Ramón Mercader

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
La tomba di Ramón Mercader

Jaime Ramón Mercader del Río Hernández (1913 – 1978), agente segreto spagnolo naturalizzato sovietico.

Citazioni di Ramón Mercader[modifica]

  • Lasciai il mio impermeabile sul tavolo, in modo tale che fossi in grado di rimuovere la piccozza che si trovava nella tasca. Decisi di non mancare la meravigliosa opportunità che si presentava. Il momento in cui Trockij cominciò a leggere l'articolo mi diede la chance, estrassi la piccozza dall'impermeabile, la strinsi in pugno e, con gli occhi chiusi, sferrai un colpo terrificante alla sua testa. Trockij emise un grido che non dimenticherò mai. Un lungo 'aaaa', infinitamente lungo, e credo che rieccheggi ancora nel mio cervello. Trockij si alzò di scatto, si precipitò verso di me e mi morse la mano. Guardi, si vedono ancora i segni dei suoi denti. Lo spinsi via e lui cadde a terra. Poi riuscì a rialzarsi e inciampò fuori dalla stanza. [da una deposizione del suo processo]
I laid my raincoat on the table in such a way as to be able to remove the ice-pick which was in the pocket. I decided not to miss the wonderful opportunity that presented itself. The moment Trotsky began reading the article gave me the chance, I took out the ice-pick from the raincoat, gripped it in my hand and, with my eyes closed, dealt him a terrible blow on the head. Trotsky gave a cry that I shall never forget. It was a long ‘aaaa’, endlessly long, and I think it still echoes in my brain. Trotsky jumped up jerkily, rushed at me and bit my hand. Look, you can still see the marks of his teeth. I pushed him away and he fell to the floor. Then he rose and stumbled out of the room.[1]

Citazioni su Ramón Mercader[modifica]

  • Io ho un parente assassino, si chiamava Ramón Mercader. [...] A questo Ramón Mercader Stalin disse "vai a Città del Messico e ammazza Trockij". Questo è partito con un piccone e gliel'ha dato in testa. Ha ammazzato pure quello giusto poi. Era mio zio. (Christian De Sica)

Note[modifica]

  1. (EN) Citato in Dmitri Volkogonov, Trotsky: The Eternal Revolutionary, a cura di Harold Shulkman, The Free Press, Simon & Schuster Inc., New York, 1996, p. 466. ISBN 0-684-82293-8

Altri progetti[modifica]