Pompeo Sarnelli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Pompeo Sarnelli (1649 – 1724), vescovo cattolico, storico e scrittore italiano.

Incipit di La gallenella[modifica]

  • No gran Dottore abbesogna che fosse chi decette ca l'ommo comme nasce accossì pasce[1]. E se maje villano fece azzione de galant'ommo, o fu jannizzero o cuorvo janco[2]: pocca[3] da le cevettole[4] non nasceno aquele, né de la ciàvole[5] palumme. E perzò se sole dicere: pratteca co chi è meglio de tene[6] e falle le spese: perché chi meglio nasce, meglio procede, e chi dorme co cane no se nn'auza[7] senza pùllece. Comme ve sacredarrite[8] se sentarrite sto cunto che ve songo pe dicere.[9]

Note[modifica]

  1. Cresce.
  2. Corvo bianco.
  3. Perché.
  4. Civette.
  5. Gazze.
  6. Te.
  7. Si alza.
  8. Persuaderete.
  9. Da Posillicheata, a cura e traduzione di E. Malato, Edizioni di Gabriele e Mariateresa Benincasa, Napoli, 1986; in Raffaele Giglio Letteratura delle regioni d'Italia, Storia e testi, Campania, Editrice La Scuola, Brescia, 1988, p. 208. ISBN 88-350-7971-3. La Posilicheata venne pubblicata nel 1684 con l'anagramma di Marsilio Reppone da Gnanopole. Cfr. Campania, p. 207.

Altri progetti[modifica]