Paul Schrader

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Paul Schrader

Paul Joseph Schrader (1946 – vivente), regista, sceneggiatore e critico cinematografico statunitense.

Citazioni di Paul Schrader[modifica]

  • Diario di un ladro di Robert Bresson. Quando l’ho visto, nel 1969, mi ha fatto capire che c’era una connessione profonda tra un’educazione religiosa e la mia presenza profana. C’era un legame con lo stile, e da lì è venuta l’ispirazione per parte del mio stile. Quel film mi ha fatto intuire che poteva esserci un posto per me nel cinema. Facevo il critico e non pensavo ci fosse spazio per me, ma poi ho visto questo film su un ragazzo che scrive un diario e ho pensato potessi fare qualcosa di simile. Tre anni dopo ho scritto Taxi Driver…[1]
  • [Su Taxi Driver] La risposta immediata è di solito molto viscerale e arrabbiata. Ma se questo film non fosse controverso, nel Paese ci sarebbe qualcosa che non va.[2]
  • Se ti piace qualcosa di trash e sei una persona intelligente, stai vedendo qualcosa che non è trash, anche se sembra essere così. Per esempio, quando Quentin Tarantino vede quei dannati B-Movie, non è che sta guardando i film di registi sfrenati o folli, sta vedendo qualcosa che gli interessa davvero, che capisce. Quindi non credo nei guilty pleasure.[1]

Note[modifica]

  1. a b Dall'intervista di Stefan Pape, Paul Schrader: «Da Taxi Driver a Mishima, vi racconto i miei film del cuore», HotCorn.com, 11 Aprile 2020.
  2. Da un'intervista con Roger Ebert, Chicago Sun-Times, 1976. Citato in AA.VV., Il libro dei film, traduzione di Sonia Sferzi, Gribaudo, 2020, p. 236. ISBN 9788858025864

Filmografia[modifica]

Regista[modifica]

Sceneggiatore[modifica]

Altri progetti[modifica]