Ridolfino Venuti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Ridolfino Venuti in una stampa d'epoca

Ridolfino Venuti (1705 – 1763), storico, archeologo e numismatico italiano.

Citazioni di Ridolfino Venuti[modifica]

  • Cominciò l'Isola Tiberina il suo nascimento per la testimonianza di Livio dai fasci di grano tolto dai campi di Tarquinio superbo, e gettato per odio nel Tevere; ivi arrestatisi insieme con le arene portatevi dal fiume formarono a poco a poco quest'Isola, ajutandola in appresso i Romani con bastioni, aggere[1], pietre quadrate, e altro. Volendo qualche tempo dopo[2] ergere ad Esculapio un Tempio per cui mandarono solenne ambasceria al suo celebre Tempio in Epidauro, ne riportarono un serpente, il quale, essendo essi nel Tevere, si fuggì, e si nascose nell'Isola. Onde pensarono ergerli un famoso Tempio nella medesima con un Ospedale per ricevervi coloro che infermi vi venivano ad effetto di risanare, e allora fortificarono l'Isola di nuove pietre quadrate, dandogli la forma di una Nave.[3]

Note[modifica]

  1. Argine, terrapieno difensivo ottenuto ammassando del terreno a sostegno di un muro o di una fortificazione.
  2. Per motivo della peste nell'anno 462 di Roma (Livii Epitome lib. XI.) [N.d.A.]
  3. Da Accurata e succinta descrizione topografica delle antichità di Roma, edizione terza, presso Pietro Piale e Mariano de Romanis, Roma, 1824, parte II, cap. IV, pp. 173-174.

Altri progetti[modifica]