Differenze tra le versioni di "Roger Ebert"

Jump to navigation Jump to search
piccole migliorie alla quote sul fantasma dell'opera
(migliorie alla prima)
(piccole migliorie alla quote sul fantasma dell'opera)
*"[[Entrapment]]" è la vera incarnazione di una macchina da star: un film con una trama assurda, luoghi esotici, sequenze d'azione assurde, e tanta chimica tra gli attori interessanti di cui non ci importa. I protagonisti [[Sean Connery]] e [[Catherine Zeta-Jones]] mi hanno ricordato di "[[Caccia al ladro]]", "[[Charade]]", "[[Topkapi]]" e le sequenze stunt di [[James Bond|Bond]].
:''"Entrapment" is the very embodiment of a star vehicle: a movie with a preposterous plot, exotic locations, absurd action sequences, and so much chemistry between attractive actors that we don't care. It stars Sean Connery and Catherine Zeta-Jones in a caper that reminded me of "To Catch a Thief," "Charade," "Topkapi" and the stunt sequences in Bond pictures.''<ref>{{en}} Da ''[//www.rogerebert.com/reviews/entrapment-1999 Entrapment Movie Review & Film Summary (1999)]'', ''Rogerebert.com'', 30 aprile 1999.</ref>
*{{NDR|Su ''[[V per Vendetta]]''}} Il personaggio di V e la sua relazione con Evey (Natalie Portman) ci ricorda inevitabilmente il Fantasma dell'Opera. V e il fantasma sono entrambi mascherati, si muovono attraverso spazi sotterranei, controllano gli altri attraverso la leva della loro immaginazione e hanno un conto in sospeso. Una differenza, ed èuna importante differenza, è che il travestimento del viso di V non si muove (a differenza, ad esempio, dei volti di un cattivo di Batman), ma è una maschera che ha sempre la stessa espressione sorridente. Dietro alla maschera c'è l'attore Hugo Weaving, che ha usato la sua voce e il linguaggio del corpo per creare un personaggio, ma mi sono ricordato del mio problema con il trenino Thomas: Se qualcosa parla, le sue labbra devono muoversi.
:''The character of V and his relationship with Evey (Natalie Portman) inescapably reminds us of the Phantom of the Opera. V and the Phantom are both masked, move through subterranean spaces, control others through the leverage of their imaginations and have a score to settle. One difference, and it is an important one, is that V's facial disguise does not move (unlike, say, the faces of a Batman villain) but is a mask that always has the same smiling expression. Behind it is the actor Hugo Weaving, using his voice and body language to create a character, but I was reminded of my problem with Thomas the Tank Engine: If something talks, its lips should move.''<ref name=v/>
*Non ho letto l'opera originale, non so cosa sia stato cambiato o tagliato, ma ho trovato un'audace confusione di idee in "[[V per Vendetta]]" e ho apprezzato la loro disorganizzazione maniacale. Realizzare una parabola sul terrorismo e totalitarismo che sia pertinente e leggibile è probabilmente impossibile, potrebbe essere pericoloso e probabilmente non sarebbe nemmeno da botteghino.
85

contributi

Menu di navigazione