Pensiero

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Allegoria del Pensiero, gruppo marmoreo di Giulio Monteverde

Citazioni sul pensiero e sul pensare.

Citazioni[modifica]

  • Abbiamo poco controllo sui nostri pensieri. Siamo prigionieri delle idee. (Ralph Waldo Emerson)
  • Attenti, quando il gran Dio dà libero corso a un pensatore su questo pianeta! Allora tutte le cose corrono un rischio. È come se una conflagrazione fosse scoppiata in una grande città, e nessuno sa che cosa si salverà e dove essa finirà. Non c'è parte della scienza che domani non possa venire rovesciata, non c'è reputazione letteraria, né alcuno dei cosiddetti eterni nomi della fama che non possano essere riesaminati e condannati. Le profonde speranze dell'uomo, i pensieri del suo cuore, la religione delle nazioni, le abitudini e le morali del genere umano sono tutte alla mercé di una nuova generalizzazione. (Ralph Waldo Emerson)
  • Chi pensa a vincere non pensa mai. (Aldo Busi)
  • Chiuder non posso a quel pensier le porte, | Che mi reca voi viva entro la mente; | Ch'ei per virtù del vostro raggio ardente | V'entra per forza, e studia a la mia morte. (Angelo di Costanzo)
  • Chi vuole pensare deve rinunciare a "darsi da fare". (Elias Canetti)
  • Coi pensieri bisogna avere qualche riguardo, perché nessuno sa quali siano i giusti e quali no. (Maksim Gorkij)
  • Colui che non si pensa col pensiero, ma grazie al quale il pensiero è stato pensato, ecco: è il Brahman; e non ciò che si venera come tale. (Kena Upaniṣad)
  • Credere che il pensiero, non imputabile civilmente, sia non imputabile moralmente, è grand'inganno; quasiché le stesse passioni che, secondate, tergono l'azione, non torgano l'opinione. (Augusto Conti)
  • Credere nel proprio pensiero, credere che ciò che è vero per voi, personalmente per voi, sia anche vero per tutti gli uomini, ecco, è questo il genio. Date voce alla convinzione latente in voi, ed essa prenderà significato universale. (Ralph Waldo Emerson)
  • Dilatate il pensiero, abbellitelo; esso è nuovo e antico, civile e cristiano. (Guglielmo Audisio)
  • Gli uomini si dividono in due categorie: quelli che pensano e quelli che lasciano che siano gli altri a pensare. (Fabrizio De André)
  • Gli uomini temono il pensiero più di qualsiasi cosa al mondo, più della rovina, più della morte stessa. Il pensiero è rivoluzionario e terribile. Il pensiero non guarda ai privilegi, alle istituzioni stabilite e alle abitudini confortevoli. Il pensiero è senza legge, indipendente dall'autorità, noncurante dell'approvata saggezza dell'età. Il pensiero può guardare nel fondo dell'abisso e non avere timore. Ma se il pensiero diventa proprietà di molti e non privilegio di pochi, dobbiamo finirla con la paura. (Bertrand Russell)
  • I pensieri segreti sono liberi solo a metà: volano indisturbati nei cieli della libertà interiore, ma non possono mai uscirne. (Fausto Cercignani)
  • I pensieri sono cose; essi hanno un potere tremendo. Pensare al dubbio e alla paura conduce al fallimento. Quando sconfiggi le attitudini negative che vengono dal dubbio e dalla paura tu hai sconfitto il fallimento. I pensieri si cristallizzano in abitudini e le abitudini si solidificano nelle circostanze. (Brian Adams)
  • I pensieri sono spiriti in movimento come le onde del mare che fanno sentire la loro voce infrangendosi sulla riva. (Romano Battaglia)
  • Il pensare, che era un furore, è diventato un'arte. (Ralph Waldo Emerson)
  • Il pensier si sprigiona, e senza briglia | Va scorrendo, quai turbo inferocito | Che il dormente Ocean desta e scompiglia. | In quai caverne, in qual deserto lito | Or vien egli sospinto? È forse questo | Il sentier d'Acheronte e di Cocito? (Vincenzo Monti)
  • Il pensiero, a mio giudizio, è il cardine della libertà. È solo quando l'uomo rinunzia al pesiero autonomo, per accettare i dogmi dei conformismi imperanti, che esso rinunzia alla libertà. (Alberto Giovannini)
  • Il pensiero è come il Pròteo della favola, che muta incessantemente d'aspetto, o meglio, poiché non v'è un pensiero unico e fisso, ma una serie infinita di pensieri, incostanti, contradittorii, nessuno può con una parola definire esattamente un uomo; nessun uomo può definire esattamente sé stesso. (Federico De Roberto)
  • Il pensiero è il patrimonio comune dell'umanità, ed è per esso che i popoli comunicano attraverso il tempo e lo spazio e formano davvero una sola famiglia. Esso è l'anima dell'universo di Platone, e conviene onorarlo dovunque si manifesta. (Giuseppe Guerzoni)
  • Il pensiero è malato, che la cultura dominante non ha più nessuna stima, perché il pensiero è fatto per sua natura per nutrirsi di realtà, e perciò per offrire agli uomini una verità che esso scopre nelle cose. (Ersilio Tonini)
  • Il pensiero è un dinamismo dialogico ininterrotto, una navigazione tra Scilla e Cariddi verso le quali la trascina ogni egemonia di uno dei processi antagonisti. (Edgar Morin)
  • Il pensiero fa la grandezza dell'uomo. (Blaise Pascal)
  • Il pensiero ingrandisce il nostro piccolo essere che è come un granello di sabbia di fronte all'eternità. (Romano Battaglia)
