Robert Shaw

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Robert Shaw, 1957

Robert Shaw (1927 – 1978) scrittore e attore britannico.

Incipit di Situazione disperata ma non seria[modifica]

Era lunedì, il primo giorno di un'ondata di caldo, e il sole cominciava appena a splendere sul più squallido sobborgo di Bonn.
In fondo a una strada di questo sobborgo, vicino a un boschetto, sorgeva una vecchia casa isolata: numero 22, Mulhstrasse. Era stata costruita cento anni prima per un mercante di vini, perciò aveva una grande cantina nel sottosuolo.
Nella stanza da letto sul fronte della casa il proprietario si stava svegliando lentamente. La mano destra sfiorò il fianco sinistro, poi si distese, e intrecciando le dita sul petto l'uomo poté finire il sogno: correva in una foresta e il sentiero era cosparso di cadaveri di militari, che lui superava con un balzo, come un bimbo quando gioca a saltapicchio. Una donnola sedeva accanto a un ciuffo di campanule con un guanto di cosacco in bocca; un russo morto sgusciò furtivo dietro un albero, alzò la pistola, prese la mira... troppo tardi! Hans Frick lo aveva già colpito al cuore.

Bibliografia[modifica]

  • Robert Shaw, Situazione disperata ma non seria (The Hiding Place), traduzione di Maria Eugenia Morin Zuppelli, Garzanti, 1966.

Film[modifica]

Altri progetti[modifica]