. Spero che tu non voglia fare una cosa stupida come vincere.
    Francis: Sentite, so che voi volete che perda, ma Spangler vuole che giochi una partita vera.
    Joe: Francis, tu non puoi vincere. Se lo fai Spangler se la prenderà con noi.
    Eric: Ricordi quando Hendrix l'ha battuto ai tiri liberi con un canestro in più? Non ci ha fatto vedere la TV per una settimana!
    Joe: Ed era durante una partita di beneficenza.
    Francis: Ragazzi, andiamo! Avete idea di che cosa mi farà Spangler se perdo?
    Joe: E hai idea di cosa ti faremo noi se vinci?

Altri progetti[modifica]