Litfiba

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da 17 Re)
Jump to navigation Jump to search
Una foto dei giovani Litfiba

Litfiba, gruppo rock italiano attivo dal 1980.

Citazioni tratte da canzoni[modifica]

Desaparecido[modifica]

Etichetta: CGD, 1985, prodotto da Alberto Pirelli.

  • Scatti ai nervi e sensi che | le ombre dei sogni scuotono, | spazza vento e porta via | il bambino che gioca con il mare, | non sarò eroe, | non sarei stato mai, | tradire e fuggire, | è il ricordo che resterà. (da Eroe nel vento, n. 1)
  • Lulù | La luce è vuota | Senza colori | Senza più vita | Lulù | Ogni ora persa | È una ferita | Che si apre in volto a noi | Marlene | Quanto odio ho visto | Quante ferite | Alla mia anima persa | Marlene | Suona la ribeca | Ed ogni uomo | Grida: "Pace a noi!" | Ma noi restiamo soli di fronte all'odio. (da Lulù e Marlene, n. 3)
  • Ho viaggiato nel freddo | Faccia a faccia con la mia | Ombra che si gettava | Nel bianco velo del tempo. (da Instanbul, n. 4)
  • Eva ballava sul fuoco | Profumo di sesso attorno a sé | Eva ballava sul fuoco | La notte in cui nacque l'odio | Strappava i loro cuori. (da Tziganata, n. 5)
  • Lei non sa di essere portata via | Da un vento che ama | Crede di essere libera ma | La distanza che la separa da sé | Rende invisibile ogni realtà. (da Pioggia di Luce, n. 6)
  • Senza aria, senza sole | Resta oscurità e | L'uomo vive un sogno | Fatto di silenzi. (da Desaparecido, n. 7)

17 re[modifica]

Etichetta: CGD, 1986, prodotto da Alberto Pirelli.

  • Resta | Una parte di me | Quella più quella più vicino al nulla. (da Resta, n. 1)
  • Ti stavo a guardare | Nel silenzio... | Il senso dello spazio ci divide già | E mi fermo qui, davanti a questo muro | Ogni parola non ha più peso dell'aria | Che si confonde in noi | Non respirare | Questo momento non ha età | E un vago senso di vuoto ci colora | Ti prego lasciami stare! (da Re del silenzio, n. 2)
  • Notte | Lampi | Scivolando dai capelli | Giorno | Lampi | Respirare tra le dita | E il fuoco che taglia, che taglia | Fantocci di sabbia | Fuoco | Di cera | Sento dentro, sento fuori | Che grida la gente, la gente è aria. (da Vendette, n. 4)
  • Luci infrangono lo spazio della vista | Questa notte la notte ha fermato il tempo | La luce è un vortice | Questa notte non deve finire mai | Perché sei bellissima | Luna avvolgimi lo spazio della vista | Accarezzo i tuoi occhi e mi resta in mano un po' di te | La luce è un vortice | Come frammenti di voci lontane. (da Pierrot e la Luna, n. 5)
  • Nessuno si può permettere di giudicare | Nemmeno se fosse Dio! (da Come un Dio, n. 7)
  • Il cuore è solo un muscolo impazzito, vento ghiaccio mi trasforma in fuoco | Ferma la mia sete, bevi la mia febbre. (da Febbre, n. 8)
  • Si può vincere una guerra in due | E forse anche da solo | Si può estrarre il cuore anche al più nero assassino | Ma è più difficile cambiare un'idea. (da Apapaia, n. 9)
  • Il mio sogno e' un taglio netto a tutto | E voglio che sia più reale | Potrei stare ore ed ore a parlare al silenzio | Ma e' più difficile cambiare un' idea. (da Apapaia, n. 9)
  • Il giorno traveste di luce ogni cosa vivente | Ma non toglie la paura dei fantasmi! (da Apapaia, n. 9)
  • Sole, silenzio, fiato | Come questa Terra senza profondità | Ti porta dentro il respiro | E ti senti ancora più, sempre più | PICCOLO! | Venderò l' anima | Colorando il nero dell' orizzonte | Venderò l' anima | Sto morendo, morendo di solitudine | Venderò l' anima | Forse questo è un sogno, forse un mare | Dove perdersi per ritrovare | Le ali del cielo. (da Ballata n. 12)

Litfiba 3[modifica]

Etichetta: CGD, 1988, prodotto da Alberto Pirelli.

