Differenze tra le versioni di "Arbitro"

Jump to navigation Jump to search
670 byte rimossi ,  10 anni fa
wikifico
(wikifico)
Citazioni sugli '''arbitri'''.
 
* Ai miei tempi c'era un club che mandava a tutti gli arbitri uno scatolone con un regalo. In uno, in uno solo, dicevano, c'era una pelliccia per la moglie dell'arbitro. Invece c'era una pelliccia in tutti gli scatoloni. ([[Helenio Herrera]], da ''Sette'', 23 maggio 1994)
* Ci sono arbitri che preferiscono non sapere niente della partita. È un [[errore]] colossale. Io entravo in campo cercando di avere il massimo delle informazioni possibili sui protagonisti. ([[Pierluigi Collina]], da ''Corriere della Sera Magazine'', 11 maggio 2006)
 
* Di questi tempi non si può più parlare con gli arbitri. Se dici qualcosa ti ammoniscono, se non dici nulla ti espellono per l'insolenza di tacere. ([[Jack Charlton]], da ''Il libro delle liste sul calcio'')
* Ci sono arbitri che preferiscono non sapere niente della partita. È un [[errore]] colossale. Io entravo in campo cercando di avere il massimo delle informazioni possibili sui protagonisti. ([[Pierluigi Collina]], da ''Corriere della Sera Magazine'', 11 maggio 2006)
* Io proverò sempre tenerezza per quei [[giovane|giovani]] che ancora oggi vanno ad arbitrare. Giovani che rinunciano alla gita fuoriporta o al cinema per dare inizio, in perfetto orario, a quel rito laico, che ci fa gioire o essere tristi. Senza arbitro non avrebbe senso la pallavolo: è possibile giocare senza libero o senza un titolare, non senza quell'uomo sempre lì impalato senza mai poter toccare la palla. Senza schiacciare. E poter ricevere, almeno una volta, un applauso sincero. Un applauso lungo. Un applauso da far venire i brividi. ''Ad Andrea Onori.'' ([[Darwin Pastorin]])
 
* Non vivo il rigore o l'espulsione come gratificazione. L'arbitro non è felice quando espelle un giocatore. L'espulsione è una piccola [[sconfitta]]. Non c'è nessuna libido nel tirare fuori il cartellino rosso. ([[Pierluigi Collina]], da ''Corriere della Sera Magazine'', 11 maggio 2006)
* Di questi tempi non si può più parlare con gli arbitri. Se dici qualcosa ti ammoniscono, se non dici nulla ti espellono per l'insolenza di tacere. ([[Jack Charlton]], da ''Il libro delle liste sul calcio'')
* Preparando bene la partita e conoscendo gli schemi delle squadre, le caratteristiche dei giocatori, si riesce quasi sempre a trovarsi nelle migliori condizioni per giudicare e decidere. ([[Pierluigi Collina]], da ''Corriere della Sera Magazine'', 11 maggio 2006)
 
* [[Saggezza|Saggio]] è chi pensa. L'arbitro non può essere saggio. Deve essere impulsivo. Deve decidere in tre decimi di secondo. ([[Pierluigi Collina]], da ''Corriere della Sera Magazine'', 11 maggio 2006)
* Non vivo il rigore o l'espulsione come gratificazione. L'arbitro non è felice quando espelle un giocatore. L'espulsione è una piccola [[sconfitta]]. Non c'è nessuna libido nel tirare fuori il cartellino rosso. ([[Pierluigi Collina]], da ''Corriere della Sera Magazine'', 11 maggio 2006)
* Senza un pizzico di [[follia]] non ci si mette a [[rischio]] in maniera così elevata. ([[Pierluigi Collina]], da ''Corriere della Sera Magazine'', 11 maggio 2006)
 
* [[Saggezza|Saggio]] è chi pensa. L'arbitro non può essere saggio. Deve essere impulsivo. Deve decidere in tre decimi di secondo. ([[Pierluigi Collina]], da ''Corriere della Sera Magazine'', 11 maggio 2006)
 
* Senza un pizzico di [[follia]] non ci si mette a [[rischio]] in maniera così elevata. ([[Pierluigi Collina]], da ''Corriere della Sera Magazine'', 11 maggio 2006)
 
* Preparando bene la partita e conoscendo gli schemi delle squadre, le caratteristiche dei giocatori, si riesce quasi sempre a trovarsi nelle migliori condizioni per giudicare e decidere. ([[Pierluigi Collina]], da ''Corriere della Sera Magazine'', 11 maggio 2006)
 
=== Arbitri di pallavolo ===
 
* Io proverò sempre tenerezza per quei [[giovane|giovani]] che ancora oggi vanno ad arbitrare. Giovani che rinunciano alla gita fuoriporta o al cinema per dare inizio, in perfetto orario, a quel rito laico, che ci fa gioire o essere tristi. Senza arbitro non avrebbe senso la pallavolo: è possibile giocare senza libero o senza un titolare, non senza quell'uomo sempre lì impalato senza mai poter toccare la palla. Senza schiacciare. E poter ricevere, almeno una volta, un applauso sincero. Un applauso lungo. Un applauso da far venire i brividi. ''Ad Andrea Onori.''
:(Adattamento da Darwin Pastorin, ''Lettera a mio figlio sul calcio'', Mondadori. Frase scritta in ricordo di Andrea Onori, Arbitro Federale di Ruolo Nazionale, scomparso nel 2003)
 
== Bibliografia ==
* Stephen Foster, (a cura di) Luca Serafini – ''Il libro delle liste sul calcio'' (2006), Sperling & Kupfer Editori
 
==Altri progetti==
20 329

contributi

Menu di navigazione