Sloan Wilson

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Sloan Wilson (1920 – 2003), scrittore statunitense.

Scandalo al sole[modifica]

Incipit[modifica]

L'isola Pine, nel Maine, scaturisce dal mare come un enorme castello medioevale. Si leva laggiù, unica isola visibile della costa, e con i suoi gotici dirupi sfida i cavalloni che avanzano dall'Atlantico settentrionale. Veniva fatto di domandarsi come mai si trovasse lì. A giudicare dal suo aspetto, doveva essersi prodotta qualche esplosione sotterranea, oppure doveva essere stata una collisione di forze immani a proiettare in alto quell'unica isola e a lasciarla emergere come un rappreso grumo di violenza. Benché alcuni dei non vasti prati nell'entroterra offrissero buoni pascoli alle greggi, e le acque dello stagno fossero dolci, le montagne erano pericolose.

Citazioni[modifica]

  • Siamo tutti quanti degli snob da far paura e abbiamo la tendenza a odiare si può dire ogni cosa tranne noi stessi. (p. 7)
  • Il fatto che abbiamo perduto la ricchezza non significa che dobbiamo perdere la dignità. (p. 12)

Bibliografia[modifica]

  • Sloan Wilson, Scandalo al sole (A Summer Place), traduzione di Bruno Oddera, A.M.E.,1960, Edizioni Gente, 1990.

Altri progetti[modifica]