Max Bense

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Max Bense (1910 – 1990), filosofo e scrittore tedesco.

Citazioni di Max Bense[modifica]

  • [...] nell'osceno è la realtà immediata che entra al posto della correaltà [e così[1]] l'universo segnico ridotto a realtà fisica, ritrasforma la percezione estetica in percezione meccanica; [sicché il ruolo dell'osceno è[1]] il denudamento senza pudore e senza pietà, lo scoprimento del fisico, degli organi.[2]

Note[modifica]

  1. a b Sintesi del testo di Nicola Abbagnano. Cfr. Ricordi di un filosofo, p. 161.
  2. Da Estetica, Milano, 1974, traduzione di Giovanni Anceschi, p. 158; citato in Nicola Abbagnano, Ricordi di un filosofo, a cura di Marcello Staglieno, Rizzoli, Milano, 1990, p. 161. ISBN 88-17-84011-4

Altri progetti[modifica]