Pose (serie televisiva)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Pose

Serie TV

Immagine Cast Pose at Los Angeles Pride Parade by dvsross.jpg.
Titolo originale

Pose

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno

2018 - in produzione

Genere musicale, drammatico
Stagioni 2
Episodi 18
Ideatore Ryan Murphy, Brad Falchuk, Steven Canals
Rete televisiva FX
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Pose, serie televisiva statunitense ideata da Ryan Murphy, Brad Falchuk e Steven Canals per FX.

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Incipit[modifica]

Candy: Tesoro, non posso essere una donna in Cercasi Susan disperatamente. Ogni volta che mi cotono i capelli divento uguale a...
Lulu: ...Miss Celie?
Elektra: Perché parlate di cose così banali? Per dieci anni la casa Abundance ha regnato suprema, ma purtroppo Pendavis ci ha rubato il trofeo. Forza figlie, è tempo di ricordare al mondo chi siamo.

Stagione 1[modifica]

Episodio 1, Pilota[modifica]

  • Le idee sono ingredienti. Solo una vera madre sa come preparare bene il piatto. (Elektra)
  • Se non rischi niente, rischi ancora di più. (Blanca)
  • Disney, guardati le chiappe! (Pray Tell)
  • Ecco come si vince a una ball! (Pray Tell) [mentre mettono le manette a Elektra]
  • La categoria è... vivi, sfoggia, posa! (Pray Tell) [titoli di testa]
  • [Coming out]
    Lawrence: E come spieghi questo? Era sotto il tuo letto. [gli mostra una rivista omoerotica] L'avevo detto a tua madre: "Sei troppo buona, quello è un frocetto!" Ho cercato di raddrizzarti un po', ma lei diceva "È creativo, dagli la possibilità di esplorare" Le ho dato retta ed è così che tu ripaghi la mia generodità? Che c'è? Parla, forza! Hai diciassette anni, sei un uomo ormai. Coraggio, dillo.
    Damon: Sono un ballerino. E... sono gay. [il padre lo picchia] Sto cercando di fare qualcosa della mia vita. Voglio diventare qualcuno e andarmene via da qui!
    Lawrence: Oh, quindi io non sono nessuno visto che sono rimasto! Non sai che cosa significa essere un uomo e dover lottare! [lo picchia con la cintura]
  • Sei morto per me. (Lawrence)
  • [Blanca scopre di avere l'HIV]
    Dottoressa: Non è una sentenza di morte questa.
    Blanca: E cos'è allora?
    Dottoressa: Grazie.
    Blanca: Per cosa?
    Dottoressa: Immagino sia dura dover dire alle persone che moriranno presto.
  • "Piangi di più, piscia di meno." Era la mia mamma che lo diceva. Una vera santa. Una San Bernarda. Dio, quella donna doveva pesare quasi duecento chili. (Pray Tell)
  • [Blanca scopre di avere l'HIV]
    Pray Tell: Metti i tacchi più alti che hai e torna là fuori nel mondo. Non sei ancora un cadavere. Non c'è niente di più tragico di un travestito triste.
    Blanca: Non sono triste. Piango per la gioia. Mi sento sollevata. Non sono mai stata sicura di niente. Ho sempre vissuto giorno per giorno fino a oggi. Non voglio morire. Io voglio vivere. Lo so che sembra assurdo, ma io lo sapevo che non sarei stata a lungo su questa terra. Non so quando me ne andrò, ma se non altro adesso so come. Almeno adesso ho una certezza nella vita.
    Pray Tell: Secondo me questo è il momento di realizzare un sogno.
  • Il museo non sporgerà denuncia. Se si scopre che un gruppo di travestiti ha rubato degli abiti storici, puoi stare sicura che nessuno gli darà mai niente da esporre. (Lulu)
  • Una Casa è una famiglia che scegli tu. (Blanca)
  • Quindi credi che i tuoi sogni siano più veri dei miei? (Blanca) [a Damon]
  • Blanca: Una ball è un raduno di persone a cui viene impedito di riunirsi altrove e lì celebriamo una vita che per il resto del mondo non ha diritto ad alcuna celebrazione. Ci sono categorie e ci si veste in base a quelle, si sfila, ci sono i voti e i trofei.
    Damon: E si possono fare un po' di soldi?
    Blanca: Molto meglio: puoi riuscire a farti un nome vinvendo un trofeo o due. E nella nostra comunità la gloria del nome è fondamentale. Certo, non sfileremo sul red carpet degli Oscar, ma è il nostro momento per diventare star. Benvenuto nel mondo delle ballroom.
  • È la credibilità che conta, la capacità di adattarsi al mondo etero e bianco per incarnare il sogno americano. Un sogno a cui non abbiamo accesso. E non per mancanza di talento, credimi. (Blanca) [a Damon]
  • Non spaventate i bianchi! Non spaventate i visi pallidi! (Pray Tell)
  • Damon: Scusa se ho detto che non ero come te.
    Blanca: Ah, lascia stare. Sei un ragazzo di colore gay. A chi altro potresti sentirti superiore, tesoro?
  • Damon: Allora, tu hai un vero lavoro oppure...?
    Blanca: Io non sono una che giudica le persone da come vivono. Mi scambiano per una donna molto spesso. Ho preso gli ormoni e so come comprotarmi. Ho nascosto ai miei genitori chi ero per molto tempo. Aspettavo che andassero a dormire per truccarmi, vestirmi e andare di nascosto alle ball. Tornavo prima che si svegliassero. Credevo di essere furba. Quel giorno del ringraziamento non lo scorderò mai. Mia madre continuava a guardarmi con un sorrisetto e poi distoglieva lo sguardo. Così le chiesi: "Mamma, che cos'hai da ridere? Si può sapere?" E lei mi disse... mi disse : "Tu credi di essere il più sveglio, invece io l'ho vista quella ragazzina che entra ed esce dalla tua camera. Entra ed esce dalla tua camera in piena notte. Io ero sconvolta, non riuscivo nemmeno a parlare. Lei continuò dicendo che non era nemmeno arrabbiata. Era sollevata perché non ero uno di quei gay peccaminosi.
    Damon: Mio Dio, e cos'hai fatto?
    Blanca [coming out]: Le ho detto: "Mamma, non c'era nessuna ragazzina che girava di notte. Tu hai visto me. Non sono gay e di certo non ho commesso peccati. Semplicemente sono una donna. Non sono tuo figlio, ma tua figlia." È stato troppo per lei, sai? Mi ha bandita da casa sua e dal suo cuore. Ho pianto come una bambina. Sono andata via senza tornare. Quando sei rifiutata da tua madre e da tuo padre non fai alro che cercare là fuori qualcuno che possa darti l'amore che ti manca.

Altri progetti[modifica]