Pio Filippani Ronconi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Pio Filippani Ronconi durante la Seconda guerra mondiale.

Pio Filippani Ronconi (1920 – 2010), orientalista e storico delle religioni italiano.

Upaniṣad antiche e medie[modifica]

  • [Le discipline dello Yoga] attraverso particolari forme di concentrazione mentale, si propongono di ricondurre il pensiero alla sua primordiale sfera creativa, là dove è sorgente di realtà e non riflessione su cose esistenti. (dall'Introduzione, p. 3; 2007)
  • [...] l'ātman è, invece, la costante immutabile identità dell'Assoluto con se stesso in tutti i gradi della sua manifestazione (prapañca): è la onnipresente ipseità che giace al di là dell'apparire delle forme e che è, perciò, il vero Io, non quel fascio di sensazioni, istinti, volizioni e ricordi, nati da natura, nel quale l'uomo comune si identifica. (dall'Introduzione, pp. 5-6; 2007)
  • Upaniṣad vuol dire, letteralmente, «sessioni» (sad) «presso» (upani) il maestro, quindi dottrina segreta. (dall'Introduzione, p. 9; 2007)
  • [Nelle Upaniṣad] Il Tutto essendo Uno, e le parti del Tutto essendo un suo riflesso illusoriamente apparente come molteplice, l'uomo, che è lo stesso Spirito individuatosi, ritorna a essere demiurgo, motore di tutte le cose, allorché si identifica con il suo principio, l'ātman. (dall'Introduzione, p. 9; 2007)
  • Le Upaniṣad lo identificano con l'ātman, Sé e Io assoluto, sintesi di totale essere e di totale conoscere, quindi atto eterno, che veglia nel cuore di ogni creatura umana, in quello stato incondizionato (turīya=«il Quarto») che giace al di là della condizione di sonno profondo (suṣupti). (dall'Introduzione, p. 11; 2007)
  • [Nelle Upaniṣad medie] Si ha quindi una prefigurazione molto esplicita della funzione del mondo delle parvenze, quale potenza (śakti) del Dio, come verrà sviluppata, molti secoli più tardi, dalle scuole settarie viṣṇuite e śivaite: la Śvetāśvatara (IV 9) insegna infatti che la prakṛti è la magia (māyā) di Śiva, dal cui laccio sono afferrate le anime individuali. (dall'Introduzione, p. 13; 2007)
  • Con ciò le Upaniṣad rappresentano la migliore porta di ingresso alla conoscenza, e della speculazione indiana nella sua prima formazione, e di quel vastissimo mondo della mistica e della religione dell'India, che costituisce uno degli aspetti principali del fenomeno umano in tutti i tempi. (dall'Introduzione, p. 14; 2007)

Bibliografia[modifica]

  • Upaniṣad antiche e medie, a cura e traduzione di Pio Filippani-Ronconi, riveduta a cura di Antonella Serena Comba, Universale Bollati Boringhieri, Torino, 2007.

Altri progetti[modifica]