Assurbanipal

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Sardanapalo)
Jump to navigation Jump to search
Statua di Assurbanipal nei pressi dell'Asian Art Museum di San Francisco

Assurbanipal o Sardanapalo (?), re degli Assiri. È menzionato nei testi biblici come Asenappar o Osnapper.

Citazioni di Assurbanipal[modifica]

  • I soli miei beni sono quelli che la gola e la più raffinata libidine mi procacciarono; non mi curai delle molte altre cose, anche più nobili.
Haec habeo, quae edi, quaeque exsaturata libido hausit; at illa iacent multa et praeclara relicta.[1]
  • Mangiamo, beviamo, godiamo: dopo la morte non vi è più diletto alcuno.[2]
Edamus, bibamus, gaudeamus: post mortem nulla voluptas.

Note[modifica]

  1. In Cicerone, Tuscul. disput., lib. V, 35, par. 101; citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli.
  2. Citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli.

Altri progetti[modifica]