Michael Steinberger

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Michael Steinberger (– vivente), giornalista sportivo statunitense.

  • Lendl non aveva il talento innato di McEnroe, ma era straordinariamente in forma e possedeva una grande forza che utilizzata per generare devastanti colpi da fondo. Lendl si piantava sulla riga di fondo e sfiancava i suoi avversari. Non era bello, ma era efficace – ha vinto 8 titoli dello slam – e ha fondamentalmente cambiato il tennis maschile da uno sport basato sull'eleganza e l'agilità a uno centrato sulla forza.[1]
  • Per Federer, le condizioni di gioco più lente sono state una sfida. Quando è arrivato sul circuito, era un giocatore d'attacco. Con il rallentamento del gioco, ha dovuto sacrificare la sua naturale inclinazione a colpire velocemente. [...] Il fatto che sia stato capace di vincere 17 slam pur alterando il suo gioco sottolinea il suo talento straordinario. Ma è altrettanto chiaro che Federer è stato un caso isolato nella sua epoca, un artista in un mondo di pugili. [...] Quando ho chiesto a Federer se vedesse la sua influenza nei giocatori più giovani, ha guardato nel vuoto. "Non so quanto" ha detto. Alla fine, il Lendlismo ha vinto.[1]

Note[modifica]

  1. a b Da un articolo sul New York Times; Federer è un grande, ma non ha cambiato il tennis, traduzione di Alessandro Mastroluca, Ubitennis.com, 27 agosto 2013.

Altri progetti[modifica]