Miguel de Castro

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Miguel de Castro (1590 circa - dopo il 1617), soldato e scrittore spagnolo.

Citazioni di Miguel de Castro[modifica]

  • [La Festa di Pedigrotta dell'8 settembre 1608] Vi accorre tutta Napoli. Vi vanno diecimila donne con gran fasto in infinite carrozze, e duemila cavalieri a cavallo e in carrozza, che solo a vedere tante gale, tanti volti divini, è una gloria; tanta nobiltà di principi e titolati che superano i trecento, e con tanti diversi colori di ricche livree e così numerose, che tutto il passeggio sembra un prato di gradevoli fiori. Vi va un'infinità di gente del popolo, e vi sono tra le donne mille volti stupendi, e sono adorne di mille gioie, ché non v'ha mai donna di ciabattino che non porti il giorno della festa e catene e collane d'oro e vesti molto ricche di seta. Si vedono poi mille belle cortigiane spagnuole e italiane, la cui grazia e il cui brio svegliano i sensi più assorti e mortificati.[1]

Note[modifica]

  1. Da (ES) Vida del soldado español Miguel de Castro (1593-1611), escrita por él mismo y publicada por A. Paz y Mélia, Barcellona-Madrid, 1900: nella Biblioteca hispanica; citato (più estesamente) e tradotto da Benedetto Croce in Un paradiso abitato da diavoli, a cura di Giuseppe Galasso, Adelphi, Milano, 20062, p. 68. ISBN 88-459-2036-4

Altri progetti[modifica]