  • Il pensiero s'impernia sulla definizione delle parole. (Ezra Pound)
  • Il problema si semplifica se si ritiene che i "pensieri" siano precedenti, da un punto di vista epistemologico, al pensare e che quest'ultimo si sviluppi come conseguenza della necessità di un metodo o di un apparato per trattare "i pensieri". (Wilfred Bion)
  • La filosofia nasce dalla problematizzazione dell'ovvio: non accettiamo quello che c'è, perché se accettiamo quello che c'è, ce lo ricorda ancora Platone, diventeremo gregge, pecore. [...] Allora la filosofia svolge un ruolo decisamente importante, non perché sia competente di qualcosa, ma semplicemente perché non accetta qualcosa. E questa non accettazione di ciò che c'è non la esprime attraverso revolverate o rivoluzioni, l'esprime attraverso un tentativo di trovare le contraddizioni del presente e dell'esistente, e argomentare possibilità di soluzioni: in pratica, pensare. E il giorno in cui noi abdichiamo al pensiero abbiamo abdicato a tutto. (Umberto Galimberti)
  • La libertà di pensare è il coraggio di imbattersi nei proprio demoni. (Alain de Botton)
  • Maledetto il pensier che ti donai; | Maledette le tracce, e la scaltrita | Sembianza, onde sedurre io mi lasciai; || Maledetta l'infausta ombra romita | Conscia de' miei trionfi, e della spene | Lungo tempo felice, e poi tradita. (Vincenzo Monti)
  • Ma il pensiero incomincerà solo quando si renderà conto che la ragione glorificata da secoli è la più accanita nemica del pensiero. (Martin Heidegger)
  • Noi siamo come i nostri pensieri ci hanno fatto; perciò state attenti a cosa pensate. (Vivekananda)
  • Noi siamo quello che pensiamo. (Gautama Buddha)
  • Non bisogna pensare troppo, a questo mondo. Se no si diventa matti. (Carlo Sgorlon)
  • Non c'è concetto o pensiero che non possa fare a meno del linguaggio. (Bhartṛhari)
  • Non si entra nel pensare affermando d'essere il migliore. Non cerchiamo la saggezza per eccellenza, ma per difetto. (André Glucksmann)
  • Ogni pensiero è anche una prigione. Per ciò noi amiamo il poeta, l'inventore, il quale in qualsiasi forma, sia essa un'ode o un'azione, un aspetto o un comportamento, irradia un nuovo pensiero. Egli apre le nostre catene e ci porta davanti a una nuova scena. (Ralph Waldo Emerson)
  • Ogni società civile, religiosa e politica determina i confini, le «riserve» più o meno ampie, entro cui il pensiero può liberamente esprimersi. (Luca Di Schiena)
  • Pensare è difficile, però si può benissimo parlare e scrivere senza pensare. (Anacleto Verrecchia)
  • Pensare [...] è sempre filosofare. (Giovanni Gentile)
  • Pensiamo perché non sappiamo. (Ezra Pound)
  • Per alcuni pensieri è meglio non ammetterli, bensì allontanarli subito. (Anselm Grün)
  • Per "pensiero" io intendo tutto l'insieme – pensato, sentito, il corpo, l'intera società coi suoi pensieri condivisi – è tutto un unico processo. (David Bohm)
  • Perché vi sono alberi sotto i quali non posso passare senza che vasti e melodiosi pensieri non scendano su di me? | (Ritengo che pendano da quegli alberi, d'estate come d'inverno, e facciano sempre cadere frutti sul mio passaggio). (Walt Whitman)
  • Quel che vi è di meglio nel pensiero si aggrappa come edera morta su vecchi mattoni morti. (William Faulkner)
  • Quello che mi lega a voi è la tranquillità intima che non mi lascia dubbio sulla perfetta identità dei nostri pensieri. (Klemens von Metternich)
  • Sapete quello che spesso mi disturba in una relazione come la nostra? Il pensiero che un indiscreto lettore possa trovare che le mie lettere sono simili, all'eccesso, a quelle di tutti gli innamorati. (Klemens von Metternich)
  • Se il pensiero è verità, esso, ove non incontrasse ostacoli, consisterebbe nella contemplazione di se medesimo. (Leo Valiani)
  • Se il pensiero non è disciplinato non riusciamo più a far nulla e ci troveremo dinanzi solo i residui del '68, i residui della mentalità soggettivistica che confonde sincerità, spontaneità con la bontà e con il valore, che prende la festa in sé come motivo, come valore, non curandosi poi se la festa distrugge l'uomo. (Ersilio Tonini)
  • Se un pensiero non è espresso in parole non può essere del tutto chiaro. (Giovanni Lajolo)
  • Si può essere qualcuno semplicemente pensando. (Alda Merini)
  • Soltanto chi abbia la coscienza di portare una luce tra i contemporanei dovrebbe esprimere i propri pensieri: gli altri non sono che ciarlatani. (Corrado Sofia)
  • Sono poche le persone che pensano, però tutte vogliono giudicare. (Federico il Grande)
  • Taluni non diventano pensatori solo perché hanno una memoria troppo buona. (Friedrich Nietzsche)
  • Tutte le grandi rivoluzioni della vita umana avvengono nel pensiero. Purché si produca un cambiamento nel modo di pensare e l'azione seguirà così immancabilmente la direzione del pensiero, come una barca segue la direzione impressagli dal timoniere. (Lev Tolstoj)
  • Un uomo può sopportare molto finché può sopportare se stesso. Può vivere senza speranza, senza amici, senza libri, perfino senza musica, fino a quando può ascoltare i propri pensieri. (Axel Munthe)
  • Uno si smarrisce pensando troppo, come pensando poco. (Giovan Battista Niccolini)