  • E l'uomo in bianco scese dal cielo | ma era di là dalle barricate | E l'uomo in bianco vide la muerte | Ma era di là dalle barricate | E dittatura e religione | Fanno l'orgia sul balcone | E dittatura e religione fanno l'orgia | Santiago del Cile | Padre tuo figlio dov'è | Santiago del Cile | No non lo vedo più | Natale di sangue | Io non lo scorderò | Vangelo, pistola | Dimmi la pace qual è. (da Santiago, n. 1)
  • Oh, Louisiana | Piove su di noi | Strade imperfette | Ma tutto brucia già | Bruciano i deserti | Dell'umana carità. (da Louisiana, n. 3)
  • Senza dormire non posso stare | E qui mi scoppiano i nervi | Questi nervi tesi come lame | E il materasso è un'onda del mare | Senza dormire non posso stare | Troppe cose proibite da dimenticare | Questa notte è un lungo treno che balla e rokka e rolla in una testa vuota. (da Ci sei solo tu, n. 4)
  • E mi sento di vetro | Trasparente come il mare | Perché ho un cuore di vetro | Tutto mi può tentare. (da Cuore di vetro, n. 6)
  • Sulla strada ci sono solo io | Circondato dal deserto attorno a me | Il silenzio taglia tutta la città | Grande spirito mi chiama dal falò | Oh, ma cosa dici? | La vostra libertà | Oh, che cazzo dici? | Noi ce l' avevamo già! (da Tex, n. 7)
  • Giorno e notte, notte e giorno senza via | La mia gente è come un'aquila senz'ali | Tu cavalca, cavalca mio cow-boy | Che la terra tanto ce la rubi a noi. (da Tex, n. 7)
  • L' indifferenza è comoda | L' ipocrisia, peste. (da Peste, n. 8)
  • Ero bambino, bambino, bambino | Quella era la grande città | Non la smettevo di scoprire | Oltre i confini della realtà. (da Bambino, n. 10)

Pirata[modifica]

Etichetta: CGD, 1989, prodotto da Alberto Pirelli.

  • Se la terra è tonda e se il mare è blu | da che mondo è mondo il forte vince e non sei tu. (da Cangaceiro, n. 1)
  • L' orizzonte è nello specchio | L' orizzonte è dentro me | Ho distrutto tutto il tempo | Perché il tempo è solo mio | Cielo basso sui capelli | Ma l' orizzonte è dentro me | Ho scolpito sulla pelle che chi piange riderà | Sono libero come il vento. (da Il vento, n. 2)

El diablo[modifica]

Etichetta: CGD, 1990, prodotto da Alberto Pirelli.

  • Giro di notte con le anime perse | Sì, della famiglia io sono il ribelle | Tu vendimi l'anima e ti mando alle stelle. (da El Diablo, n. 1)
  • Qualcuno c'ha provato | Gli ho detto vaffanculo | Tu da qui non mi allontanerai. (da Proibito, n. 2)
  • La giostra è la tua stella | Di luce illuminerà | I tuoi passi incerti. (da Il Volo, n. 3)
  • Sono un ragazzo | Ricordatevi che esisto | Sono il re del Nulla | Mentre il Nulla ruba i migliori. (da Ragazzo, n. 6)
  • Io vorrei sapere | Perché non è reato | Fare la puttana di stato | Ed abusare d'ogni potere. (da Ragazzo, n. 6)
  • E spunta il prete col dito in cielo, che mi vaneggia della fedeltà | Vorrei parlare, fargli capire | Che questa farsa non mi cambierà. (da Gioconda, n. 7)

Sogno ribelle[modifica]

Etichetta: CGD, 1992, prodotto da Alberto Pirelli.

  • Io obbietto | Disobbedisco! (da Linea d'ombra, n. 1)
  • Noi, i pugni in tasca e i sogni fuori | Noi, satelliti impazziti in volo. (da Linea d'ombra, n. 1)

Terremoto[modifica]

Etichetta: CGD, 1993, prodotto da Alberto Pirelli.

