Vai al contenuto

È arrivata la felicità (film)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

È arrivata la felicità

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Gary Cooper e Jean Arthur nel film

Titolo originale

Mr. Deeds Goes to Town

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1936
Genere commedia
Regia Frank Capra
Soggetto Clarence Budington Kelland
Sceneggiatura Robert Riskin
Produttore Frank Capra
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note

È arrivata la felicità, film statunitense del 1936 con Gary Cooper, regia di Frank Capra.

Frasi[modifica]

Citazioni in ordine temporale.

  • Sapete, ieri sera, dopo che vi ho lasciata, mi sono messo a passeggiare ed a guardare i grattacieli, pensando a quello che ha detto Thoreau: «Hanno creato grandi palazzi, ma non hanno saputo creare persone degne di abitarli». Preferisco il mio paesetto. (Deeds)
  • Quell'uomo o è l'essere più stupido, più imbecille, più idiota del mondo, o è l'anima più bella che esista sulla terra. (Babe)

Citazioni su È arrivata la felicità[modifica]

  • È probabilmente il più significativo lavoro di Capra e uno degli indiscussi capolavori del cinema americano. Mr. Deeds rappresenta l'americano buono e semplice ma capace di farsi rispettare, colui che da solo combatte contro un sistema palesemente ingiusto, lontano da tutti i valori umani. Memorabile l'interpretazione di Gary Cooper. (il Farinotti)
  • Una delle più classiche commedie di F. Capra, quella che gli fece vincere il 2° Oscar per la regia e l'unica in cui la lieta fine sembra completamente logica. Grazie a un'impeccabile sceneggiatura di Robert Riskin, questa favola da boy-scout non diventa una predica e non perde mai il suo swing. Una delle più divertenti scene di tribunale di tutto il cinema americano con un G. Cooper perfetto. (il Morandini)

Altri progetti[modifica]