Carlo Maria Franzero[modifica]

  • Credo fermamente che la parola sia non soltanto il mezzo di espressione, ma una parte del pensiero stesso. La parola è il più puro mezzo dell'arte.
  • Possedere col pensiero è più che possedere in realtà, perché il pensiero è impudico, è ignudo, senza rossore; il pensiero sa prendere il capo della donna che vuole e cercarne la bocca per suggere ad una fonte sconosciuta; e sa trovare lo stimolo ad osare l'impudenza più sfrontata, perché l'impudenza è istinto, il pudore è ipocrisia appresa...
  • Vivere del pensiero è sentirsi superiori alla comunità.

Proverbi italiani[modifica]

  • A tristi pensieri, lieta canzone.
  • Ai buoni pensieri bastano poche parole.
  • Bisogna pensare prima per non sospirare dopo.
  • Chi ha dei pensieri, le parole non gli mancano.
  • Chi la pensa in un modo e chi nell'altro.
  • Chi vuol punire i pensieri, ha bisogno di molte forche.
  • I buoni pensieri e le buone opere sono gemelli.
  • I buoni pensieri partoriscono i buoni fatti.
  • I cattivi pensieri bussano sempre; fa' il sordo, e se ne andranno.
  • I cattivi pensieri portano ai cattivi fatti.
  • I grandi pensieri non hanno posto in una testa piccola.
  • I grandi pensieri vengono dal cuore.
  • I nuovi pensieri recano nuovi costumi.
  • I pensieri bui vengono da una testa tenebrosa.
  • I primi pensieri delle donne e i secondi degli uomini sono i migliori.
  • In una piccola testa può nascere spesso un grande pensiero.
  • Le mura per quanto forti, non possono impedire il volo dei pensieri.
  • Molti volano così in alto coi loro pensieri, che non toccano né il cielo, né la terra.

Proverbi toscani[modifica]

  • Non è più bel mestiere, che non aver pensiere.
  • Pensiero non pagò mai debito.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]