Rodrigo Duterte

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Rodrigo Duterte

Rodrigo Duterte (1945 – vivente), politico filippino.

Citazioni di Rodrigo Duterte[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Devo ammettere che ho ucciso delle persone. Una volta avevano rapito una donna, quindi cercai di negoziare personalmente con loro poiché ero nelle vicinanze. Gli chiesi di alzare le mani ma non mi obbedirono, quindi gli sparai e li uccisi.[1]
  • Solo perché sei un giornalista, non significa che tu sia esente dall'essere assassinato. Non c'è alcuna libertà di espressione che tenga, quando fai uno sbaglio a qualcuno. La maggior parte di chi viene ucciso, in realtà, ha fatto qualcosa. Se sei un bravo cronista però, sei al sicuro.[2]
  • Nessun leader, per quanto sia forte, può avere successo nelle faccende di rilevanza nazionale senza il supporto e la cooperazione della gente che ha il compito di guidare e di servire. Sono consapevole che alcuni non approvano i miei metodi per combattere la criminalità. Dicono che i miei metodi non sono ortodossi e che tendono verso l'illegalità. Come avvocato ed ex-procuratore conosco quali sono i limiti del potere e dell'autorità di un Presidente. So cosa è legale e cosa non lo è.
No leader, however strong, can succeed at anything of national importance or significance unless he has the support and cooperation of the people he is tasked to lead and sworn to serve. I know that there are those who do not approve of my methods of fighting criminality. They say that my methods are unorthodox and verge on the illegal. As a lawyer and a former prosecutor, I know the limits of the power and authority of the president. I know what is legal and what is not.[3]
  • Sono un Presidente che vuole la pace con tutti. Il mio compito come Presidente non è quello di creare conflitti, ma assicurare che non si verifichi alcun guaio nel paese.
I am President that seeks peace with everyone. My job as President is not to look for fights, but to ensure there is no trouble in the country.[4]
  • [Replicando ad un giornalista che ha richiesto a Duterte se chiarirà a Barack Obama del proprio programma autoritario di contrasto al narcotraffico responsabile di oltre 2.000 esecuzioni sommarie di presunti spacciatori di droga da parte della polizia o di comuni cittadini.] Sono il presidente di uno stato sovrano, ed è molto tempo che non siamo più una colonia. Non ho nessun padrone al di fuori dei cittadini filippini, nessuno di nessuno. Devi avere rispetto. Non devi fare domande. Figlio di puttana, ti insulterò in quell'incontro.[5]
  • Hitler massacrò tre milioni di ebrei.[6] Ci sono tre milioni di tossicodipendenti: sarei felice di massacrarli.[7]
  • [In un discorso ai soldati.] Sarò io a prendermi la responsabilità. Andrò in prigione per voi. Voi fate il vostro lavoro, e io mi prenderò cura del resto. Se vi capita di stuprare tre donne, dirò che l'ho fatto io.[8]
  • Qual è la mia colpa? Ho rubato anche un solo peso? Il mio unico peccato sono le uccisioni extragiudiziali.[9]
  • I vostri vescovi ammazzateli. Questi non servono a nulla. L'unica cosa che sanno fare è criticare.[10]
  • La maggior parte dei preti è gay, quasi il 90% di loro, quindi non insistano a chiedermi moralità.[10]

Citazioni su Rodrigo Duterte[modifica]

  • Le Filippine hanno ancora la forma di una democrazia, ma il presidente Rodrigo Duterte è un pagliaccio assassino. (Gwynne Dyer)

Note[modifica]

  1. Da un intervista del 2015; Nestor Corrales, openly admits killing 3 criminals in Davao City, Philippine Daily Inquirer, 9 dicembre 2015.
  2. Citato in Francesca De Benedetti, Il Papa, le donne e ora anche i giornalisti, tutte le "vittime" del presidente filippino, Repubblica.it, 1º giugno 2016.
  3. Dal discorso d'insediamento FULL TEXT: President Rodrigo Duterte inauguration speech, Philippine Daily Inquirer, 30 giugno 2016.
  4. Dal discorso rivolto alle Forze armate filippine del 26 luglio 2016; citato in Leila B. Salaverria, My job is to pursue peace – Digong, 26 luglio 2016.
  5. Citato in Il presidente delle Filippine ha chiamato Obama “figlio di puttana”, ilPost.it, 5 settembre 2016.
  6. In realtà, secondo gli storici, Hitler uccise almeno sei milioni di ebrei, oltre che omosessuali, zingari, neri e dissidenti politici.
  7. Citato in Presidente Filippine Duterte sui tossici: 'Ne ucciderei tanti, come Hitler', Ansa.it, 30 settembre 2016.
  8. Citato in Presidente delle Filippine Duterte incita i militari allo stupro: "Se vi capita, dirò che l'ho fatto io", La Stampa.it, 29 maggio 2017.
  9. Citato in Filippine, il presidente Duterte ammette "uccisioni extragiudiziali", SkyTg24.it, 28 settembre 2018.
  10. a b Citato in Filippine, nuovo attacco di Duterte alla Chiesa: "Uccidete i vescovi, sono inutili", Repubblica.it, 6 dicembre 2018.

Altri progetti[modifica]