Marseille (serie televisiva)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Marseille

Serie TV

Questa voce non contiene l'immagine della fiction televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Marseille

Lingua originale francese
Paese Francia
Anno

2016 – in produzione

Genere drammatico, politico
Stagioni 2
Episodi 16
Ideatore Dan Franck
Rete televisiva Netflix
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Marseille, serie televisiva francese trasmessa dal 2016.

Stagione 1[modifica]

Episodio 3, Manipolazione[modifica]

  • Non è di lui [Robert Taro] che voglio vendicarmi, ma della mia storia. Gli istituti, i servizi sociali, le famiglie affidatarie: intendo questo. La mia coscienza politica deriva da lì, la mia lotta viene da lì. Questa sofferenza, che ti prende, che ti tiene e che non ti abbandona mai. Questa sofferenza hai voglia di prenderla e di sbatterla in faccia a quelli che ti hanno fatto soffrire. So che lei può comprendermi. (Lucas Barres)
  • Fred: Ho fatto qualche ricerca su Barres. C'è la sua biografia ufficiale che tutti conoscono: orfano, messo in istituto, diverse famiglie affidatarie, studi brillanti. Ma c'è una sbavatura.
    Robert Taro: Eh?
    Fred: Non è mai stato affidato a diverse famiglie, ma a una sola.
    Robert Taro: E allora?
    Fred: E allora è una menzogna.
    Robert Taro: E in vent'anni non è venuto fuori?
    Fred: Bisogna cercare lontano.
    Robert Taro: E dove si arriva?
    Fred: A una famiglia della Yonne[1]. Ci andrò domani se me lo consente.
    Robert Taro: Volentieri.

Episodio 4, Amara verità[modifica]

  • Robert Taro: [...] A ogni modo, Sabine, penso che sarà molto difficile per te. Per poterne uscire il partito chiederà le tue dimissioni e alla fine le darai.
    Sabine Avery: Godo del sostegno delle tre più grandi federazioni.
    Robert Taro: Tra queste c'è le Bocche del Rodano?
    Sabine Avery: Ovviamente. Barres è dalla mia parte.
    Robert Taro: Ma Barres ti tradirà, mia cara.
    Sabine Avery: Beh, credo che io lo farò prima di lui. Sono venuta a Marsiglia per proporti di riprendere la tessera del partito.
    Robert Taro: E cosa cambierebbe?
    Sabine Avery: Tu gestisci le federazioni meglio di Barres e una tua parola sullo scandalo delle fatture aiuterebbe il partito.
    Robert Taro: E in cambio io cosa ci guadagnerei?
    Sabine Avery: Beh, chiederei l'esclusione di Barres.
    Robert Taro: Oh, l'esclus... [ride] troppo tardi.
    Sabine Avery: Bene.
    Robert Taro: [Continua a ridere] è tardi.
    Sabine Avery: In questo caso sosterrò Barres.
    Robert Taro: Ma lui non ti vorrà, tesoro. Non hai capito niente.
  • Marsiglia è un porto. Le presone se ne vanno, partono, ritornano. È come nella vita: a volte non sai da dove vieni o dove stai andando, ma vai avanti. Allora forza Rachel, prendi il coraggio a due mani e lotta. (Lucas Barres)
  • [Al telefono] Agente polizia giudiziaria: Suo padre è un ex-carcerato. Si chiama Pierre Barres.
    Fred: Sai quando è stato liberato?
    Agente: Qualche mese dopo la carcerazione della madre. Lei si chiama Claudia... Claudia... aspetta devo ritrovare il cognome. Eccolo, sì. Ecco qui, Claudia Maren.

Note[modifica]

  1. Cfr. Dipartimento della Yonne, in Borgogna

Altri progetti[modifica]