  • Mezzogiorno canta il violino | Qui si chiama fatalità | Combatti il terrore, | prova a dargli faccia e nome | Terremoto di fiori e sangue | Non è la fame ma è l' ignoranza che uccide! (da Dimmi il nome, n. 1)
  • Tutto tutto sui veleni e i segreti del Vaticano | Tutto tutto sulle elezioni | Tutto tutto su noi coglioni | Tutto tutto, tutto e niente! (da Maudit, n. 2)
  • Oh, vedo tutto attraverso sabbia rossa e deserto | Ho sete, ho sete di te che non sei qui | Stella caduta dagli occhi, | Che voli sul mio deserto | Ho sete, le nuvole mi cadono dentro, | Cerchio che ha perso il suo centro, | Perché ha smarrito ogni senso. (da Fata Morgana, n. 3)
  • Lenta processione all'alba nel deserto | Fata Morgana ha già cambiato ogni profilo. (da Fata Morgana, n. 3)
  • Hai venduto l'anima al mercato | Già qualche santo in terra c'è cascato. (da Soldi, n. 4)
  • E fai viaggiare col biglietto speciale | Ma il viaggio è già finito da un po' | Ho tanta tanta voglia di credere | Che il mostro è il cittadino normale. (da Firenze sogna, n. 5)
  • Un anno è un secolo, 365 croci | E la tua privazione mi taglia la testa | Uomo col fucile, prigioniero della tua bandiera | E corri in tondo, testa in fumo, è la prima guardia. (da Prima guardia, n. 7)
  • Trasforma il tuo fucile in un gesto più civile. (da Prima guardia, n. 7)
  • Gioie e noie di anni di convivenza | per qualcuno sono una schiavitù, | la coppia in crisi genera cattivi odori | e poi mostri fughe ed altri guai. (da Il mistero di Giulia, n. 8)

Colpo di coda[modifica]

Etichetta: EMI, 1994, prodotto da Alberto Pirelli.

  • Sto viaggiando a pieni giri contro il sole | In un giorno che ogni cosa ci ha trasfigurato | Le mie ali sono ruote e il mio motore | Graffia e supera l'incrocio con il mio passato. (da A denti stretti, n. 1)
  • Ognuno ha il suo modo di giudicare | Se è buono quel che è buono | E male quel che è male | Ognuno ha la ragione per condannare. (da Africa, n. 7)

Spirito[modifica]

Etichetta: EMI, 1995, prodotto da Rick Parashar e Litfiba.

  • Scusate la confidenza, ma è un problema di coscienza | Piacere a tanta gente è una gabbia seducente. (da Lo spettacolo, n. 1)
  • Io uso parole come coriandoli di spine. (da Animale di zona, n. 2)
  • Il mondo è storto | Gioca col morto | E ruba la fantasia. (da Spirito, n. 3)
  • La musica fa sognare, volare, capire | La musica dà la forza di reagire | La musica fa viaggiare senza partire | La musica fa capire ciò che vuoi capire. (da La musica fa, n. 4)
  • Sei un dittatore dal nuovo balcone, spacci in tv la gioia | Tu scuoti la noia e gli sguardi di chi non capisce | Se oggi è come ieri, ammazzi ogni futuro. (da Tammuria, n. 5)
  • Tra le stelle dell'orsa e del delfino | C'è gente che vive amando ciò che ha | E non odiando ciò che non avrà. (da No frontiere, n. 7)
  • Cattivi, bastardi, scorretti e venduti | Gli arbitri e i giocatori | Non so più chi sono i miei avversari | Cosi il presidente mi butta fuori. (da Diavolo illuso, n. 8)
  • Tira aria un po' pesante | Aria riciclata | Vien da destra, aria a sinistra | Già condizionata. (da Ora d'aria, n. 10)

Mondi sommersi[modifica]

Etichetta: EMI, 1997, prodotto da Richard "Jack" Guy e Litfiba.

