Pier Maria Rosso di San Secondo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Pier Maria Rosso di San Secondo (1887 – 1956), drammaturgo e giornalista italiano.

  • Pur soffrendo infatti pene profondamente umane, i tre protagonisti del dramma sono tre marionette [...] Ma sono tuttavia uomini: uomini, ridotti marionette. (da Avvertenza agli attori in Marionette, che passione!...)[1]
  • Quale forza ha una donna se non è buona a mandare gli uomini in rovina? (da Tra vestiti che ballano)[1]
  • Sei forse Dio tu, perché voglia sottrarti alla legge? [...] Non è obbrobrio!... Persuaditi... È la sorte compassionevole di tutti. (da Il delirio dell'oste Bassà)[2]

Citazioni su Pier Maria Rosso di San Secondo[modifica]

  • Nell'opera drammatica del Nisseno sono riscontrabili due figure della donna fatale. La prima accumunabile a quella presente in Wedekind, è la figura di una donna bella e innocente, dalla straripante e distruttrice sensualità, in perpetuo conflitto con il moralismo borghese. La seconda, che possiamo qualificare come strindberghiana, delinea l'immagine di una creatura fredda e metodica nel fare il male. (François Orsini)
  • Rosso di San Secondo è l'unico vero autore drammatico italiano – uno dei rari scrittori dell'Europa meridionale – che possa essere definito «espressionista». Il suo teatro è in gran parte contemporaneo di quello degli espressionisti d'oltralpe. (François Orsini)

Note[modifica]

  1. a b citato in François Orsini, Pirandello e l'Europa
  2. citato in François Orsini, Drammaturgia europea dell'avanguardia storica: Pirandello, Rosso di San Secondo, Strindberg, Wedekind, Luigi Pellegrini Editore, Cosenza 2005

Altri progetti[modifica]