Sudore

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Louis Armstrong asciuga il suo sudore

Citazioni sul sudore.

  • Con il sudore del tuo volto mangerai il pane. (Genesi)
  • Ho le mani tutte sudate, guarda. È strano vero? Voglio dire, il sudore... Quest'acqua puzzolente che ti sgorga dalla pelle. (How I Met Your Mother)
  • Le parole di un principe sono come il sudore. [cioè irrevocabili] (Yukio Mishima)
  • Non c'è niente di più vergognoso del sudore. Se mangi a quattro palmenti un bel piatto di fettuccine, se ti abbandoni alla rabbia del sesso, se passi l'inverno a dormicchiare vicino al camino, suderai. E nessuno avrà più dubbi sulla tua volgarità. Tra il suicidio e la traspirazione non esitare. Versare il proprio sangue è ammirevole quanto è immondo versare il proprio sudore. Se ti darai la morte, non suderai mai più e la tua angoscia sarà finita per sempre. (Amélie Nothomb)
  • Nostro Signore, dalla notte in cui sudò, ha mutato il sudore del lavoro [esercitato] su di una terra che fa crescere spine e cardi nel sudore che si accompagna alla preghiera, perché [l'uomo] sudasse nel lavoro della giustizia. (Isacco di Ninive)
  • Quell'uomo è così brutto che il suo sudore gli scorre dietro la schiena pur di non guardarlo in faccia. (Alì)
  • Sudava. Si era addormentato verso l'una, alle due il caldo l'aveva svegliato, si era tuffato in un bagno freddo, poi ricoricato senza asciugarsi; subito dopo il fuoco s'era rimesso a soffiargli sotto la pelle, aveva ricominciato a sudare. All'alba si era addormentato, aveva sognato un incendio; adesso il sole era certamente già alto, e Gomez sudava sempre: sudava senza requie da quarantotto ore. «Dio buono!» sospirò, passandosi la mano umida sul petto bagnato. Questo non era calore, era una malattia dell'atmosfera: l'aria aveva la febbre, l'aria sudava, si sudava nel sudore. (Jean-Paul Sartre)

Ippocrate[modifica]

  • Abbondante sudore che sopraggiunge dopo il sonno senza causa evidente indica che il corpo è ripieno di cibo. Se si manifesta in una persona che non ha preso cibo, indica il bisogno di un'evacuazione.
  • I sudori di un febbricitante sono giovevoli se cominciano al terzo giorno, al quinto, al settimo, al nono, all'undicesimo, al trentunesimo, al trentaquattresimo, perché questi sudori portano la malattia a crisi. I sudori che si verificano negli altri giorni indicano sofferenza, malattia lunga e recidive.
  • I sudori freddi, che si accompagnano a febbre alta, sono un segno mortale; con febbre più lieve, indicano malattia protratta.
  • I sudori sono pericolosi se non avvengono nei giorni critici, se sono violenti e sgorgano rapidamente dalla fronte, o gocce o in rivoli, e se sono freddi e copiosi. Poiché tale sudore è necessariamente la conseguenza di violenza, eccesso di dolore e pressione prolungata.
  • Il sudore che sopraggiunge durante la febbre, senza che questa subisca una remissione, è un cattivo segno, perché la malattia è protratta, ed è segno eccessivo di umidità.
  • Quella parte del corpo in cui è il sudore, indica che lì è la malattia.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]