Salvador Espriu

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Salvador Espriu i Castelló (1913 – 1985), poeta, drammaturgo e romanziere catalano.

Citazioni di Salvador Espriu[modifica]

  • Con sofferenza ho visto. Già non ricordo il mare. | Vado per l'ultimo solco, dopo verrà il deserto. | Sotto chiarissimi cieli, ascolto come il vento | «Nessuno», mi dice nome, mio guadagnato nome. (da Vorrei dirlo con le mie labbra di vecchio[1])
  • Sentire solo, sapere di ogni cosa | il nome semplice e piano, carezza | come d'aprile sopra le nuove foglie, | mentre la luce piovosa della sera | coi giacinti adagio scompare. (da I giacinti[2])

Note[modifica]

  1. In Josep Carner, Carles Riba, J. V. Foix e Salvador Espriu, Poesia catalana del novecento, a cura di Giuseppe E. Sansone, Newton Compton Editori, Roma, 1979, p. 163.
  2. In Josep Carner, Carles Riba, J. V. Foix e Salvador Espriu, Poesia catalana del novecento, a cura di Giuseppe E. Sansone, Newton Compton Editori, Roma, 1979, p. 161.

Altri progetti[modifica]