Augusto Daolio: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
uscita
m (cat)
(uscita)
 
==''[http://www.augustoperlavita.it/augusto/Ago002.html Pensieri]''==
* Sono stato fortunato: ho incontrato la [[musica]], ho incontrato la poesia, ho incontrato l'arte, ho incontrato le parole. Voglio dire che non ho cercato niente.
* Ho molti amici pittori, scultori, grafici. Ognuno di loro mi regala qualcosa, mi fa entrare nell'intimità degli studi odorosi d'olio di lino e di acquaragia, mi fa partecipe di quella strana magia alchemica. Ho pochi amici cantanti e musicisti, e non so perché. Forse per la loro poca passione per i fatti della vita, quando sembrano preoccupati solo del successo, dell'ultimo album, e quando non sono al centro dell'attenzione dormono moltissimo, come le ballerine. Cosa che mi distingue da loro decisamente.
* Se quello che mi porta a disegnare è una sottile malattia morbosa, una piccola lesione, una devianza, uno strappo, desidero che ciò non trovi mai guarigione, anzi desidero considerare il disegnare come un lavoro, anche faticoso, di scavo, di confessione a volte anche dolorosa. <br>È allo stesso tempo una fortuna umana, grandissima.
* Quando non ho voglia di disegnare ho voglia di scrivere, quando non ho voglia di scrivere e non ho voglia di disegnare ho voglia di viaggiare.
* Se canti solo con la voce, prima o poi dovrai tacere... Canta con il cuore, affinché non dovrai mai tacere.
* A me la [[morte]] fa una gran paura, si lasciano troppi sorrisi, troppe mani, troppi occhi.
 
== Citazioni tratte da canzoni ==
*Ma che film la [[vita]], tutta una sorpresa, attore spettatore, tra gioia e dolore, tra il buio ed il colore. (da ''Ma che film la vita'')
*Salutami le stelle della tua città, del sole che io porto nel mio cuore, salutami le piazze della tua città, riempire d'amore. Salutami le stelle della tua città, piantaci bandiere d'allegria, salutami le piazze della tua città, piene di fantasia. (da ''Salutami le stelle'')
*Così tu ascolti la notte nel suo amaro morire, trascinare con sé i tuoi pensieri, ma già l'alba illumina il cielo, ti cancella il buio dal viso, è già giorno, è già domani. (da ''Non Credevi'')
45 599

contributi

Menu di navigazione