Nana Osaki

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Nana Osaki

Universo Nana
Nome originale

ナナ 大崎
Nana Osaki

Autore Ai Yazawa
Voce originale
  • Romi Paku
Voce italiana

Nana Osaki, una delle due protagoniste di Nana.

Citazioni di Nana Osaki[modifica]

Citazioni di Nana Osaki nel manga[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Ho imparato che non ha importanza quanto e come si ama, tutti noi, uomini e donne, viviamo le nostre vite da soli. Non ha senso volersi appropriare di qualcuno, e nonostante lo sappia, a volte me ne dimentico ancora. Purtroppo non posso fare a meno di pensarci e mi sento così sola e triste.
  • Ancora oggi continuo a pensare che ognuno sia artefice del proprio destino. Adesso però riconosco che non tutte le persone sono abbastanza forti da plasmare la propria vita, e provo più indulgenza nei loro confronti di quanta non ne avessi all'epoca.
  • Sai Hachi, si dice che per capire davvero l'importanza di una persona bisogna prima perderla. Io invece credo che l'importanza di una persona si comprenda davvero quando la si rivede a distanza di tempo. Non sei d'accordo anche tu? Se adesso rivedessi te e gli altri... sicuramente mi viziereste e mi coccolereste come una volta. Questa prospettiva mi spaventa a tal punto, che non riesco a muovermi da qui.

Citazioni di Nana Osaki nell'anime[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Ci vuole spirito romantico nella vita, aiuta a rendere meglio anche nel lavoro!
  • [Parlando con Nana Komatsu] Tu sei, come posso dire, sei... come un cane. Ti affezioni molto alla gente, sei docile e obbediente ma richiedi così tante cure...
  • Nella vita ho sempre rincorso i miei sogni cercando disperatamente di raggiungerli, ma guardando lontano non mi sono mai accorta delle cose belle che mi circondavano. Le cose che ho fatto le ho fortemente volute, ma adesso è tempo di nuovi sentimenti. Hachi, ovunque tu sia... sorridimi.
  • Sai Hachi, io non ero in grado di capirti del tutto: valgo poco, come quei due bicchieri da pochi soldi. Non potevo accettare l'idea di perdere tutto, è più facile sopportare il dolore di una crepa che si apre lentamente. Io ero così fragile, ma la colpa non era tua.
  • [Parlando con Shin] Bisogna sudarsele le cose, altrimenti si finisce per perdere il prezioso spirito combattivo. Diventa inutile sbattersi, come dici tu.
  • Spesso si dice che più si è legati e più si litiga, ma alla fine una battaglia non è altro che uno scontro di ego. Le persone non possono imparare a capirsi reciprocamente mettendo a nudo i propri sentimenti; probabilmente è impossibile vivere senza ferire nessuno, ma al momento mi sono decisa a fare del mio meglio per evitarlo. Non so perché, ma sento che è giusto così.
  • Sai Hachi, io non posso essere più l'eroe della tua storia. Però il nome dell'eroina della mia storia è Nana. Non sono io, ma è quella straordinariamente carina: sei tu.
  • Sai Hachi, ho sempre pensato che per quanto contraria sia la corrente sia giusto continuare a stare con i piedi ben piantati a terra, anche se forse vivere lasciandosi trascinare come fai tu non è così stupido: l'importante è andare avanti.

Altri progetti[modifica]