  • Imparerò da me | Errore dopo errore sarò me | Imparerò sì da me | In quanto a errori in quanto a errori sono il re | Imparerò da me | Sulla mia pelle le mie ossa insieme a te | Imparerò sì da me | Un altro e un altro errore e sarò me. (da Imparerò, n. 2)
  • Succede, succede un finimondo, perché l'amore amaro è un mare meraviglioso e mentale. (da Regina di cuori, n. 3)
  • Ti giurò l'amore, ma non l'eterna fedeltà. (da Regina di cuori, n. 3)
  • Rompere le acque della casa Nostalgia | Vedere coi miei occhi e sentire chiare qua' | Parole e suoni, giocando col domani | È magica la luce che disegna le ombre | È magica la mente dove nasce la curiosità | Di mondi sommersi tutti da scoprire. (da Goccia a goccia, n. 4)
  • Scusami, ogni sistema è una gabbia | Mi dà rabbia | Perché aumenta le differenze | Tra chi ha il potere e chi non ha proprio niente. (da Sparami, n. 8)
  • Non ammetteremo mai, quel che siamo veramente | Non accetteremo mai, quel che siamo veramente. (da Dottor M, n. 10)

Infinito[modifica]

Etichetta: EMI, 1999, prodotto dai Litfiba.

  • Cos'è? cos'è? questa sensazione | è come un treno che mi passa in corpo senza stazione. (da Il mio corpo che cambia, n. 1)
  • Si ho deciso così, questa strada è la mia | E vado dove andrò, disegnandomi una scia | Disegnandomi la via, mi produco energia | Un altro gradino verso gioia ed armonia. (da Canto di gioa, n. 4)
  • Il tempo corre sul filo | Segnando il nostro cammino | So' già che vuole sempre averla vinta lui. (da Prendi in mano i tuoi anni, n. 6)
  • Ti vorrei insegnare l'equilibrio, sopra un mare che sembra tempesta | per vivere il tuo tempo e starci bene dentro. (da Vivere il mio tempo, n. 7)

Stato libero di Litfiba[modifica]

Etichetta: Sony, 2010, prodotto dai Litfiba.

  • Faccio a botte coi mie sogni, coi miei desideri | Con l'inferno e il paradiso, qui nei miei pensieri. (da Sole Nero, n. 1)
  • Sono il figlio delle radiazioni delle televisioni | Delle dosi di veleno della mia città | Dove il dio cervello è pieno e vuoto a metà. (da Sole Nero, n. 1)
  • Pesce grosso mangia pesce piccolo | È la catena che alimenta la fame. (da Barcollo, n. 2)
  • Di prender colpi e difenderci siamo i campioni del mondo. (da Barcollo n. 2)

Grande nazione[modifica]

Etichetta: Sony, 2012.

  • Io mangio tutto | Lo mangio a poco | E alla fine mangerò anche il vuoto | Io mangio mangio mangio tutto l'ingranaggio | Perché sono l'opportunista a corto e lungo raggio | Lo squalo mangia tutto | Consuma chi consuma | La mia fame sacra è un'urgenza | Una necessità. (da Squalo, n. 2)
  • Bomba elettrica | Sempre in lotta per il mondo | Non escluderei che sai già come mandarlo a fondo | Con le formule tipiche di un'arte antica | Tu come Salomè | Baci la mia testa andata. (da Elettrica, n. 3)
  • Tutti bravi, tutti buoni | Ma solo in tempo di elezioni | Tutti belli, generosi | Narcisisti e un po' mafiosi. (da Tutti Buoni, n. 5)
  • Due più due farà sempre quattro | ma può fare tre o cinque, | la matematica è un'opinione | e la realtà è un'illusione. (da Anarcoide, n. 7)
  • 151 anni di mafie e di massoni | 151 anni di raccomandazioni | Noi siamo il paese dei balocchi per i ricchi | Repubblica basata sulla furbata incentivata | Fratelli-coltelli, se siamo solo quelli | L'Italia si desta con una pietra in testa. (da Grande Nazione, n. 8)
  • Cuore selvaggio e istintivo | Schiantato dalla quotidianità, lo sai | Che il Dio lavoro procura stress | Essere liberi non è mai gratis. (da Brado, n. 9)
  • Il vento spinge i viaggiatori | Nei mille mondi tra dentro e fuori | La vita è viaggio e cambiamento | La mia valigia è sempre in movimento. (da La mia valigia, n. 10)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]