Theodor Fontane

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Theodor Fontane

Heinrich Theodor Fontane (1819 – 1898), scrittore e poeta tedesco.

  • Chi ama la patria è fedele nel più profondo dell'anima. (da Archibald Douglas)
  • Chi vuol creare dev'essere lieto. (da Canti e motti, motto VI)
  • Ciarpame, ciarpame sono le opere dell'uomo. (da Il ponte sul Tay)
  • La modestia è una buona cosa, e una falsa modestia – perché la modestia è sempre falsa – è sempre ancora meglio di niente. (da Jenny Treibel)
  • Solo l'errore è vita, la conoscenza è morte. (da Smarrimenti, disordini)
  • Una giusta economia non dimentica mai che non sempre si può risparmiare; chi vuol sempre risparmiare è perduto. (da Da venti a trenta)

Senza fonte[modifica]

  • Il genio è impegno[1]
  • Le cicogne, grazie al loro istinto sottile, sanno sempre se qualcosa regge o sta per crollare.
  • Rendere felici è la più gran fortuna.

Storia di un ufficiale prussiano[modifica]

Incipit[modifica]

Nel salotto della signora von Carayon e di sua figlia Victoire, in Behrenstrasse, erano riuniti per la loro consueta serata di ricevimento alcuni amici, pochi però in verità, giacché la grande calura della giornata aveva attirato all'aria aperta anche i fedelissimi della cerchia. Degli ufficiali del reggimento Gensdarmes, che mancavano di rado ad una di queste serate, soltanto uno era scomparso, un von Alvensleben, e aveva preso posto accanto alla bella padrona di casa, rammaricandosi scherzosamente che mancasse proprio colui al quale in realtà spettava quel posto.

Citazioni[modifica]

  • Ad ogni vinto riesce difficile ricercare il motivo delle proprie sconfitte nell'unico punto giusto, cioè in se stesso. (p. 78)
  • È soltanto per uno scopo che noialtre donne viviamo: viviamo per conquistarci un cuore, ma con quali mezzi lo conquistiamo, questo è indifferente. (p. 94)
  • «Non amo [...] lavori che durano cinque ore. A teatro desidero svago e distensione, non strapazzi.» (p. 100)

Note[modifica]

  1. Da una quartina dedicata al pittore e disegnatore Adolf Menzel (1815 – 1905) e pubblicata nel 1889.

Bibliografia[modifica]

  • Theodor Fontane, Jenny Treibel, traduzione di Maria Teresa Mandalari, Lampi di stampa, 1999.
  • Theodor Fontane, Storia di un ufficiale prussiano (Schach von Wuthenow), traduzione di Domenico Mugnolo, Oscar Mondadori 1981.

Altri progetti[modifica]