Svjatoslav Ševčuk

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Svjatoslav Ševčuk

Svjatoslav Ševčuk (1970 – vivente), arcivescovo cattolico ucraino.

Citazioni di Svjatoslav Ševčuk[modifica]

  • Anche se oggi la neve bianca ha spolverato la nostra capitale, la primavera inesorabilmente arriva sulla terra ucraina. Proprio come un bucaneve che si fa strada attraverso la neve per mostrare il suo fiore, così anche il giorno di luce e di pace per la nostra terra irrompe inesorabilmente, costantemente e con forza attraverso gli orrori della guerra.[1]
  • Il primo punto del manifesto del genocidio ucraino è stata la negazione dell’esistenza del popolo ucraino. Insegnanti, sportivi, artisti, semplicemente i civili che parlavano ucraino venivano umiliati e condannati a morte delle truppe russe. L’uso della violenza sessuale come arma: donne e bambini stuprati, uomini mutilati, fosse comuni. Stupri fatti in pubblico, per umiliare pubblicamente persone che devono essere educate, stupri per intimorire. I soldati russi hanno ricevuto non solo il permesso di stupro, ma anche l’ordine di farlo.[2]

Note[modifica]

Altri progetti[modifica]